3 regioni in zona arancione, chi resta rossa? Nuovo cambio colore venerdì 9 aprile – Money.it

Sono 7 le regioni che potrebbero tornare arancioni dopo il nuovo monitoraggio settimanale dell’Iss in uscita domani, venerdì 9 aprile.

Al momento la classificazione per fasce decisa dalle ultime ordinanze del ministro della Salute vede Abruzzo, Basilicata, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Sardegna, Sicilia, Umbria e Veneto e Trentino Alto Adige in zona arancione e Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Puglia, Toscana e Valle d’Aosta in zona rossa.

Ecco come potrebbero cambiare i colori delle regioni e da quando.

Nuovo cambio colore regioni: chi spera nella zona arancione

Buone probabilità di diventare arancione da martedì 13 aprile per la Lombardia. “I numeri della nostra regione stanno migliorando e, se continuerà così, spero venerdì che potremo chiedere di tornare arancioni”, ha detto il presidente Fontana. L’Rt in Lombardia, inferiore a 1, è in calo da due settimane, e l’incidenza dei contagi sotto la soglia dei 250/100mila abitanti. Se i dati di venerdì lo confermeranno, la regione ha le carte in regola per passare in zona arancione dalla prossima settimana.

Anche Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna hanno buone probabilità di entrare in zona arancione. “Non escludo che si possa essere arancioni dalla prossima settimana, ha anticipato il presidente Bonaccini. I numeri sono confortanti in queste ultime settimane. Oggi l’indice Rt in regione è attorno allo 0,80. Vuol dire che chiusure e restrizioni stanno contando, come sempre sono le uniche che funzionano”.

Zona arancione vuol dire riapertura dei negozi, dei parrucchieri e dei centri estetici, delle scuole fino alla terza media con almeno il 50% delle presenze alle superiori. Ma vuol dire anche possibilità di muoversi liberamente all’interno del proprio Comune, senza autocertificazione, e di far visita a parenti e amici tra le 5 e le 22.

Regioni che restano in zona rossa

Molto più difficile l’uscita dalla zona rossa per Campania, Puglia, Piemonte e Valle D’Aosta.

In bilico tra rossa e arancione la Toscana, che vede un calo dei casi giornalieri ma la curva in crescita e le strutture sanitarie sotto stress.

Non sono previste novità per il Lazio, che dovrebbe restare arancione anche la settimana prossima. La Calabria resterà rossa fino al 21 aprile, per effetto dell’ordinanza firmata dal presidente Spirlì. La regione ha un’incidenza contagi molto bassa, ma preoccupa l’indice Rt sopra l’1,25.

La regione che se la passa meglio al momento sarebbe l’Umbria, che stando a quanto detto dal presidente Donatella Tesei, ha numeri da zona gialla e spererebbe in una rivalutazione entro fine mese.

Sorgente articolo:
3 regioni in zona arancione, chi resta rossa? Nuovo cambio colore venerdì 9 aprile – Money.it

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloud Realtime
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Video Conferenze per B2B