Astrazeneca ai giovani: Cts oggi decide. Ipotesi seconda dose con Pfizer o Moderna – QUOTIDIANO NAZIONALE

Roma, 11 giugno 2021 – Dopo la morte di Camilla Canepa, il Cts non può più rimandare la decisione sulla somministrazione di Astrazeneca ai giovani. Ed è attesa per oggi alle 16 la conferenza stampa di aggiornamento sulla campagna vaccinale – a cui prenderanno parte il ministro della Salute, Roberto Speranza, il commissario straordinario, Francesco Paolo Figliuolo, il coordinatore del Cts, Franco Locatelli, e il portavoce del Cts, Silvio Brusaferro. Per il momento, secondo quanto si apprende, l’indicazione allo studio della task force sarebbe quella di far fare il richiamo, per chi ha meno di 60 anni e ha effettuato la prima dose con AstraZeneca, con vaccini a Mrna, cioè Pfizer o Moderna. L’orientamento potrebbe essere formalizzato nelle prossime ore, anche se al momento gli esperti stanno ancora discutendo sulla soglia di età sotto la quale la seconda dose sarà con Pfizer e Moderna e che potrebbe essere tra i 40 e i 60 anni. Resta invece raccomandato continuare a usare Astrazeneca per chi ha più di 60 anni, mentre sotto questa soglia, per un principio di massima cautela, è invece raccomandabile l’utilizzo di un vaccino a Mrna.

Ema: “No Astrazeneca a chi ha permeabilità capillare”

Nel frattempo, dopo i gravi casi di trombosi e ictus – il rischio, seppur raro, spaventa i ventenni e le loro famiglie. In attesa di indicazioni, gli Open day cominciano a vacillare e sono già sette le Regioni che hanno già sospeso la somministrazione di vaccini a vettore virale per gli under 60: a Veneto, Lombardia, Sicilia, Campania e Puglia – che avevano preso questa decisione nei giorni scorsi – oggi si sono aggiunte anche Umbria e Valle d’Aosta. L’Emilia- Romagna conferma solo gli Open day già programmati e con le prenotazioni fatte ma utilizzerà solo Pfizer e Moderna “per prudenza”. Anche il Lazio sospende open week per over 18: “Le prenotazioni sono sospese – ha spiegato l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato – e gli appuntamenti dei cittadini che hanno prenotato la somministrazione della prima dose con AstraZeneca durante l’open week verranno riprogrammati con altri vaccini”.

Astrazeneca, le regole negli altri Paesi europei

In questa situazione, gli esperti insistono su evitare la somministrazione di Astrazeneca ai giovani, mentre già ieri sera il coordinatore del Comitato tecnico scientifico, Franco Locatelli, anticipava che “non sottovalutiamo la situazione”: “Il vaccino AstraZeneca può dare fenomeni di trombosi associati a un abbassamento delle piastrine – aveva spiegato Locatelli -. Proprio per questo c’era stata una raccomandazione per un uso preferenziale sugli over 60 anni. Adesso lo scenario epidemiologico è cambiato, con la vaccinazione siamo in una fase più favorevole e si è aperta unariflessione nel Cts e un confronto con l’Aifa. Nelle prossime ore, domani probabilmente (oggi, ndr), ci sarà un parere e nessuno deve dubitare che vengano minimamente sottovalutati segnali di allerta rispetto a profili di sicurezza”.

Sorgente articolo:
Astrazeneca ai giovani: Cts oggi decide. Ipotesi seconda dose con Pfizer o Moderna – QUOTIDIANO NAZIONALE

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999981 Free Web Hosting
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloudrealtime
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Video Corsi Online