I cittadini evitano il vaccino AstraZeneca: Berlino lo somministra ai dipendenti pubblici – EuropaToday

Le autorità di Berlino e dei Lander federali tedeschi hanno rivisto la campagna di vaccinazione per mettere subito a disposizione degli insegnanti e del personale scolastico il vaccino di Oxford e AstraZeneca. La decisione, oltre ad accelerare il ritorno alle lezioni in presenza, mira ad arginare lo scetticismo mostrato dall’opinione pubblica tedesca nei confronti delle dosi sviluppate dalla casa farmaceutica anglo-svedese. Al contrario di Pfizer e Moderna, che hanno visto il loro vaccino promosso a pieni voti sia dalle autorità sanitarie europee che da quelle nazionali, la somministrazione di dosi AstraZeneca è stata sottoposta a varie raccomandazioni che ne escludono l’utilizzo per le fasce d’età più avanzate.

Dubbi su efficacia ed effetti collaterali

Il ministro tedesco della Sanità, Jens Spahn, ha inoltre chiesto che il vaccino di AstraZeneca venga somministrato alle forze di polizia e all’esercito. La mossa è arrivata a seguito delle resistenze degli operatori sanitari e di altri soggetti che entrano a diretto contatto coi malati dopo che i test scientifici hanno dimostrato che l’ultimo vaccino approvato dall’Ema è meno efficace delle dosi sviluppate da Pfizer e Moderna. Oltre ai dubbi sull’efficacia delle dosi, a spaventare sono anche i potenziali effetti collaterali. Secondo l’Istituto Paul Ehrlich, quasi un quarto delle persone che hanno ricevuto l’iniezione di AstraZeneca ha manifestato sintomi simil-influenzali e circa il 15% ha avuto brividi o febbre alta. Le percentuali di vaccinati colpiti da effetti indesiderati sarebbe ben più elevata rispetto a quella rilevata sulle persone a cui sono stati somministrati gli altri due vaccini. 

La vaccinazione a rilento

Mentre la Gran Bretagna ha vaccinato più del 26% della sua popolazione, la Germania è attualmente ferma a meno del 6%. Rumor e notizie hanno causato lo scetticismo generale, tanto che ora l’intero programma di vaccinazione rischia di arenarsi se le persone continueranno a rifiutate la somministrazione di dosi AstraZeneca. Stando ai dati diffusi venerdì scorso, su 1,5 milioni di dosi consegnate dalla casa farmaceutica anglo-svedese, appena 150mila sono state inoculate.

Le dosi inutilizzate

Secondo quanto riportato dai media locali, nel centro di vaccinazione dell’ex aeroporto di Tegel a Berlino, dove vengono somministrate solo le dosi AstraZeneca, si presentano in media meno di 200 persone al giorno a fronte dei 3.800 appuntamenti fissati. “Le cabine di vaccinazione sono pronte, il vaccino è lì e lo sono anche le squadre di vaccinazione”, ha detto ieri Karl Lauterbach, deputato socialdemocratico ed epidemiologo. “Ma il vaccino rimane inutilizzato perché non si presentano abbastanza persone all’appuntamento. Questa è una situazione assurda e insopportabile”. Per evitare che il Paese rimanga ulteriormente indietro sulle vaccinazioni, nelle ultime ore è stata avanzata la richiesta di somministrarlo a chiunque lo desideri anche se al di fuori dei gruppi prioritari stabiliti dalla strategia vaccinale.

Sorgente articolo:
I cittadini evitano il vaccino AstraZeneca: Berlino lo somministra ai dipendenti pubblici – EuropaToday

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Consulenza realizzazione Applicazioni Web
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999985 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999981 Free Web Hosting
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Pubblicizza sito