Bologna, festa notturna e danni al cantiere in via Fioravanti – La Repubblica

E’ stata un’incursione più che una vera e propria occupazione. Un blitz notturno che ha provocato danni piuttosto ingenti. Nel cantiere di via Fioravanti, dove il Comune ha stabilito di realizzare il progetto di cohousing, gli attivisti di Xm24 hanno completamente distrutto tutto quello che si poteva distruggere: devastata l’intera recinzione dell’area di cantiere realizzata in pannelli d’acciaio, l’impianto elettrico di illuminazione della stessa area e le cellule fotoelettriche che la illuminavano. 
Intrusione nella notte nel cantiere in via Fioravanti: le immagini dei danni
La reazione degli attivisti si è innescata già nel primo pomeriggio, quando nel parco retrostante all’ex centro sociale si sono presentati vigili urbani e carabinieri. Un intervento mirato a liberare l’area del giardino considerato anch’esso “cantiere” e nel quale i residenti hanno segnalato problemi d’assembramento da parte di gruppi di ragazzi. Assembramenti che, sempre secondo le denunce, si registrano in concomitanza con il mercatino autogestito di “Campi Aperti” che si svolge ogni giovedì. In realtà ieri pomeriggio sul posto non c’era moltissima gente e tuttavia le forze di polizia hanno proceduto a far rimuovere alcune piante e materassi utilizzati durante la notte dai senzatetto che si ritrovano nel parco e negli edifici in costruzione vicini.
Lo sgombero dell’area verde in via Fioravanti: l’intervento di carabinieri e vigili

La reazione c’è stata quando carabineri e municipale sono andati via. Nel tardo pomeriggio hanno iniziato ad arrivare ragazzi e militanti di Xm24 che, poco dopo le 22, hanno “attaccato” il cantiere, rioccupando lo spazio che hanno gestito fino ad agosto scorso quando sono stati sgomberati. Una reazione a quella che hanno definito “l’ennesima provocazione” contro di loro. Un centinaio di persone hanno metodicamente raso al suolo 200 metri di recinzione metallica, distrutto le fotocellule e i fari che illuminavano il cantiere, mentre all’interno dello stabile si svolta una festa improvvisata. Gli attivisti hanno abbandonato il cantiere occupato in serata solo a notte fonda.

I residenti della zona hanno filmato e chiamato le forze dell’ordine. “Si sono sentiti molti rumori, sono entrati, hanno acceso le luci e si sono barricati dentro, supponiamo sia stato un assalto organizzato, pianificato da tempo”, spiega il presidente di Acer, Alessandro Alberani. “Purtroppo i danni di distruzione alla recinzione ammontano a diverse migliaia di euro e dovremo provvedere nuovamente alla sanificazione dell’area con costi considerevoli. L’azione di questi occupanti è un’azione di egoismo sociale che crea danno a tutta la comunità e in particolare a tutti i cittadini onesti che rispettano le regole. Il tema della legalità non può essere derubricato nella nostra città, è il tema della giustizia per gli altri: tutti questi danni tolgono soldi all’abitare sociale. Dovremo ricominciare, ritarderanno i tempi”.

Bologna, attivisti entrano nella notte nel cantiere di via Fioravantiin riproduzione….

Sorgente articolo:
Bologna, festa notturna e danni al cantiere in via Fioravanti – La Repubblica

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Il tuo sito web Personalizzato
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Pubblicizza sito
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999985 Ugo Fiasconaro