Saman Abbas, “l’Islam fondamentalista non c’entra”. Nadia Bouzekri dell’Ucoii: “È femminicidio, molto diffuso qui in Italia” – Liberoquotidiano.it

Sullo stesso argomento:

“Non mi sento di chiamare fondamentalista la famiglia di Saman. Qui la religione non c’entra, siamo nell’ambito del femminicidio, molto diffuso anche in Italia”. Questa la tesi di Nadia Bouzekri, vicepresidente dell’Ucoii, l’Unione delle comunità islamiche italiane, sul caso di Saman Abbas. “La religione non c’entra e nemmeno la cultura: in Pakistan i matrimoni forzati sono illegali. Qui in Italia i musulmani sono vittime degli stereotipi, gli uomini vengono rappresentati con la barba lunga e con la sciabola. Le donne che usano il burqa in Italia sono pochissime. Bisogna sapere anche che il velo non è obbligatorio ma è una scelta personale. Chi vuole lo indossa, chi non vuole no”, spiega in una intervista al Corriere della Sera.

Poi lo zio ha cambiato idea: uccidiamola. Saman Abbas, l'orrore dentro la famiglia: la verità sui suoi rapporti con Danish la bestia

La Bouzekri spiega che in moschea è obbligatorio, “perché c’è il rispetto del culto. Senza velo sarebbe come entrare in chiesa con la minigonna”. La Bouzekri racconta poi di sé: è la prima donna che sale così in alto in una carica dell’Ucoii, a neanche trent’ anni: “Spero di esserlo diventata per le mie competenze e non perché donna. Sono nata in Italia, sono italiana di origine marocchina. Certo avere la cittadinanza italiana è molto difficile e i musulmani, come tutti gli stranieri, perdono tante occasioni di studio e di lavoro per questo. Sono una manager, mi occupo di previsioni finanziarie in una grande multinazionale”.

Deve essere sepolta viva fino alla testa e uccisa a sassate, è la nostra cultura: Saman, le intercettazioni raccapriccianti

La Bouzekri difende i musulmani italiani che spesso vengono discriminati: “Purtroppo da alcuni anni la discriminazione è aumentata, proprio per quella parte politica che ha fatto della lotta agli stranieri la sua battaglia. Bisogna fare rete, tra gli amministratori locali, gli assistenti sociali, le forze dell’ordine. Per evitare la discriminazione ci vuole l’impegno di tutti. Non possono più succedere cose come quella che è successa a una ragazza a Trento: un agente l’ha fatta spogliare nuda per perquisirla”, conclude la Bouzekri.

Please enable JavaScript to view the

comments powered by Disqus.
Sorgente articolo:
Saman Abbas, “l’Islam fondamentalista non c’entra”. Nadia Bouzekri dell’Ucoii: “È femminicidio, molto diffuso qui in Italia” – Liberoquotidiano.it

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Video Corsi Online
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999985 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999981 Cloud Real Time