Sanremo 2021, la classifica: Ermal Meta ancora primo, davanti ad Annalisa e Willie Peyote – IL GIORNO

Sanremo – Si comincia con la terza serata del Festival di Sanremo 2021, quella delle cover e dei duetti. Sul palco insieme ad Amadeus e Fiorello torna Zlatan Ibrahimovic, che nella seconda serata è stato presente solo in video. La co-conduttrice della terza serata è la modella bresciana Vittoria Ceretti.  La scaletta dei duetti vede succedersi sul palco per la prima volta dall’inizio della kermesse sanremese 2021 tutti i 26 cantanti in gara fra i big. Quasi tutti saranno accompagnati da altri artisti nella loro esecuzione della cover di alcuni dei brani che hanno fatto la storia della musica italiana. Grande attesa per il ritorno a Sanremo di Michele Bravi.

La classifica

Dopo le prime due serate di Sanremo 2021 ecco la classifica generale data dalle votazioni della giuria demoscopica: Ermal Meta, Annalisa, Irama, Malika Ayane, Noemi, Fasma, Francesca Michielin-Fedez, Lo Stato sociale, Willie Peyote, Francesco Renga, Arisa, Gaia, Fulminacci, La rappresentante di lista, Maneskin, Max Gazzè, Colapesce-Dimartino, Coma_Cose, Estraliscio con Davide Toffolo, Madame, Giò Evan, Orietta Berti, Random, Bugo, Ghemon, Aiello. Questa sera a votare è l’orchestra. La classifica secondo l’orchestra: Ermal Meta, Orietta Berti, Extraliscio e Davide Toffolo, Willie Peyote, Arisa, Maneskin, Annalisa, Max Gazzè, La rappresentante di lista, Ghemon, Lo Stato sociale, Gaia, Irama, Colapesce-Dimartino, Fulminacci, Malika Ayane, Noemi, Madame, Francesco Renga, Fasma, Francesca Michielin e Fedez,  Aiello, Bugo, Giò Evan, Random,Coma_Cose. Top ten generale al termine delle due serate:  Ermal Meta, Annalisa,Willie Peyote, Arisa, Irama, Lo Stato sociale, Malika Ayane, Extrasliscio e Davide Toffolo, Orietta Berti,Maneskin.

01.55 – Ci si trascina stancamente – tutti, conduttori compresi – all’ultima esibizione in gara: Aiello con Vegas Jones – Gianna (Rino Gaetano).

01.48 – Penultimo big sul palco: Ermal Meta con Napoli Mandolin Orchestra – Caruso (Lucio Dalla). 

01.41 – Ventiquattresimo cantante in gara: Max Gazzè con la Magical Mistery Band – Del Mondo (Csi di Giovanni Lindo Ferretti)

01.32 – Si riprende con la gara: tocca a Malika Ayane – Insieme a te non ci sto più (Caterina Caselli). La sua voce tocca il cuore con eleganza e raffinatezza.

01.25 – Di nuovo sul palco i Negramaro. C’è da chiedersi se a quest’ora fosse necessario farli cantare di nuovo.

01.14 – E’ il turno dei Coma_Cose con Alberto Radius e Mamakass – Il mio canto libero (Lucio Battisti). Anche stavolta non convincono. Anzi a tratti disturbano.

01.07 – Tocca a Colapesce e Dimartino – Povera Patria (Franco Battiato). Delicati, ma non indimenticabili.

01.01 – L’ora è tarda, ma si continua: ventesima big in gara. Gaia con Lous and the Yukuza – Mi sono innamorato di te (Luigi Tenco). 

00.55 – Diciannovesima big: Annalisa con Federico Poggipollini– La musica è finita (Ornella Vanoni). La sua voce entra nell’anima.

00.48 – Diciottesimi big in gara sono Lo Stato Sociale con Sergio Rubini e I Lavoratori dello Spettacolo – Non è per sempre (Afterhours). Un messaggio forte arriva proprio da questo palco sulla riapertura di teatro e festival.

00.37 – La gara torna sul palco: Madame – Prisencolinensinainciusol (Adriano Celentano). La rapper è credibile nella sua performance e porta un po’ di leggerezza sul palco.

00.22 – Monica Guerritore sul palco per il quadro di Achille Lauro insieme ad Emma Marrone

00.10 – L’Ariston accoglie il grande esempio del campione Donato Grande.

00.03 – Sul palco Arisa con Michele Bravi – Quando (Pino Daniele). L’emozione si sente eccome.

23.56 – Continua la gara. Sul palco La Rappresentante di Lista con Donatella Rettore – Splendido Splendente (Donatella Rettore). Ed è subito festa.

23.54 – Due ore e mezza dopo la prima apparizione, torna sul palco Vittoria Ceretti

23.32 – Sul palco dell’Ariston arriva l’allenatore Sinisa Mihajlovic. E finalmente Zlatan Ibrahimovic sorride e mostra il suo lato umano. Si parla della loro amicizia e anche della malattia di Mihajlovic, ormai superata. Per chiudere poi con la canzone “Io vagabondo” cantata da Mihajlovic, Ibrahimovic, Fiorello e Amadeus.

