Vaccini, l’Italia raccomanda Astrazeneca per gli over 60. Figliuolo rivede il piano – Il Sole 24 ORE

I punti chiave

2′ di lettura

«Uso preferenziale» di AstraZeneca per le persone con più di 60 anni. La decisione è stata presa al ministero della Salute guidato da Roberto Speranza. Fa seguito alle indicazioni Ema (European Medicines Agency), Aifa (Agenzia italiana del farmaco) e gli orientamenti assunti da Germania e Spagna, più la Francia. Se dunque le conseguenze di trombosi sono considerate «plausibili» e «più frequenti dell’atteso» fino ai 60 anni, come ha ricordato il presidente del Css (consiglio superiore di sanità), Franco Locatelli, arriva così la «raccomandazione» a utilizzare AstraZeneca per gli over 60.

Non c’è divieto all’uso per i più giovani, hanno precisato i dirigenti della Salute. Ma diventa improbabile. Gli effetti della comunicazione si vedranno a breve. Di certo aumenterà il fenomeno disdette. E la preoccupazione, magari infondata, di chi ha già fatto la prima dose del vaccino sviluppato a Oxford.

Loading…

La tenuta del piano

La questione strategica, però, resta la tenuta del piano vaccini finora articolato dal commissario straordinario all’emergenza Covid-19, generale Francesco Figliuolo. Il suo ufficio assicura: nessun impatto. E aggiunge: «Si apre alla prenotazione del vaccino Vaxzevria (Astra Zeneca) anche alle persone di età compresa tra i 60 e i 79 anni. Si tratta di una platea di circa 13,6 milioni di persone, delle quali oltre 2,2 milioni hanno già ricevuto la prima dose». Aggiunge la nota del commissario straordinario: «Nel mese di aprile potranno esserci consegne superiori del 15-20% rispetto alle previsioni».

Secondo le attuali stime di governo sugli arrivi di dosi dalle case farmaceutiche nel secondo trimestre 2021 sono previste consegne di AstraZeneca per 10 milioni di dosi, più 24 milioni nel terzo trimestre. Nel conto totale di quest’anno il vaccino inglese conterebbe 40 milioni di dosi. Certo, Pfizer potrebbe arrivare a 58 milioni, più 26,5 milioni di Johnson & Johnson e 48 milioni di Moderna.

Leggi anche

La raccomandazione agli ultra60enni

Il direttore generale Prevenzione sanitaria, Gianni Rezza, ha annunciato una circolare con la raccomandazione AstraZeneca per gli ultrassessantenni. Così, sostiene Rezza, l’effetto dovrebbe essere «l’accelerazione della campagna vaccinale per i più anziani». Rezza non ha torto. Nella fascia 60-69 anni, le prime dosi somministrate finora ammontano all’11,7% della platea interessata. Con le seconde dosi si scende al 4,7%. Le percentuali sono molto più avanti nelle fasce 80-90 e oltre 90 anni, ma poco esaltanti nella seconda dose somministrata agli over 70 anni: soltanto il 2,2%, con la prima dose il 16,5%.

Sorgente articolo:
Vaccini, l’Italia raccomanda Astrazeneca per gli over 60. Figliuolo rivede il piano – Il Sole 24 ORE

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999985 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Gestione Contatti
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Videochiamate per le Aziende
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Fiasconaro