Bollettino Covid: crescono vittime e ricoveri, in Lombardia sale indice di positività – IL GIORNO

Milano, 22 febbraio 2021 – Preoccupato dalla risalita dei princpali indicatori, in particolare dall’indice Rt appena sotto la soglia critica a 0,99, Il Consiglio dei ministri ha approvato questa mattina un nuovo decreto legge Covid molto restrittivo che, in particolare, prooga il divieto dispostamento tra regioni fino al 27 marzo e riduce ulteriormente la mobilità nelle zone rosse. 

Nuovo Dpcm

Il prossimo passaggio riguarderà invece il nuovo Dpcm che andrà a sostituire quello attualmente in vigore, in scadenza il prossimo 5 marzo. Tra le misure più attese, una modifica delle norme che determinano i colori Covid delle regioni, la possibile riapertura di palestre e piscine e il prolungamento dell’orario dei ristoranti fino alle 22. Sembrano invece esserci poche chanche per la riapertura di cinema e teatri. 

I numeri del contagio

Oggi sono 9.630 i test positivi al coronavirus registrati in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Le vittime sono invece 274. Sono stati effettuati 170.672 tamponi per tasso di positività al 5,6%, come quello di ieri. I guariti sono 10.335 e gli attualmente positivi scendono a 387.903 (992 in meno rispetto a ieri). I ricoverati nei reparti ordinari sono 18.155, 351 in più rispetto a ieri; le terapie intensive sono a 2.118 ricoverati (+24 unità) con 162 nuovi ingressi. In isolamento domiciliare ci sono 367.630 persone. La regione più colpita è l’Emilia-Romagna con 1.847 nuovi casi, seguita dalla Lombardia con 1.491 e dalla Campania con 1.202. Sotto i mille casi le altre regioni.

Lombardia

Sono 1.491 i nuovi casi di coronavirus in Lombardia, di cui 53 ‘debolmente positivi’. Le vittime sono invece 45 (28.103 dall’inizio dell’epidemia). I tamponi effettuati oggi sono stati 17.871 (di cui 15.319 molecolari e 2.552 antigenici), per un tasso di positività pari all’8,3%. Ancora in crescita, dunque, rispetto al 7,5% di ieri e al 6,8% di sabato. I guariti/dimessi sono 3.122 (totale complessivo: 499.299, di cui 3.471 dimessi e 495.828 guariti); i pazienti covid in terapia intensiva salgono a 391 (+5 con 26 nuovi ingressi), i ricoverati nei reparti ordinari a 3.826 (+85). Per quanto riguarda la suddivisione sui base provinciale, oggi nel Milanese sono stati registrati 509 casi di coronavirus, di cui 184 a Milano città. Nelle altre province lombarde, invece, i positivi sono stati: Bergamo 186, Brescia 427, Como 18, Cremona 31, Lecco 48, Lodi 19, Mantova 34, Monza Brianza 109, Pavia 40 e Varese 34. Zero contagi a Sondrio.

Sardegna

In Sardegna dall’inizio dell’emergenza sono 40.765 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 77 nuovi casi. Si registrano inoltre 5 decessi.

Emilia-Romagna

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 247.856 casi di positività, 1.847 in più rispetto a ieri, su un totale di 12.312 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. Si registrano anche 23 nuovi decessi.

Toscana

In Toscana sono 149.732 i casi di positività al Coronavirus, 911 in più rispetto a ieri. Si registrano inoltre 16 nuovi decessi: 8 uomini e 8 donne con un’età media di 84,5 anni.

Campania

Sono 1.202 i nuovi casi di coronavirus emersi nelle ultime 24 ore in Campania, di cui 82 casi identificati da test antigenici rapidi. Dei 1.202 nuovi positivi, 75 sono risultati sintomatici. I tamponi del giorno sono 11.097. Sono 1.202 i nuovi casi di coronavirus emersi nelle ultime 24 ore in Campania, di cui 82 casi identificati da test antigenici rapidi. Dei 1.202 nuovi positivi, 75 sono risultati sintomatici. I tamponi del giorno sono 11.097.

