Bollettino covid 30 aprile in Italia e Lombardia: oggi 13.446 nuovi casi e 263 decessi – IL GIORNO

Dopo che il generale Figliuolo ha annunciato il raggiungimento delle 500mila vaccinazioni in un giorno, si accende il dibattito sul Green Pass. Alzano la voce i medici di base: “Siamo stanchi di essere capri espiatori di tutto, non siamo dei nullafacenti nè nemici degli albergatori e del turismo”. Il ministro della Salute Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della cabina di regia, firmerà in giornata nuove ordinanze che andranno in vigore a partire dal 3 maggio. E’ in area rossa la regione Valle D’Aosta. Sono in area arancione le regioni Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia e Sardegna (che lascia quindi il rosso). Tutte le altre regioni e province autonome sono in area gialla. Sono 338.771 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri i test erano stati 330.075. Il tasso di positività è del 3,9%, in calo rispetto al 4,3% di ieri. Sono 13.446 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 14.320. Sono invece 263 le vittime in un giorno (ieri 288). Sono 2.583 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia, in calo di 57 unità rispetto a ieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono stati 137 (ieri 129). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 18.940 persone, in calo di 411 rispetto a ieri.

I contagi in Italia / PDF

La situazione in Lombardia

Covid, i contagi del 30 aprile in Lombardia

In Lombardia i tamponi effettuati sono 53.645 (di cui 33.441 molecolari e 20.204 antigenici), il totale complessivo è di 9.475.296. I nuovi casi positivi sono 2.214 (di cui 124 “debolmente positivi”), mentre il totale di guariti/dimessi complessivo ammonta a 719.265 (+1.762), di cui 3.814 dimessi e 715.451 guariti. I ricoverati in terapia intensiva sono 550 (-7), quelli non in terapia intensiva 3.495 (-102). Il totale complessivo dei decessi è di 32.870 (+41). I nuovi casi per provincia: Milano 710 di cui 258 a Milano città; Bergamo: 177; Brescia: 191; Como: 190; Cremona: 73; Lecco: 70; Lodi: 48; Mantova: 98; Monza e Brianza: 213; Pavia: 132; Sondrio: 40; Varese: 232.

Le regioni

Abruzzo

In Abruzzo dall’inizio dell’emergenza sono complessivamente 71218 i casi positivi al Sars.-cov2 registrati. Rispetto a ieri si registrano 151 nuovi casi (di età compresa tra 4 mesi e 98 anni). I positivi con eta’ inferiore ai 19 anni sono 37, di cui 8 in provincia dell’Aquila, 9 in provincia di Pescara, 10 in provincia di Chieti e 10 in provincia di Teramo. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 6 nuovi casi e sale a 2403 (di età compresa tra 66 e 91 anni, di cui 1 in provincia di Pescara, 1 in provincia dell’Aquila, 2 in provincia di Teramo, 1 in provincia di Chieti e 1 residente fuori regione). Del totale odierno, 1 caso fa riferimento a decesso avvenuto nei giorni scorsi e comunicato solo oggi dalla Asl. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 60432 dimessi/guariti (+313 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 8383 (-168 rispetto a ieri).

Alto Adige

Dato in aggiornamento

Basilicata

In Basilicata sono 172 i nuovi casi di positivi al Sars Cov-2 (170 sono residenti), su un totale di 1.378 tamponi molecolari, e si registrano tre decessi. Lo rende noto la task force regionale con il consueto bollettino. Le persone decedute risiedevano nei Comuni di Maschito, Oppido Lucano e Palazzo San Gervasio. I lucani guariti o negativizzati sono 96. Aggiornando i dati complessivi, i lucani attualmente positivi salgono a 6.000 (+71), di cui 5.828 in isolamento domiciliare. Sono 16.870 le persone residenti in Basilicata guarite dall’inizio dell’emergenza sanitaria e 515 quelle decedute.

Calabria

In Calabria a oggi sono stati sottoposti a test 716.746 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 77.432 (allo stesso soggetto possono essere effettuati piu’ test). Le persone risultate positive al coronavirus sono 60.074 (+404 rispetto a ieri), quelle negative 656.672. Sono questi i dati giornalieri relativi all’epidemia  comunicati dal dipartimento Tutela della Salute. I casi confermati oggi sono cosi’ suddivisi: Cosenza 108, Catanzaro 60, Crotone 58, Vibo Valentia 20, Reggio Calabria 158.

Campania

Sono 1.663.708 le somministrazioni di vaccino anticovid effettuate in Campania. Il dato è aggiornato alle ore 12 di oggi, venerdì 30 aprile. Rispetto a ieri, sono 33.357 le somministrazioni di vaccino in più. Superata quota 1,2 milioni di cittadini che hanno ricevuto la prima dose: sono 1.202.252, di questi 461.456 hanno ricevuto la seconda dose.

