Arrestato per bancarotta il fondatore di Cepu – TGCOM

La guardia di finanza ha effettuato un sequestro preventivo per 28 milioni di euro

A finire sotto sequestro sono le quote di Cepu e disponibilità finanziarie e immobili, tra cui lo stabile dove ha sede un’università telematica.

Le indagini riguardano i fallimenti di due importanti società, vere e proprie “bare fiscali che sono state portate a decozione con un passivo complessivo di oltre 180 milioni di euro”. Attraverso queste società, negli anni l’imprenditore ha distratto asset e sfruttato importanti marchi del comparto dei servizi di istruzione e formazione, eludendo il versamento di ingenti imposte dovute all’Erario.

Società “scatole cinesi” – Gli indagati, ricorrendo a vere e proprie società qualificabili come “scatole cinesi”, hanno ideato e realizzato una serie di complesse operazioni societarie, commerciali e finanziarie. Tra queste la lacreazione di una società fiduciaria in Lussemburgo intestata a terzi ma, di fatto, riconducibile agli indagati. Mediante tale società è stata dissimulata la reale proprietà dei beni immobili e marchi, sottratti alle imprese fallite e fatti confluire in un’ulteriore società creata ad hoc, oggi sottoposta a sequestro.

Sorgente articolo:
Arrestato per bancarotta il fondatore di Cepu – TGCOM

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999985 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloudrealtime
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Pubblicizza sito
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Fiasconaro