I corvi al Csm e la “variante Davigo” – La Stampa

La pandemia esistenziale della magistratura entra nella sua quarta ondata. Dopo il trojan, le chat e il libro di Palamara, spunta la “variante Davigo”. Nel cui ufficio al Csm sono transitati verbali secretati di diversi interrogatori resi alla Procura di Milano da Piero Amara. 

Controverso avvocato-faccendiere già arrestato e condannato per corruzione, Amara tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020 racconta ai pm milanesi, tra gli altri complotti, di una fantomatica superloggia massonica denominata Ungheria con pezzi grossi, ça va sans dire, delle istituzioni. Magistratura

Questo contenuto è riservato agli abbonati

1€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3,50 € a settimana

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito,
il quotidiano e
gli allegati in digitale

Sorgente articolo:
I corvi al Csm e la “variante Davigo” – La Stampa

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Campagne Email
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Primo su google
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Webinar Online