Corruzione, inchiesta sui vertici Pegaso: perquisito anche il presidente Iervolino – La Repubblica

Lo avevano chiamato “comma Pegaso”. Un emendamento alla legge di Bilancio del 2020 che equipara il regime fiscale delle Università non statali a quello degli Atenei statali. Ma adesso, sull’iter che portò all’approvazione di quella norma e sulla trasformazione dell’Università telematica Pegaso in società a responsabilità limitata (anche sulla scorta di un parere chiesto dal Miur al Consiglio di Stato), la Procura ha aperto un’inchiesta. Che scuote il mondo accademico, politico e delle professioni: non solo napoletano. Il procuratore aggiunto Giuseppe Lucantonio e il pm Henry John Woodcock ipotizzano il reato di corruzione e hanno disposto una decina di perquisizioni.

Indagati eccellenti. Tra questi, il presidente della Pegaso, Danilo Iervolino; il direttore generale dell’Ateneo, Elio Pariota; il capo dell’ufficio marketing Maria Rosaria Andria; il viceprefetto Biagio Del Prete, all’epoca dei fatti capo segreteria al Miur, e alcuni professionisti di fiducia di Iervolino. Fra i destinatari della perquisizione figura anche il direttore scientifico di Pegaso, Francesco Fimmanò, per il quale nei giorni scorsi il Tribunale del Riesame ha annullato, ritenendolo illegittimo, il sequestro probatorio. Ieri, davanti al collegio presieduto dal giudice Alfonso Sabella, si discutevano i ricorsi presentati dai difensori degli altri indagati, gli avvocati Vincenzo Maiello, Giuseppe Saccone, Luigi Petrillo, Virgilio Marino ed Ernesto Cicatiello. Decisione attesa nelle prossime ore.

Le indagini sono condotte dalla Guardia di Finanza. Gli episodi al centro degli accertamenti si collocano tra il 2018 e il 2019. Sullo sfondo, c’è la cessione a un fondo americano del 50 per cento della società controllante di Pegaso.
All’esame della Procura ci sono due momenti che, nella ricostruzione degli pm, stavano molto a cuore a Iervolino. Il primo: l’inserimento nell’articolo 1 della legge 160 del 2020 (vale a dire la legge di Bilancio di quell’anno) del comma 721, che introduceva un regime più favorevole, dal punto di vista fiscale e tributario, per le università non statali. Il secondo: la trasformazione dell’Università telematica da fondazione in una srl.

Il ministero rilasciò il nulla osta alla modifica statutaria dell’Ateneo a giugno 2019, un mese dopo aver ricevuto un parere non negativo, di valore consultivo, chiesto al Consiglio di Stato, nel dicembre 2018. Per raggiungere questi due obiettivi, è il sospetto che ora dovrà essere verificato dalle indagini, potrebbero essere stati ricompensati pubblici ufficiali attraverso la corresponsione di “utilità”. Di qui, la scelta di procedere con le perquisizioni per esaminare documentazione e scambi di mail ritenuti utili allo sviluppo dell’inchiesta. Secondo gli inquirenti, il cosiddetto “comma Pegaso”, entrato in vigore il primo gennaio 2020, metteva al riparo l’università da possibili istanze dell’Agenzia delle Entrate che solo un paio di mesi prima aveva effettuato un accesso agli uffici dell’università.

Tesi contestata dalla difesa durante la discussione tenuta ieri in udienza al Riesame. “Quella norma – ha affermato l’avvocato Maiello – opera una parificazione del regime fiscale fra università statali e non statali. Ma non avvantaggia Pegaso perché contiene un’eccezione: quella degli Atenei non statali che abbiano la forma giuridica delle società di capitali. Proprio come la Pegaso che, quando fu approvato quel comma alla legge di Bilancio, aveva già concluso la procedura di omologazione della trasformazione in società a responsabilità limitata”. Tutti gli indagati potranno replicare alle contestazioni e fornire la propria versione sulle vicende al centro dell’indagine. Commenta Danilo Iervolino: “L’Università Pegaso ed io siamo totalmente estranei alle vicende descritte. E abbiamo fiducia nella giustizia e siamo a completa disposizione per dimostrare la totale infondatezza dei fatti che ci vengono attribuiti. L’Università ha sempre agito nel rispetto delle norme vigenti”.

Sorgente articolo:
Corruzione, inchiesta sui vertici Pegaso: perquisito anche il presidente Iervolino – La Repubblica

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Gestione Lead
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999981 Cloudrealtime
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999985 Fiasconaro