Vacanze al mare in Italia e pochi viaggi all’estero: ecco dove andremo quest’estate – Il Sole 24 ORE

I punti chiave

2′ di lettura

Dopo mesi di restrizioni, grazie ai vaccini, si inizia a vedere la luce in fondo al tunnel per chi viaggia. In attesa del semaforo verde al certificato digitale per chi è immune al Covid, in base a una ricerca di Booking.com, pur sapendo che la pandemia non è ancora finita, sette italiani su dieci pensano di avere più speranze di viaggiare nel 2021. E non avendo potuto viaggiare molto nel 2020 sono ancora più desiderosi di farlo nel 2021.

Fiducia nei vaccini

La metà dei viaggiatori globali (59%) e il 57% di quelli italiani non vuole andare all’estero fino a quando non saranno stati vaccinati, percentuale che sale al 68% tra gli over 55, mentre il 55% dei viaggiatori globali e il 58% degli Italiani viaggerà solo nei paesi che hanno avviato piani vaccinali. Ma c’è ancora qualche esitazione, con due quinti degli intervistati (41%) che rimangono scettici sul fatto che un vaccino possa davvero contribuire a rendere i viaggi più sicuri. Tutti motivi per cui anche quest’estate i «viaggi di prossimità» restano alla ribalta, dato che permettono di spostarsi in modo più semplice e sicuro. Più Italia insomma e meno estero per i nostri connazionali. In cerca soprattutto di relax.

Loading…

Leggi anche

Gettonate soprattutto le località balneari da Amalfi a Orosei

Quando sognano la prossima vacanza, tre italiani su quattro infatti sono fiduciosi di poter andare in spiaggia entro l’estate 2021 (72%), mentre il 30% afferma che un viaggio rilassante in spiaggia o in una spa sarà la prima tipologia di viaggio post pandemia. Solo il 7% prenoterà una vacanza in città, mentre appena il 5% considera un viaggio attivo una priorità. Non a caso tra le mete più cercate sul sito di Booking.com (non ancora prenotate) e maggiormente in crescita rispetto al 2020 per i mesi compresi tra giugno e settembre 2021 spiccano località balneari come Amalfi, Positano, Procida, Ponza, l’Elba, Sperlonga, Gaeta, Forte dei Marmi, Ostuni, Orosei, Porto Cervo. Poche le località estere cliccate dagli italiani. Tra queste Dubai.

Viaggiare sarà una priorità dopo la pandemia

In base alla ricerca condotta da Booking.com su oltre 28.000 viaggiatori in 28 Paesi, nonostante si sentano per lo più ottimisti, in tutto il mondo i viaggiatori riconoscono che non aver potuto viaggiare nel 2020 come negli anni precedenti ha avuto un impatto significativo sul proprio benessere. Il 48% (e il 55% degli Italiani) infatti ha visto un impatto negativo sulla propria salute mentale e il 47% si è sentito prigioniero nella propria casa a causa delle restrizioni di viaggio. Per il 64% viaggiare è più importante ora rispetto a prima della pandemia. Questa percentuale sale al 72% per gli italiani. Nel frattempo, il 66% darebbe la priorità ai viaggi rispetto al successo sul lavoro, preferendo andare in vacanza piuttosto che ottenere una promozione. Oltre la metà dei viaggiatori (53%) ha usato il tempo passato a casa per organizzare i viaggi futuri, mentre quasi la metà (45%) ha accumulato più giorni di ferie ed è quindi entusiasta all’idea di poter fare vacanze più lunghe nel 2021.

Sorgente articolo:
Vacanze al mare in Italia e pochi viaggi all’estero: ecco dove andremo quest’estate – Il Sole 24 ORE

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Gestione Contatti
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999981 Free Web Hosting
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Parola chiave nella ricerca
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloud Real Time