Cashback, bocciata la mozione di Fdi che chiedeva lo stop. Fi, Lega e Iv si astengono – Il Sole 24 ORE

I punti chiave

3′ di lettura

La maggioranza evita al Senato lo scoglio del “cashback” con un ordine del giorno che impegna il governo «ad approfondire il monitoraggio del programma» di rimborso sugli acquisti con pagamenti elettronici «anche al fine di adottare eventuali provvedimenti correttivi». È la soluzione usata per dinnescare la mina di Fratelli d’Italia (unica forza d’opposizione in Parlamento) che ha ottenuto la discussione in aula dell’ordine del giorno per l’abolizione del piano cashback che chiedeva di «destinare le somme stanziate a tal fine per sostenere la ripresa delle categorie commerciali più colpite dalle misure anti-Covid». Testo che a gennaio era stato sottoscritto dagli altri partiti del centrodestra che sostengono ora l’esecutivo di Mario Draghi, Forza Italia e Lega, e che si sono astenuti al momento della votazione. Stessa posizione tenuta da Italia viva, da sempre critica nei confronti della misura introdotta dal Governo Conte e sostenuta dal Movimento 5 Stelle. La mozione è stata respiinta con 20 sì, 114 no e 89 astenuti.

Leggi anche

Odg maggioranza: valutazione costi-benefici

Disco verde invece al documento di maggioranza (190 sì, 20 no e 13 astenuti) che, anche alla luce di «alcune criticità emerse», impegna il governo a «una valutazione retrospettiva di costi e benefici in un quadro più generale di riforma e di modernizzazione in senso digitale del sistema dei pagamenti effettuati al di fuori dell’esercizio dell’attività di impresa, arte o professione».

Loading…

Le divisioni nella maggioranza

Al di là della votazione, restano evidenti le distanze all’interno della maggioranza. Da una parte Forza Italia che, sottolinea il capogrupppo Anna Maria Bernini, ritiene «giusto fare il tagliando a una misura i cui costi – quasi cinque miliardi – finora hanno ampiamente superato i benefici». Dall’altra M5S che parla di «sterile attacco politico» da parte di Fdi: «Con il cashback – ha detto Marco Pellegrini, componente della commissione Bilancio del Senato – raggiungiamo diversi obiettivi. Primo tra tutti aumentiamo i pagamenti elettronici, settore in cui siamo 24esimi su 27 Paesi della Ue, con pagamenti pro capite che sono circa la metà della media europea».

Fdi: fondi da destinare alle imprese colpite dalla crisi

«Chi vota no si assume la responsabilità di dire ai cittadini di non lamentarsi perché hanno la riffa, la lotteria degli scontrini e lo spreco vergognoso del cashback che qualcuno ha deciso di non dare a chi lo merita, a chi soffre, a chi sta per chiudere e a chi fa sacrifici», ha detto la senatrice Isabella Rauti in Aula presentando la mozione di FdI.

Meloni: buttati 5 miliardi, ne risponderanno al Paese

Dura la reazione del leader di Fdi Giorgia Meloni alla bocciatura dell’odg: «La maggioranza Draghi non sente ragioni: fa cadere nel vuoto l’appello di Fratelli d’Italia e in Senato vota contro la nostra mozione per destinare ai ristori i 5 miliardi del cashback. I partiti che sostengono il governo Draghi hanno scelto ufficialmente di allinearsi alla posizione del Pd e del M5s: in piena pandemia l’Italia butterà 5 miliardi di euro per la lotta al contante e la lotteria degli scontrini invece di destinare quelle risorse per salvare aziende in crisi e posti di lavoro a rischio. Di questa scelta risponderanno agli italiani».

Sorgente articolo:
Cashback, bocciata la mozione di Fdi che chiedeva lo stop. Fi, Lega e Iv si astengono – Il Sole 24 ORE

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Consulenza realizzazione Applicazioni Web
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Parola chiave nella ricerca