Bollettino Covid Italia e Lombardia: 2.079 casi e 88 morti – IL GIORNO

Contagi ancora in regresso in Italia: sono 2.079 le nuove positività, a conferma di una curva in calo. Occhi (e speranze) puntati sul monitoraggio atteso per domani, 11 giugno, per definire il passaggio di nuove regioni, rispetto alle 7 attuali, in zona bianca da lunedì 14 giugno. Il via libera riguarderà la Lombardia insieme a Lazio, Piemonte, Puglia (in bilico), Emilia Romagna e Provincia di Trento. Questo se sarà rispettato il dato di un’incidenza settimanale di casi ogni 100mila abitanti sotto i 50 (per la terza settimana consecutiva). Con la zona bianca si potrà dire addio si potrà dire addio al coprifuoco e alle restrizioni dell’orario dei locali pubblici. Il 21 giugno toccherà a Sicilia, Marche, Toscana, Calabria, Campania e Provincia di Bolzano, con la sola Valle d’Aosta, sulla carta, ancora in arancione. Intanto si aspetta anche una stretta sul vaccino AstraZeneca, dopo la morte di una ragazza. Si attende l’ufficialità di riservarlo solo agli over 50. Per ora Aifa, l’agenzia italiana del farmaco, lo consente per tutti pur caldeggiandolo per gli over 60. Casi di reazioni avverse dopo gli open day usati per consumare le scorte del siero hanno creato poelmica.  “Sotto i 30 anni AstraZeneca non dovrebbe essere usato, soprattutto alle donne sotto i 50 anni non lo consiglierei”, ha ribadito  il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ai microfoni di Radio Cusano Campus. “Proprio in queste ore c’è una discussione in corso al Comitato tecnico scientifico –  ha detto, rispondendo al question time al Senato, il ministro della Salute Roberto Speranza – ma tengo a ricordare che tutti i vaccini autorizzati da Ema e Aifa sono sicuri ed efficaci“. Ma intanto la Liguria ha sospeso un lotto del siero anglosvedese.

I dati del 10 giugno

Oggi dunque 2.079 nuovi positivi in Italia, in calo rispetto al fato di ieri (2.199), mentre le vittime sono 88 (+11 rispetto a ieri), per un totale da quando è iniziata al pandemia a 126.855.  Sono 205.335 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore nel Paese, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 218.738. Il tasso di positività è all’1%, uguale a quello registrato ieri. I dimessi/guariti salgono di 7.616 unità, portando il totale a 3.943.704. Sono 626 invece i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, con un calo di 35 rispetto a ieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono stati 30 (ieri erano stati 24). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.153, in calo di 229 unità rispetto a ieri. In isolamento domiciliare ci sono 164.530 persone (-5.362). Il numero degli attualmente positivi diventa di ​169.309 persone, con un decremento di 5.626 persone. La regione con il maggior numero di casi è la Lombardia (352), seguita da Sicilia (284), e Campania (209).

I dati lombardi del 10 giugno

In Lombardia si registrano oggi 352 nuovi positivi (di cui 19 “debolmente”) al coronavirus (ieri erano 322). a fronte di 35.696 tamponi effettuati (tasso di positività: 0,9%), che portano il totale da inizio emergenza a 838.693. Gli attualmente positivi sono 18.871. Continuano a diminuire i ricoverati nelle terapie intensive (-13) e nei reparti (-33).  I guariti/dimessi sono 467 per un totale che sale a 786.120, di cui 2.037 dimessi e 784.083 guariti. In terapia intensiva ricoverate 130 persone (-13) e 721 (-33) negli altri reparti. Altri 6 decessi che portano il totale a  33.702. Ecco i casi provincia per provincia: a Milano 133 di cui 75 nel capoluogo;  Bergamo: 28; Brescia: 46; Como: 15; Cremona: 11; Lecco: 6; Lodi: 3; Mantova: 21; Monza e Brianza: 17; Pavia: 15; Sondrio: 9; Varese: 33. Finora sono stati eseguiti in totale 10.994.844 tamponi.

Alto Adige

Un altro decesso e 27 nuovi casi sono stati registrati nelle ultime 24 ore in Alto Adige. Sono risultate positive 23 persone su 677 tamponi pcr e 4 su 2.719 test antigenici. Il numero degli altoatesini in quarantena scende a 893 mentre quello dei guariti sale di 60 e ammonta ora complessivamente a 73.050.

Trentino

Per il qaurto giorni ancora nessun decesso per Covid in provincia di Trento e anche il numero dei nuovi contagi è contenuto: 4 nuovi casi positivi al molecolare e 10 all’antigenico. I molecolari confermano inoltre 3 positività  intercettate nei giorni scorsi
dai test rapidi. Le vaccinazioni si avvicinano a quota 345.000 e, con i 32 di oggi, i guariti diventano 43.952.