23.29 – Fiorello si fa tagliare i baffi in diretta da Amadeus.

23.22 – Tocca a Ghemon con Neri per Caso – Medley: Le ragazze, Donne, Acqua e sapone, La canzone del sole. Ed è un attimo che si torna a fine anni Novanta. Esibizione che fa ballare e cantare all’infinito.

23.09 – Si torna alla gara: Gio Evan con i cantanti di The Voice Senior – Gli anni (883). Nulla di indimenticabile,

23.04 – Sul palco torna Zlatan Ibrahimovic, ma non si hanno più tracce della presenza di Vittoria Ceretti. Mai nelle prime due serate la co-conduttrice era stata così assente nella prima parte della serata. Esilarante Ibra: “Sono arrivato in ritardo per un incidente, meno male che mi ha dato un passaggio un motociclista. Per fortuna era milanista… era la prima volta che andava in autostrada”.

22.59 – Ricomincia la gara delle cover dei big e lo fa con uno strano duetto: Orietta Berti con Le Deva – Io che amo solo te (Sergio Endrigo).

22.55 – Da un’attrice all’altra: sul palco arriva Valeria Fabrizi.

22.43 – Sul palco la toccante performance dell’attrice Antonella Ferrari, affetta da sclerosi multipla.

22.36 – La gara procede spedita con Willie Peyote con Samuele Bersani – Giudizi Universali (Samuele Bersani). Delicata, ma intensa: la loro performance è molto credibile.

22.31 – Si riprende con Random con The Kolors – Ragazzo fortunato (Jovanotti). L’esibizione però non convince. false

22.20 – Sul palco un monumento della musica alternativa italiana: Manuel Agnelli, che accompagna i Maneskin – Amandoti (CCCP di Giovanni Lindo Ferretti). E il brano diventa subito iconico.

22.14 – Come è avvenuto nella seconda serata, anche stavolta Irama c’è ma solo in video, con la cover di Cyrano (Francesco Guccini). 

22.08 – Tocca a Francesca Michielin e Fedez – E allora felicità (Calcutta, Del Verde, Daniele Silvestri). Il medley è godibile, i due sul palco si divertono e sembrano spensierati. 

22.03 – Sul palco Bugo con Pinguini Tattici Nucleari – Un’avventura (Lucio Battisti). E Bugo non si dimostra di certo all’altezza. Al contrario dei Pinguini Tattici Nucleari, che non sfigurano falseassolutamente.

21.48 – Quinto big in gara. Fasma con Nesli – La fine (Nesli). Esibizione da ripetere: non funziona il microfono di Fasma e va sostituito. Si ricomincia pochi minuti dopo, con un nuovo microfono. Ma il brano non decolla lo stesso.

21.39 – Arriva sul palco Fiorello, per la prima volta dall’inizio del Festival di Sanremo 2021 senza travestimenti che facciano riferimento ad Achille Lauro. Ma il suo riferimento alle poltrone e a Nicola Zingaretti, segretario dimissionario del Pd, è esilarante: “O si candida a sindaco di Roma o fa l’opinionista dalla D’Urso”:

21.32 – E’ la volta degli Extraliscio e Davide Toffolo con Peter Pichler – Rosamunda (Gabriella Ferri): ed è subito balera. Colorati, divertenti e totalmente fuori controllo. Proprio come in balera. La loro esibizione è un’iniezione di energia.

21.23 – Riprende la gara: Francesco Renga con Casadilego cantano “Una ragione di più” di Ornella Vanoni. E la prestazione non è di certo da incorniciare. false

21.20 – Arriva sul palco la bellissima modella bresciana Vittoria Ceretti. 

21.15 – Tocca a Fulminacci e Valerio Lundini e Roy Paci con “Penso positivo” di Jovanotti. Il trio non se la cava per nulla male, d’altro canto Roy Paci è da sempre una garanzia.

21.09 – Comincia la gara delle cover: Noemi con Neffa cantano “Prima di andare via” dello stesso Neffa. Peccato che lo stesso Neffa ne rovini praticamente tutta la prima parte. Noemi ci mette divertimento e una gran pezza e alla fine riesce a salvare il salvabile.

20.57 – Si comincia con il tributo dei Negramaro proprio a ricordo di Lucio Dalla: l’interpretazione di “4 marzo 1943” è così intensa da trasportare nella Bologna del grande cantautore scomparso. Poi citazioni di De Andrè e Battisti per una versione da brividi di “Meraviglioso” di Domenico Modugno. 

20.54 – Puntuali come ogni sera, Amadeus e Fiorello danno il via al Festival di Sanremo 2021: siamo alla terza serata, quella delle cover e dei duetti. Il ricordo va subito al 4 marzo 1943, data di nascita di Lucio Dalla.

Sorgente articolo:
Sanremo 2021, la classifica: Ermal Meta ancora primo, davanti ad Annalisa e Willie Peyote – IL GIORNO

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999981 Cloud Real Time
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999985 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Il tuo Sito Web Personalizzato
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Ugo Fiasconaro