Emilia Romagna

Dall’inizio dell’epidemia, in Emilia-Romagna si sono registrati 369.250 casi di positività, 1.206 in più rispetto a ieri, su un totale di 30.758 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 3,9%. Si registrano 17 nuovi decessi: 1 nel piacentino (un uomo di 70 anni), 3 nel Parmense (2 donne, di 62 e 96 anni, e un uomo di 72 anni), 3 in provincia di Reggio Emilia (tutti uomini, rispettivamente di 75, 77 e 92 anni), 2 in provincia di Modena(una donna di 81 anni e un uomo di 78). Ancora, 4 in provincia di Bologna (3 donne, rispettivamente di 62, 91 e 93 anni, e un uomo di 89 anni), 1 nel ferrarese (un uomo81 anni), 1 a Ravenna (un uomo di 85 anni), 2 in provincia di Forlì-Cesena (una donna di 91 anni e un uomo di 82). Nessun decesso nel Riminese. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 12.876.

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 4.963 tamponi molecolari sono stati rilevati 89 nuovi contagi con una percentuale di positività dell’1,79%. Sono inoltre 611 i test rapidi antigenici eseguiti, dai quali sono stati rilevati 19 casi (3,11%). I decessi registrati sono 3; i ricoveri nelle terapie intensive sono 30 e quelli in altri reparti scendono a 239. Lo comunica il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. I decessi complessivamente ammontano a 3.700, con la seguente suddivisione territoriale: 785 a Trieste, 1.968 a Udine, 662 a Pordenone e 285 a Gorizia. I totalmente guariti sono 88.493, i clinicamente guariti 5.385, mentre le persone in isolamento scendono a 7.309. Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 105.156 persone con la seguente suddivisione territoriale: 20.598 a Trieste, 50.155 a Udine, 20.461 a Pordenone, 12.773 a Gorizia e 1.169 da fuori regione.

Lazio

Sono 44.696 i casi attualmente positivi a Sars-cov2 nel Lazio, di cui 2.182 ricoverati, 284 in terapia intensiva e 42.230 in isolamento domiciliare. Dall’inizio dell’epidemia i guariti sono 271.385, i decessi 7.673 e il totale dei casi esaminati è pari a 323.754, secondo il bollettino aggiornato della Regione Lazio.

Liguria

In Liguria sono altri 11 i decessi di persone positive al coronavirus registrati nel bollettino odierno, diffuso dalla Regione. Le vittime da inizio emergenza sono salite a 4.183. La curva dei ricoveri ospedalieri continua a scendere: al momento, nei nosocomi della Liguria ci sono 535 pazienti covid, 11 in meno di ieri. Di questi, 65 sono in terapia intensiva. Il report segnala 276 nuovi casi, a fronte di 4,162 tamponi molecolari e 2.632 antigenici rapidi. Sul fronte vaccini, dei 649.680 consegnati, ne sono stati somministrati 608.426, ovvero il 9%.

Marche

Nelle ultime 24 ore, nelle Marche sono stati individuati 330 nuovi casi di Covid-19, il 14,1% rispetto ai 2.340 tamponi, molecolari e antigenici, processati all’interno del percorso per le nuove diagnosi. Il rapporto positivi-test effettuati è salito rispetto al giorno precedente, quando era stato del 12,2%, con 308 nuovi casi su 2.526. Il totale dei positivi individuati dall’inizio della crisi pandemica e’ salito cosi’ a 97.705. Lo si apprende dal primo aggiornamento del servizio sanitario regionale. I nuovi casi sono stati individuati 57 in provincia di Macerata, 69 in provincia di Ancona, 126 in quella di Pesaro-Urbino, 23 nel Fermano, 42 nel Piceno e 13 fuori regione. Questi casi comprendono 61 soggetti sintomatici, 58 contatti rilevati in ambiente domestico, 141 contatti stretti con positivi, 4 contatti rilevati in ambienti di lavoro, 1 in ambito assistenziale, 16 con il coinvolgimento di studenti e 3 rilevati attraverso lo screening nel percorso sanitario; per altri 46 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Tra i 4.494 tamponi complessivamente processati ieri, 621 erano antigenici e hanno rilevato 34 casi positivi (5%) da sottoporre al tampone molecolare.