Liguria

In Liguria sono altri 11 i decessi di persone positive al coronavirus, secondo l’ultimo bollettino diffuso dalla Regione. Le vittime da inizio emergenza sono salite a 3.584. In ospedale ci sono 571 pazienti covid, uno in più di ieri. Di questi, 56 sono in terapia intensiva. Il report registra anche 136 nuovi casi; nelle ultime 24 ore effettuati 2.014 tamponi molecolari, 901.295 da inizio emergenza. Effettuati anche 1.424 tamponi antigenici rapidi, 90.409 dal 14 gennaio scorso. Dei 147.950 vaccini consegnati, ne sono stati somministrati 104.015, pari al 70%

Abruzzo

Sono complessivamente 51442 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza. Rispetto a ieri si registrano 351 nuovi casi, di età compresa tra 10 mesi e 97 anni.

Puglia

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi in Puglia sono stati registrati 4.161 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 343 casi positivi. Sono stati inoltre registrati 17 decessi.

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 1735 tamponi molecolari sono stati rilevati 114 nuovi contagi con una percentuale di positivita’ del 6,57%. Sono inoltre 1122 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 31 casi (2,76%). I decessi registrati sono 11; i ricoveri nelle terapie intensive scendono a 56 mentre rimangono stabili quelli in altri reparti (350). Lo rende noto il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. 

Calabria

“In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 537.967 soggetti per un totale di tamponi eseguiti pari a 569.685 (allo stesso soggetto possono essere effettuati piu’ test). Le persone risultate positive al coronavirus sono 36.704 (+118 rispetto a ieri)”. Lo rende noto la Regione Calabria nel bollettino quotidiano dei dati relativi al coronavirus: dall’inizio dell’emergenza i decessi sono 667 (+1 rispetto a ieri), i guariti sono 29.695 (+142 rispetto a ieri).

Veneto

In Veneto sono 509 i positivi nelle ultime 24 ore su 10.314 tamponi, con un’incidenza del 4,93%. I deceduti sono 9. Effettuati 3.969.322 tamponi molecolari e 3.051.679 test rapidi. 327.016 i casi da un anno a questa parte. In isolamento oggi ci sono 22.284 persone. Sono 1.345 i ricoverati, di cui 1.209 in area medica e 136 in terapia intensiva. 15.689 i dimessi. Lo ha detto il governatore Luca Zaia nel corso dell’aggiornamento odierno alla stampa.

Alto Adige

In Alto Adige è pesante il bilancio dei decessi nella giornata di ieri, ben 13, per un numero complessivo di morti collegate al coronavirus che si avvicina a quota 1000 (993). Nelle ultime 24 ore in provincia di Bolzano, da due settimane in lockdown duro e che dovrebbe concludersi il 28 febbraio, i nuovi casi sono stati 183 su 7.232 tamponi processati. Le nuove positività sono 119 su 1.135 tamponi esaminati e 64 su 6.097 test antigenici. Su 194.278 persone sottoposte a tampone molecolare, 41.813 sono risultate positive al coronavirus e 28.795 sono guarite. Su 728.148 test antigenici effettuati, le persone testate positive sono 21.560. Permane forte la pressione sugli ospedali: 259 sono i pazienti covid ricoverati nei normali reparti, 39 quelli che necessitano delle terapie intensive e 163 quelli ricoverati nelle strutture private convenzionate.

Basilicata

Centosette dei 1.483 tamponi esaminati in Basilicata fra sabato scorso e ieri sono risultati positivi: lo ha reso noto la task force regionale, spiegando che solo 105 tamponi positivi si riferiscono a persone residenti in regione. Nel fine settimana trascorso, inoltre, sono morte altre quattro persone a causa del coronavirus (in totale, sono 356). In due giorni sono guariti altri 58 pazienti (sono 10.742 i lucani che hanno già superato la malattia).

