Migranti, in 260 imbarcati oggi sulla nave quarantena Allegra – Rai News

Immagine di repertorio

Sono complessivamente 260 i migranti imbarcati oggi sulla nave quarantena Allegra, giunta a Lampedusa. Sulla più grande delle Pelagie nelle ultime ore gli uomini della Guardia di finanza e della Capitaneria di porto hanno lavorato senza soluzione di continuità. Sette sbarchi hanno portato sull’isola, infatti, 683 migranti. Tutti, dopo un primo triage sanitario, sono stati condotti nell’hotspot, dove si trovavano già 40 ospiti approdati sulla più grande delle Pelagie nei giorni scorsi.

Per alleggerire la pressione sul centro di contrada Imbriacola è in moto la macchina dei trasferimenti predisposta dalla Prefettura di Agrigento. Dopo i 260 trasferiti oggi sulla nave quarantena, domani mattina è previsto l’imbarco di altri 190 uomini sul traghetto diretto a Porto Empedocle. Una volta sbarcati saranno condotti nel Cara di Caltanissetta per osservare il periodo di quarantena. Intanto, nell’hotspot di Lampedusa si lavora a pieno regime. Nella struttura sono presenti mediatori culturali e personale dell’Unhcr. Tutti gli ospiti sono sottoposti al tampone dai medici dell’Usca, mentre il personale della Polizia scientifica lavora senza sosta per garantire i trasferimenti coordinati dalla Prefettura. 

Ocean Viking con 236 persone ad Augusta
La Ocean Viking, la nave della Ong europea Sos Mediterranee, dopo aver ricevuto l’ordine dalle autorità competenti, è giunta ad Augusta per far sbarcare le 236 persone salvate da due gommoni in difficoltà martedì 27 aprile. I soccorritori, pur esprimendo sollievo per la soluzione della vicenda, si dicono tuttavia amareggiati e addolorati per l’ennesima tragedia di cui sono stati testimoni nell’ultima settimana. Un naufragio senza superstiti, un salvataggio simultaneo di due gommoni sovraccarichi, diverse intercettazioni della guardia costiera libica.   

Molti dei sopravvissuti a bordo della Ocean Viking hanno raccontato le violenze che hanno subito in Libia per mano dei trafficanti. Vedendo la fragilità dei gommoni in cui avrebbero dovuto imbarcarsi e le onde alte di quella notte, molti di loro hanno avuto paura ma sono stati picchiati e costretti a salire a bordo. Tra di loro anche quattro fratelli e sorelle, bambini di 10, 11, 12 e 17 anni, che viaggiavano da soli, sono stati percossi dai trafficanti.

405 su Sea Watch in attesa di assegnazione porto sbarco
La nave ong tedesca Sea Watch 4 che attualmente si trova a 46 miglia nautiche a sud-ovest di Lampedusa ha attualmente a bordo 405 persone. Sono stati 5 gli eventi Sar in cui la nave è intervenuta; per l’ultimo intervento, la ong sui suoi canali social afferma che Malta ha rifiutato il soccorso del barcone in legno sul quale si trovavano 97 migranti. Nei salvataggi precedenti erano state soccorse in quattro distinte operazioni rispettivamente 94, 93, 77 e 44 persone. 

Video Ong Sea Watch denuncia brutalità Guardia costiera libica
“Ecco come si svolge un’intercettazione della cosiddetta guardia costiera libica: persone in pericolo picchiate e costrette con la forza a tornare nell’inferno da cui fuggivano”: è la denuncia dell’Ong tedesca Sea Watch che ha documentato in un video un intervento nel Mediterraneo svoltosi sotto gli occhi dell’equipaggio della Sea Watch 4. “Abbiamo documentato i fatti con queste immagini”, spiegano nel commento pubblicato insieme alle immagini in cui si vede il tender di una motovedetta che affianca un gommone in cui sono stipati decine di migranti. Dal tender un uomo colpisce con un bastone i migranti per costringerli a girare la prua e a tornare in Libia.

Altri due sbarchi a Lampedusa, approdati in 153
Dopo gli sbarchi avvenuti tra ieri sera e questa notte, oggi sono approdati sull’isola altri due barconi. In tutto sono sbarcate altre 153 persone (i primi 102 intorno alle ore 14, altri 51 nel pomeriggio). Sono già state avviate le procedure di trasferimento dall’HotSpot, dove erano ospitati circa 700 migranti, alle navi quarantena.

Nuovo sbarco nel sud Sardegna, arrivano in 10
Nuovo sbarco di migranti sulle coste del sud Sardegna.Questa mattina dieci stranieri, probabilmente algerini, sono stati bloccati dai carabinieri mentre si allontanavano dalla spiaggia di Porto Pino, nel territorio di Sant’Anna Arresi, nel Sulcis Iglesiente. Tra di loro c’era anche un giovane che, da quanto si apprende,non stava bene. Sul posto, insieme ai militari dell’Arma, sono intervenuti i medici del 118 che hanno trasportato il ragazzo in ospedale.I migranti sono stati trasferiti nel centro di prima accoglienza di Monastir (Cagliari), dove rimarranno in quarantena. 

Salvini: sbarchi inaccettabili. Scritto a Draghi 
“Centinaia di clandestini sbarcati in poche ore, è inaccettabile. Abbiamo scritto al presidente Draghi e ai ministeri della Salute e degli Interni: oltre a controllare chi arriva in aereo dai Paesi a rischio, fra Covid e varianti, è doveroso anche bloccare barchini e barconi per rispetto degli italiani, dei loro sacrifici, della loro salute, della loro sicurezza. Non si può fare nulla? Falso. Io in un anno ho ridotto delll’80% gli sbarchi e sto subendo due processi per aver difeso i confini. E con meno partenze, ci sono anche meno morti. Volere è potere”. Così il segretario leghista Matteo Salvini su Facebook.

Sorgente articolo:
Migranti, in 260 imbarcati oggi sulla nave quarantena Allegra – Rai News

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Automazione di campagne Email
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloud Realtime
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Primo su google