Molise

Nelle ultime 24 ore in Molise si sono registrati 3 decessi riconducibili al Covid-19, 478 in totale dall’inizio dell’emergenza, 31 nuovi casi positivi, in diminuzione rispetto a ieri (39), a fronte di 583 tamponi refertati, ieri 760, 25 guariti. Focolai si segnalano a Mirabello Sannitico (Campobasso) con 9 casi, 6 a Bojano (Campobasso), 6 positivi e Termoli (Campobasso), con 5 casi. E’ quanto emerge dal report diffuso in serata dall’Azienda sanitaria regionale (Asrem). Il totale degli attualmente positivi in regione è 647, 34 i ricoverati nel reparto di malattie infettive dell’ospedale Cardarellì di Campobasso, 6 in meno rispetto a ieri, 4 in terapia intensiva (-2), nessun ricoverato all’ospedale San Timoteo di Termoli (invariato), 2 quelli in terapia intensiva al Gemelli Molise di Campobasso (invariato), nessuno in sub intensiva (invariato), nessuno in terapia intensiva al Neuromed di Pozzilli (invariato) e in sub intensiva (invariato). Gli asintomatici a domicilio sono 592, 2.719 il totale dei soggetti in isolamento, 7.624 le visite domiciliari attualmente effettuate dalle Unità speciali di continuità assistenziale (Usca).

Piemonte

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 1.036 nuovi casi di persone risultate positive al Sars-cov2 (di cui 105 dopo test antigenico), pari al 4,0% di 25.706 tamponi eseguiti, di cui 15. 782 antigenici. Dei 1.036 nuovi casi, gli asintomatici sono 408 (39,4%). I casi sono così ripartiti: 141 screening, 633 contatti di caso, 262 con indagine in corso; per ambito: 13 rsa/strutture socio-assistenziali, 133 scolastico, 890 popolazione generale. Il totale dei casi positivi diventa quindi 349.421 così suddivisi su base provinciale: 187.336 Torino, 50.224 Cuneo, 28.190 Alessandria, 26.902 Novara, 16.752 Asti, 12.957 Vercelli, 12.377 Verbano-Cusio-Ossola, 10.748 Biella, oltre a 1.455 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 2480 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

Puglia

Oggi in Puglia, a fronte di 13.296 test per l’infezione da  coronavirus, sono stati registrati 1.344 casi positivi: 320 in provincia di Bari, 132 in provincia di Brindisi, 169 nella provincia BAT, 284 in provincia di Foggia, 183 in provincia di Lecce, 257 in provincia di Taranto, 4 casi di residenti fuori regione, 5 casi di provincia di residenza non nota sono stati riclassificati e attribuiti. Sono stati, inoltre, registrati 37 decessi: 12 in provincia di Bari, uno in provincia di Brindisi, 4 in provincia di Foggia, 17 in provincia di Lecce, 3 in provincia di Taranto. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.224.403 test, 181.376 sono i pazienti guariti e 47.592 sono i casi attualmente positivi.

Toscana

“I nuovi casi registrati in Toscana sono 870 su 27.825 test di cui 13.624 tamponi molecolari e 14.201 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 3,13% (9,2% sulle prime diagnosi)”. Lo annuncia su Facebook il presidente della Toscana Eugenio Giani.

Trentino

Oggi si registra in Trentino un decesso per coronavirus e 97 nuovi contagi. Continua a migliorare la situazione negli ospedali dove i pazienti covid al momento sono 89, di cui 20 in rianimazione. Nella giornata di ieri sono stati registrati 8 nuovi ricoveri ma le dimissioni sono state di più, 11. I nuovi guariti sono 82. Secondo il bollettino di oggi dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari, sono 58 i nuovi casi positivi su 1.401 tamponi molecolari e 39 su 1.113 test rapidi antigenici. I tamponi molecolari hanno anche confermato 13 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Fra i giovanissimi ci sono altri 31 contagi (5 hanno tra 0-2 anni, 5 tra 3-5 anni, 5 tra 6-10 anni, 5 tra 11-13 anni e 11 tra 14-19 anni). Le classi in quarantena al momento sono 82. Sul fronte delle vaccinazioni, questa mattina si è arrivati a quota 174.870, compresi 42.244 richiami. Nel dettaglio, agli ultra ottantenni finora sono state somministrate 55.664 dosi, nella fascia 70-79 anni 41.639 dosi e tra i 60-69 anni 29.490 dosi.

Sardegna 

Sono 247 i nuovi casi di coronavirus in Sardegna, nell’aggiornamento dell’Unità di crisi regionale, 3 i decessi, 3.421 i test in più eseguiti. In ospedale sono ricoverati 247 (+5) pazienti, 49 (+1) in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 16.674 e i guariti in più 389. Dei 54.507 casi positivi complessivamente accertati, 14.259 (+78) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.236 (+46) nel Sud Sardegna, 4.827 (+27) a Oristano, 10.593.

