Venezia, incastrata nel letto contenitore: muore soffocata e la procura apre indagine – TGCOM

Roberta Romano, agente di polizia penitenziaria, è stata trovata in casa senza vita dalla figlia

A raccontare lo strano caso ci ha pensato il quotidiano “Il Gazzettino”. Domenica sera, verso le 21:30 la figlia di Roberta Romano è entrata in casa e ha trovato la madre dentro al letto contenitore, purtroppo già senza vita. Ha chiamato i soccorsi ma i medici immediatamente giunti sul posto hanno solo potuto constatare in decesso.

Roberta Romano era un impiegata amministrativa all’interno del carcere femminile della Giudecca. Prima però aveva ricoperto per diversi anni servizio nei bracci del penitenziario. Era molto stimata dai colleghi e questa strana morte ha lasciato molti di stucco. Cosa è successo prima della morte di Roberta resta ancora un mistero. E proprio per questo la procura di Venezia ha posto sotto sequestro l’appartamento e ordinato l’autopsia.

Il medico legale dovrà stabilire se si sia trattato di un decesso naturale, magari dovuto a un malore, oppure se è morta per asfissia. E in quest’ultimo caso anche se si sia trattato di un incidente. E’ l’ipotesi principale al momento. Una fatalità, una distrazione che potrebbe aver dato inizio a un incidente domestico che ha lasciato senza scampo la povera Roberta Romano

Sorgente articolo:
Venezia, incastrata nel letto contenitore: muore soffocata e la procura apre indagine – TGCOM

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999981 Cloud Real Time
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999985 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Free Web Hosting