Coronavirus Italia 12 aprile, il bollettino: 9789 nuovi contagi e 331 morti – LA NAZIONE

Roma, 12 aprile 2021 – Sono 9.789 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 15.746. Sono invece 358 le vittime in un giorno (ieri 331).

Calano i tamponi

Scendono come ogni lunedì i tamponi. Sono 190.635 i test molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri i test erano stati 253.100. Il tasso di positività è del 5,1%, in calo di 1,1 punti rispetto a ieri quando era stato del 6,2%.

Intanto i nuovi casi registrati in Toscana oggi 12 aprile sono 715 su 10.754 test di cui 8.891 tamponi molecolari e 1.863 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 6,65% (17,9% sulle prime diagnosi). I dati sono stati comunicati dal governatore Giani. Bollettino covid Toscana, tutti i dati

Emilia Romagna +1151 casi

In Emilia-Romagna dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus si sono registrati 352.131 casi di positività, 1.151 in più rispetto a ieri, su un totale di 12.899 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri – dell’8,9%, molto inferiore rispetto al 23% di lunedì scorso – è comunque poco indicativa dell’andamento generale visto il numero di tamponi effettuati, che nei giorni festivi sono in numero inferiore rispetto agli altri giorni. Inoltre, sempre nei festivi, in particolare quelli molecolari vengono disposti soprattutto su casi per i quali spesso è atteso il risultato positivo.

Liguria, +306 casi

Sono 306 i nuovi casi di covid in Liguria su poco più di cinquemila tamponi – Bollettino covid Liguria, tutti i dati

Umbria, scendono i ricoveri

Quindici ricoverati Covid in meno rispetto a sabato in Umbria, ora 313, secondo i dati aggiornati a domenica sul sito della Regione. Sono invece 41, due in meno, i posti occupati nelle terapie intensive. Nell’ultimo giorno sono stati registrati 135 nuovi positivi, 210 guariti e altri due morti. Gli attualmente positivi sono ora 4.030, 77 meno di ieri. Sono stati analizzati 2.314 tamponi e 3.728 test antigenici. Il tasso di positività è quindi del 2,2 per cento sul totale (ieri 2,4) e del 5,8 per cento sui soli molecolari (ieri 5,1). Bollettino covid Umbria

I dati del giorno prima in Italia

A livello nazionale calano i ricoveri mentre restano stabili le terapie intensive: si allena in parte la pressione sugli ospedali ma i numeri della diffusione da covid in Italia rimangono alti. Con numeri che anche domenica 11 aprile hanno mostrato luci e ombre: l’ultimo bollettino indica 15.746 nuovi casi e 331 morti. Con appunto una flessione dei ricoveri, che sono 350 circa in meno rispetto a sabato. Scendono di tre le terapie intensive. L’auspicio dei cittadini e del tessuto economico, provato da mesi di chiusure, è che lentante i contagi comincino a scendere, anche per effetto delle zone rosse. 

Covid Toscana, bollettino del 12 aprile

Covid Toscana, l’ultimo bollettino

Toscana zona rosso-arancione: cosa accadrà in settimana

Toscana, Giani: “Funziona delimitare come zone rosse alcune zone di maggior contagio”

Il presidente della Regione interviene a Radiouno. QUI L’ARTICOLO

Il calo di alcuni indicatori

La media dei positivi giornalieri su sette giorni è in discesa: attualmente siamo a 14.518, per un calo netto che è iniziato di fatto all’inizio di aprile. Stabili a 533mila gli attualmente positivi, ma anche qui a partire dai primi di aprile si è assistito a un calo. Adesso saranno importanti i dati dei prossimi giorni. Anche perché alla luce di questi dati si deciderà di più su possibili riaperture di palestre, ristoranti, teatri, tre tipi di attività chiusi ormai da molto tempo e che i gestori non riescono più a mandare avanti. Il Governo farà una verifica di cosa sarà possibile riaprire, anche se verrà usata la massima cautela. Visto che il contagio gira ancora in forma piuttosto massiccia.

Le parole di Speranza

Una delle riaperture che il Governo difende è senza dubbio quella della scuola tanto che il ministro della Salute Roberto Speranza intervenendo a «Che Tempo che fa» ha spiegato: «Siamo consapevoli che c’è un elemento di rischio con l’aumento dei movimenti ma il governo ha fatto una scelta che difendo con forza. Grazie alle misure adottate nel mese di marzo e in queste 2 settimane abbiamo accumulato un piccolo tesoretto e abbiamo deciso, a due mesi dalla fine dell’anno scolastico, di investirlo sulla scuola come architrave della società italiana che ha pagato un prezzo altissimo».

Tornano le zone gialle?

Con un ulteriore calo dell’incidenza e dell’Rt, con la conferma della discesa dei ricoveri in terapia intensiva e con l’aumento delle somministrazioni dei vaccini che si sono assestate sulle 300mila dosi al giorno – con 9 milioni di italiani, il 15% della popolazione vaccinabile che hanno avuto almeno una dose – potrebbero dunque essere ripristinate le zone gialle, con la conseguente apertura dei ristoranti, almeno a pranzo, ma anche di musei, cinema e teatri, con ingressi contingentati.

“Le scelte saranno ponderate”

In attesa che venga decisa la data del confronto tra le forze politiche, un elemento è già chiaro: se si deciderà di riaprire, saranno fatte comunque scelte «selettive e ponderate», come ribadisce il presidente del Consiglio superiore di Sanità Franco Locatelli. Insomma, non ci sarà un liberi tutti e la maggior parte delle attività che sono chiuse dovrà attendere maggio

Sorgente articolo:
Coronavirus Italia 12 aprile, il bollettino: 9789 nuovi contagi e 331 morti – LA NAZIONE

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999981 Free Web Host
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Pubblicità via Email
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Consulenza realizzazione Applicazioni Web