Sicilia

Dato in aggiornamento

Umbria

Ancora un lieve calo degli attualmente positivi in Umbria, che scendono a 2.933 (22 in meno di ieri). Secondo i dati giornalieri della Regione, aggiornati al 30 aprile, i nuovi casi accertati sono 120, i guariti 140, i morti due. I ricoverati sono 203 (uno in più di ieri) di cui 34 (anche in questo caso uno in più) in terapia intensiva. Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.496 tamponi molecolari e 5.034 test antigenici. Il tasso di positività è 1,6. per cento su totale (ieri 2,2) e 4,8 per i soli molecolari (ieri 6,8).

Valle d’Aosta

In Valle d’Aosta sono stati accertati 48 nuovi positivi, che portano il totale a 10.932 da inizio pandemia, secondo i dati del bollettino regionale. I positivi attuali sono 749, di cui 36 ricoverati. Tra questi 8 in terapia intensiva e 705 invece sono le persone attualmente in isolamento domiciliare. Il totale dei decessi sale da 455 a 458.

Veneto

Sono 1.832 gli studenti e 169 i dipendenti – docenti e operatori scolastici – attualmente positivi al coronavirus in Veneto. Il dato emerge dal monitoraggio regionale sulle scuole. Sono 1.270 gli eventi rilevati, ossia la presenza di uno o più contagi in una classe; in seguito a ciò, gli studenti attualmente posti in quarantena sono 21.657 e 1.593 i docenti e dipendenti. Per gli allievi i maggiori contagi si registrano nelle scuole primarie (507) e nella secondaria di secondo grado (495); per il personale scolastico i casi in maggior numero so o nella scuola dell’infanzia (60) e in quella primaria (55). Dall’inizio del 2021 si registrano in totale 5.509 eventi, con 6.769 studenti e 806 docenti-operatori scolastici positivi.

Il virus nel mondo

Nel complesso, il numero dei dimessi a seguito di guarigione in Cina continentale ammonta a 85.691, con il numero dei decessi causati dal nuovo coronavirus che resta stabile a quota 4.636. Nella stessa giornata nel continente ci sono stati 10 casi sospetti, e sono stati segnalati 19 nuovi asintomatici, tutti importati. Alla data di ieri, gli asintomatici sotto osservazione medica erano 324, di cui 315 importati. Sono almeno 401.186 i morti totali per Covid-19 in Brasile: lo ha reso noto attraverso il suo bollettino il Consiglio nazionale della sanità (Conass). Il Paese è al secondo posto al mondo per numero di decessi dopo gli Stati Uniti.La Croazia, tra i Paesi europei con la più alta incidenza di nuove infezioni da coronavirus, ha esteso tutte le misure preventive per altre due settimane, mantenendo comunque aperti i bar e i ristoranti che possono continuare a servire i clienti negli spazi all’aperto. Nuovo picco di emergenza sanitaria in Argentina dove nelle ultime 24 ore le autorità hanno registrato 561 morti, un record da quando è cominciata la pandemia, per un bilancio totale di 63.508 deceduti. Di fronte anche all’alto livello dei contagi dell’ultima giornata – 26.053, che hanno portato il numero complessivo a 2.954.943 – il governo prepara un nuovo Decreto di necessità e urgenza che dovrebbe attivarsi alle 00,01 di domani. Non è noto il contenuto, ma pare riguardi nuove restrizioni negli orari di apertura degli esercizi commerciali, più stringenti misure per la circolazione, soprattutto fra Buenos Aires e la sua popolosa provincia circostante, e l’estensione dell’insegnamento virtuale nelle scuole su tutto il territorio nazionale.

Scopri quando potrai vaccinarti 

La ricerca

A causa del covid-19 e delle restrizioni, il 16,5% della popolazione afferma di avere sintomi di depressione. Il dato diventa eclatante tra i più giovani: nella fascia tra i 18 e i 25 anni si sale al 34,7%, piu’ del doppio. Un numero confermato da un’altra rilevazione tra la quota di persone che avverte disagi psicologici: il 27,1% nella media della popolazione, che arriva al 40,2% fra i giovani. Quasi il 60% dei genitori ritiene rilevante l’impatto psicologico della pandemia sui minori. Il 30% circa pensa che non sia troppo rilevante e con conseguenze durature, mentre quanti non vedono problemi sono sotto la soglia del 10%. Queste sono alcune delle conseguenze del covid-19 sulla salute e le abitudini degli italiani emerse dalla ricerca della Fondazione Italiana in Salute e realizzata da Sociometrica.

Sorgente articolo:
Bollettino covid 30 aprile in Italia e Lombardia: oggi 13.446 nuovi casi e 263 decessi – IL GIORNO

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999985 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Il tuo sito web Personalizzato
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Invia Email di Marketing