Indice Rt Italia e regioni di oggi (30 aprile 2021) – QUOTIDIANO.NET

Roma, 30 aprile 2021 – Nel giorno dei cambi di colore delle regioni, ecco l’ultimo monitoraggio settimanale del ministero della Salute-Iss sull’andamento dell’epidemia da Covid (relativo al periodo 19-25 aprile). Fari puntati sull’indice Rt, che a livello nazionale è risalito a 0.85, mentre la scorsa settimana era a quota 0.81: in pratica siamo tornati allo stesso valore di due settimane fa (restiamo comunque sotto l’uno anche nel limite superiore). 

Covid Italia: i dati del 30 aprile, tutte le regioni

Indice Rt regioni

Abruzzo 0,78 (intervallo di confidenza 0,73-0,83)

Basilicata 1,02 (0,87-1,16)

Calabria 0,75 (0,69-0,81)

Campania 1,08 (1,05-1,11)

Emilia-Romagna 0,81 (0,78-0,83)

Friuli Venezia Giulia 0,71 (0,67-0,75)

Lazio 0,85 (0,82-0,86)

Liguria 0,83 (0,79-0,88)

Lombardia 0,84 (0,82-0,86)

Marche 0,81 (0,73-0,9)

Molise 1 (0,63-1,44)

Piemonte 0,78 (0,75-8)

PA Bolzano 0,99 (0,89-1,09)

PA Trento 0,84 (0,74-0,93)

Puglia 0,92 (0,9-0,95)

Sardegna 0,81 (0,76-0,86)

Sicilia 1,05 (1,02-1,08)

Toscana 0,92 (0,89-0,94)

Umbria 0,89 (0,82-0,98)

Valle d’Aosta 0,82 (0,72-0,92)

Veneto 0,86 (0,83-0,89).

Il report Iss-ministero

L’incidenza – il numero dei contagi ogni 100mila abitanti – a livello nazionale però continua a scendere: il valore è a 146 rispetto al 152 della settimana scorsa. Tuttavia, si legge nella bozza del report, “sebbene la campagna vaccinale progredisca significativamente, complessivamente l’incidenza resta elevata e ancora ben lontana da livelli (50 per 100.000) che permetterebbero il contenimento dei nuovi casi”. Si osserva un miglioramento generale del rischio, con nessuna Regione a rischio alto, mentre 11 Regioni “hanno una classificazione di rischio moderato (di cui nessuna ad alta probabilità di progressione a rischio alto nelle prossime settimane) e dieci Regioni che hanno una classificazione di rischio basso (una ad alto rischio di progressione a rischio moderato). Tre Regioni (contro le quattro della settimana precedente) hanno un Rt puntuale maggiore di uno. Tra queste, due Regioni (Campania e Sicilia) hanno una trasmissibilità compatibile con uno scenario di tipo 2. Le altre Regioni/Pa hanno una trasmissibilità compatibile con uno scenario di tipo uno”. 

Terapie intensive

Scende, ma rimane alto, il numero di Regioni che hanno un tasso di occupazione in terapia intensiva e/o aree mediche sopra la soglia critica: 8 contro le 12 della settimana precedente. Il tasso di occupazione in terapia intensiva a livello nazionale è uguale alla soglia critica (30%), con una diminuzione nel numero di persone ricoverate in terapia intensiva, che passa da 3.151 (20/04/2021) a 2.748 (27/04/2021). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale scende ulteriormente ed è sotto la soglia critica (32%). Il numero di persone ricoverate in queste aree passa da 23.255 (20/04/2021) a 20.312 (27/04/2021). Si osserva inoltre “una ulteriore diminuzione nel numero di nuovi casi non associati a catene di trasmissione (27.561 vs 29.892 la settimana precedente). La percentuale dei casi rilevati attraverso l’attività di tracciamento dei contatti è in aumento (38,3% vs 37,9% la scorsa settimana)”. E’ invece stabile il numero di casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (38,7% vs 38,4%). Infine, il 23% è stato diagnosticato attraverso attivita’ di screening.

Sorgente articolo:
Indice Rt Italia e regioni di oggi (30 aprile 2021) – QUOTIDIANO.NET

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Primo su google
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Prova Gratuita di servizi Email
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999985 Fiasconaro