I numeri di ieri

Ieri in Italia si sono registrati 13.452 positivi a Covid a fronte di 250.986 tamponi effettuati, per un indice di positività al 5,6%. Le vittime sono state 232. Attualmente i positivi sono 388.895 (+4.272 rispetto a ieri), 368.997 le persone in isolamento domiciliare. I ricoverati in ospedale con sintomi sono 17.804 di cui 2.094 in terapia intensiva. I dimessi/guariti sono stati 2.324.633 con un incremento di 8.946 unità nelle ultime 24 ore. Per quanto riguarda la Lombardia, con 33.148 tamponi effettuati sono stati 2.514 i nuovi casi, per un indice di positività in crescita al 7,5% (il giorno precedente era al 6,8%). I decessi sono stati 50 per un totale di 28.058 morti in regione dall’inizio della pandemia. Aumentano i ricoverati nelle terapie intensive (+4, 386 in totale) e anche negli altri reparti (+19, 3.741 in totale). Complessivamente sono 4.127 i posti letto attualmente occupati tra rianimazione e ordinari. I guariti/dimessi dall’inizio dell’emergenza sono 496.177 (+784). Per quanto riguarda le province, erano 704 i nuovi casi a Brescia, 649 nella città metropolitana di Milano, 279 a Monza e Brianza, 184 a Bergamo, 131 a Pavia, 105 a Como, 83 a Mantova, 79 a Cremona, 70 a Sondrio e a Varese, 66 a Lecco, 30 a Lodi.

Cala la curva dei decessi

Il quadro generale preoccupa dunque il Governo, ma nella situazione generale di allarme si registra un dato positivo: la curva dei decessi è in lentama costante discesa. Si è passati dai 5.174 a settimana di inizio dicembre ai 2.141 registratu tra il 15 e il 21 febbraio; ieri erano stati appunto 232, contro 251 del giorno precedente e gli oltre 300 di tutta la settimana scorsa su base quotidiana. Inoltre, secondo l’ultimo rapporto dell’Istituto superiore della sanità, l’età media dei pazienti positivi deceduti è 81 anni.

In Usa quasi mezzo milione di vittime

Il numero di nuovi casi di coronavirus registrati negli Stati Uniti, ieri, e’ stato poco di 56.159, in ribasso dagli oltre 71.000 del giorni prima, secondo i dati della Johns Hopkins University. Il numero dei morti, con gli oltre 1.200 di ieri, ha pero’ quasi raggiunto il mezzo milione (498.901). Continua a calare il numero dei ricoverati, che ieri erano 56.159, secondo i dati del Covid Tracking Project, in ribasso di oltre il 53% rispetto a un mese fa, con meno di 12.000 pazienti in terapia intensiva, il minimo dal 9 novembre. Negli Stati Uniti, somministrate piu’ di 63 milioni di dosi di vaccino, con oltre 43,6 milioni di persone che hanno ricevuto almeno la prima delle due dosi necessarie, secondo i dati dei Centers for Disease Control and Prevention.

Vaccino in gravidanza

Il vaccino anti-Covid per le donne in gravidanza? “Non è assolutamente controindicato, anzi è possibile e non bisogna avere paura“. Così Daniele De Luca, presidente dell’European society for pediatric and neonatal intensive care (Espnic) e professore di Neonatologia dell’Università Paris Saclay, componente del comitato di esperti dell’Oms che ha recentemente pubblicato il documento ‘Definition and categorization of the timing of mother-to-child transmission of SARS-CoV-2′. Un passo in avanti, quello dello scienziato, che fa un po’ di chiarezza su un tema caldo

Altre notizie sul Covid

Speciale ‘Un anno di Covid’

Codogno flagellata dal virus: un memoriale per le vittime

Covid, a Bergamo torna la paura. Gori: “Chiusure selettive per province purché tempestive”

Covid, Lombardia in soccorso dell’Umbria: medici ed infermieri al lavoro a Perugia

Asilo chiuso per le varianti Covid: “Troppo allarme. Stiamo bene”

“Il vaccino va somministrato a tutti: medici di famiglia fondamentali”

Spostamenti tra regioni: un altro mese di stop. “Ma Pasqua e Pasquetta sono salve”

Sorgente articolo:
Bollettino Covid: crescono vittime e ricoveri, in Lombardia sale indice di positività – IL GIORNO

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999981 Cloud Realtime
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Realizza un Applicazione Web
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Fiasconaro