Nuovo Dpcm alla stretta finale, oggi la firma dopo nuovo incontro con le regioni – Il Sole 24 ORE

emergenza covid

Convocata per le 12 la cabina di regia governo-enti locali. L’obiettivo è fare un nuovo passaggio con le regioni sulla scuola prima della firma del decreto.

Coronavirus, i vaccinati all’1 marzo 2021

Convocata per le 12 la cabina di regia governo-enti locali. L’obiettivo è fare un nuovo passaggio con le regioni sulla scuola prima della firma del decreto.


2′ di lettura

Per il nuovo Dpcm in arrivo, oggi è il giorno decisivo: sul tavolo, tra misure e restrizioni, il nodo scuola. Il provvedimento, il primo Dpcm del premier Mario Draghi, entrerà in vigore il 6 marzo e sarà valido fino al 6 aprile, con regole e divieti anche a Pasqua e Pasquetta. Ma sarà firmato oggi. Stamattina alle 9.30 una nuova riunione tra il presidente del Consiglio e gli esponenti della maggioranza per definire la stretta contro la diffusione del coronavirus in un quadro complicato dall’impatto delle varianti Covid. A Palazzo Chigi sono stati convocati tra gli altri la ministra per gli Affari regionali e le Autonomie, Mariastella Gelmini, il coordinatore del Comitato tecnico scientifico, Agostino Miozzo, e il presidente del Consiglio Superiore di Sanità e membro del Cts, Franco Locatelli. Convocata per le 12, invece, la cabina di regia governo-enti locali con i rappresentanti delle Regioni, l’Anci e l’Upi. L’obiettivo è fare un nuovo passaggio con le regioni sulla scuola prima della firma del decreto.

Intanto va registrato l’incontro questa mattina tra il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio e il nuovo commissario per l’emergenza Francesco Paolo Figliuolo. I due, secondo quanto si apprende, avrebbero fatto un primo punto della situazione anche alla luce della richiesta del premier Mario Draghi di un nuovo piano per i vaccini.

Loading…

Nuovo Dpcm in vigore fino al 6 aprile

L’allarme per la risalita dei contagi, anche per effetto delle varianti, è sempre più alto. La linea resta rigorosa, con un inasprimento delle misure in zona rossa, a partire dalla chiusura di tutte le scuole. Tra i ministri è emersa però una prima, vistosa, spaccatura su cosa fare nelle aree arancioni: se chiudere le scuole e disporre anche lo stop per negozi e centri commerciali. Dal 6 marzo al 6 aprile resterà ad ogni modo la divisione in fasce e non ci saranno allentamenti. Anzi, in zona rossa chiuderanno i barbieri parrucchieri e soprattutto tutte le scuole, anche asili, elementari e medie.

Verso scuole chiuse in zone rosse e ad alto contagio

Sulle scuole, in mattinata, la linea adottata dalla cabina di regia è di andare verso istituti chiusi in zona rossa, con la facoltà nelle altre regioni di chiudere gli istituti se, a livello locale, si raggiungono 250 casi ogni 100mila abitanti. Una soluzione che recepisce in sostanza le indicazioni del Cts.

Restrizioni prorogate

Per il resto, l’impianto del Dpcm resta quello comunicato già venerdì alle Regioni: chiusura serale per bar e ristoranti, stop agli spostamenti (già disposta con decreto legge), con l’eccezione della riapertura di cinema e teatri dal 27 marzo. Fiere e discoteche chiuse anche in zona bianca secondo la bozza; piste e impianti di sci chiusi fino al 6 aprile. Un tavolo con le Regioni aprirà poi la discussione sui parametri da adottare per il futuro per distinguere le aree rosse, arancioni e gialle: per ora i criteri non cambiano. Nella cabina di regia a Palazzo Chigi si discute anche l’urgenza di intervenire con i ristori per chi chiude, a partire dal decreto legge atteso entro la prossima settimana. E c’è chi, come la ministra Bonetti, pone l’accento sul nodo dei congedi per i genitori a fronte della chiusura delle scuole.

Sorgente articolo:
Nuovo Dpcm alla stretta finale, oggi la firma dopo nuovo incontro con le regioni – Il Sole 24 ORE

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Gestione Lead
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloud Real Time
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999985 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Video Conferenze per B2B