Pioggia di multe sulla preferenziale di Regina Margherita, i Parioli si ribellano: “Pronti alla class action” – RomaToday

I Parioli si ribellano alla pioggia di multe su viale Regina Margherita. La vicenda delle sanzioni sulla preferenziale si sta trasformando in un vero e proprio caso, una sorta di ‘Portonaccio 2’. 

Preferenziale Regina Margherita, pioggia di multe ai Parioli

Sono centinaia i romani multati per aver varcato la striscia che delimita la corsia riservata a bus e taxi, tutti immortalati dalla telecamera “anti furbetti della preferenziale” installata a novembre dal Comune. Ma la maggior parte non ci sta: “Siamo stati costretti ad allargarci sulla preferenziale perchè in quel tratto la sosta in doppia fila è perenne”, spiegano alcuni degli automobilisti sanzionati. 

Lo fanno mostrandoci le fotografie dell’occhio elettronico. “Si vede chiaramente che siamo oltre la striscia della preferenziale solo con due ruote, chiaro segno di una deviazione fatta per evitare un ostacolo”, dicono. 

Multe sulla preferenziale di viale Regina Margherita: cittadini pronti a class action

I multati di viale Regina Margherita contestano le sanzioni e sono pronti ad una class action per chiederne l’annullamento. “L’installazione delle telecamere è senz’altro un atto di buona amministrazione da parte del Comune. Il traffico veicolare in quella zona è una giungla, anche a causa della sosta selvaggia, e necessita di essere regolato. Ma un occhio elettronico non può valutare l’effettivo uso distorto della corsia preferenziale, tanto che sono stati multati cittadini che l’hanno utilizzata per uno stato di necessità visto che la corsia loro dedicata è sempre occupata da furgoncini per lo scarico merci e automobili lasciate in doppia fila” – ha detto a RomaToday l’avvocato Alfonso Gambardella che segue il caso delle multe sulla preferenziale di Regina Margherita insieme al collega Vincenzo Volpe. Anche il legale è tra i multati: “Per adesso mi sono arrivate quattro multe, di cui due a distanza di un’ora l’una dall’altra. Avendo lo studio in via Salaria me ne aspetto molte altre”.

Sulla casella mail attivata per tentare di avviare la class action, in due giorni appena “sono già arrivate quasi un centinaio di segnalazioni”. I legali, “per essere certi di trattare casi omogenei” chiedono la copia del documento di identità, pagina 1 del verbale e, per chi ne fosse in possesso, la fotografia allegata al verbale consultabile sul portale del Comune di Roma. In seguito, i legali contatteranno i multati.

L’azione di classe “è il miglior modo – osserva l’avvocato Gambardella – per fronteggiare l’utilizzo distorto delle telecamere”. Tra le richieste che avanzeranno i legali: la sospensione dell’utilizzo dell’occhio elettronico, “installato in maniera errata”, in attesa del corretto posizionamento che possa dare una visuale di contesto; la moratoria per le sanzioni emesse e l’eventuale annullamento di quelle già pagate.

Ben vengano gli strumenti di controllo, ma quando si interviene bisognerebbe conoscere il contesto. In questo caso sembra quasi che il Comune voglia fare cassa sulle spalle dei cittadini: non i ‘furbetti’ ma quelli che sono costretti a utilizzare la preferenziale per evitare la sosta selvaggia che continua ad essere impunita” – ha detto Andrea Imbimbo, consigliere di Forza Italia a Roma nord. Vengono anche da lì i sanzionati della preferenziale dei Parioli “per questo mi rivolgerò al Dipartimento Mobilità”. 

Pioggia di multe sulla preferenziale dei Parioli: è Portonaccio 2

E sulle multe di viale Regina Margherita si muove anche l’associazone Codici. “Siamo stati contattati da cittadini infuriati ed esasperati – afferma Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici – c’è chi ha ricevuto una decina di multe e chi è stato sanzionato più volte nella stessa giornata. Sembra un film già visto, ci ricorda quanto accaduto per Portonaccio, dove migliaia di romani sono stati ingiustamente puniti. Ricordando proprio quella vicenda, ci siamo attivati per fornire assistenza legale ai cittadini. Abbiamo avviato un’azione con cui chiediamo l’annullamento delle multe. Come detto, ci sono arrivate delle segnalazioni e stiamo studiando caso per caso. Anche perché la situazione è complessa. Ad esempio, c’è chi lamenta di essere stato multato nel periodo in cui la strada era interessata da lavori, che di fatto rendevano obbligatorio il transito sulla preferenziale. Bisogna fare chiarezza. Nel frattempo, riteniamo doveroso sospendere il funzionamento delle telecamere. Finché gli automobilisti non saranno nelle condizioni di transitare regolarmente, quindi fino a quando non saranno rimosse le doppie file che li costringono ad invadere la preferenziale, bisogna interrompere le sanzioni”.

Sorgente articolo:
Pioggia di multe sulla preferenziale di Regina Margherita, i Parioli si ribellano: “Pronti alla class action” – RomaToday

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Video Corsi Online
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999985 Ugo Fiasconaro