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 3.878 tamponi molecolari sono stati rilevati 32 nuovi contagi con una percentuale di positività dello 0,83%. Sui 1.705 test rapidi antigenici sono stati rilevati 10 casi di contagio (0.59%). Comlpessivamente sono dunque 42 i nuovi casi. Nella giornata odierna si registra un decesso 8che porta il totale delle vittime a 3.794), i ricoveri nelle terapie intensive rimangono 3 mentre quelli negli altri reparti scendono a 21. I totalmente guariti sono 93.205, i clinicamente guariti 5.643, mentre quelli in isolamento scendono a 4.633. Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 107.299 persone

Veneto

Sono 88 i nuovi casi di contagio da coronavirus in Veneto, che portano il totale a 424.384: lo registra il bollettino regionale. I nuovi decessi sono 8, per un totale di 11.596 vittime da inizio pandemia. L’incidenza sui tamponi effettuati è dello 0,26%, la più bassa mai registrata nel corso dell’epidemia. Prosegue la discesa dei dati clinici, con 6.185 attuali positivi (-142); negli ospedali vi sono 452 ricoverati in area non critica (-26) e 58 (-4) nelle terapie intensive.

Valle d’Aosta

In Valle d’ Aosta rilevati 8 nuovi positivi: portano il totale a 11.649 da inizio pandemia, secondo i dati del bollettino regionale. I positivi attuali scendono a 116 (-2), di cui 5 ricoverati. Nessun paziente in terapia intensiva e 111 invece sono le persone attualmente in isolamento domiciliare. Il totale dei decessi resta stabile a 472.

Piemonte

Oggi l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 137 nuovi casi di persone risultate positive al Covid 19 (di cui 8 dopo test antigenico), pari allo 0,9% di 15.959 tamponi eseguiti, di cui 9.730 antigenici. Dei 137 nuovi casi, gli asintomatici sono 51 (37,2%). Il totale dei casi positivi diventa quindi 365.899 da inizio pandemia. I ricoverati in terapia intensiva sono 49 (-4 rispetto a ieri), 367 (-19) quelli negli altri reparti.  I tamponi diagnostici finora processati sono 5.107.227(+ 15.959), di cui 1.679.764 risultati negativi.Nessun nuovo decesso legato all’infezione oggi, con il totale che resta fermo a 11.666. I pazienti guariti sono complessivamente 351.213 (+308 rispetto a ieri).

Liguria

Sono 28 i nuovi positivi al coronavirus in Liguria su un totale di 2.661 tamponi molecolari e 2.044.493 tamponi antigenici rapidi processati. Lo comunica la Regione nel bollettino. Cala il numero degli ospedalizzati, in totale 88 (2 meno di ieri) con 20 pazienti in terapia intensiva. I vaccini somministrati sono il 91%, cioè  1.088.514 dosi su 1.200.130 consegnate. Nelle ultime ventiquattro ore è stato registrato un decesso: il bilancio delle vittime sale a 4.341 da inizio emergenza. Cala il numero dei casi attualmente positivi, 1.870 in Liguria (15 in meno), con 42 nuovi guariti. In isolamento domiciliare 440 persone, 38 in meno. In sorveglianza attiva 892 soggetti.

Emilia Romagna

Sono 145 i nuovi positivi su un totale di 19.497 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore in Emila Romagna. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è dello 0,7%. Si contano quattro nuovi decessi che portano a 13.225 i morti dall’inizio dell’epidemia. In calo i ricoveri. I pazienti in terapia intensiva sono 63 (-6 rispetto a ieri), 335 quelli negli altri reparti Covid (-25).  I guariti complessivi sono diventati  362.876  (+1.244). I casi attivi a oggi sono 9.220 (-1.103 rispetto a ieri).  Dall’inizio dell’epidemia  in Emilia Romagna si sono registrati 385.321 casi di positivitaììà.

Toscana

In Toscana sono 242.960 i casi di positività al coronavirus, 174 in più rispetto a ieri. I guariti crescono dello 0,2% e raggiungono quota 231.192 (95,2% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 8.184 tamponi molecolari e 7.917 tamponi antigenici rapidi, di questi l’1,1% è risultato positivo. Sono invece 6.120 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 2,8% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 4.972, -5,1% rispetto a ieri. I ricoverati sono 331 (10 in meno rispetto a ieri), di cui 76 in terapia intensiva (4 in meno). Oggi si registrano 12 nuovi decessi.

Marche

Nelle ultime 24 ore sono stati testati 2.644 tamponi: 1.367 nel percorso nuove diagnosi (di cui 462 screening con percorso Antigenico) e 1.277 nel percorso guariti (con un rapporto positivi testati del 3,4%). I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 46. Nel
percorso Screening un totale di 462 test antigenici effettuati e 10 soggetti rilevati positivi (da sottoporre al tampone molecolare) un rapporto positivi/testati 2%. Sono dunque 56, in totale, i nuovi casi positivi rilevati attraverso tamponi molecolari e test antigenici.

Umbria

Otto decessi in Umbria, ma relativi a settimane precedenti, mentre la curva epidemica “continua ancora in una forte discesa”, con l’indice Rt calcolato a 0,72 (0,68 quello italiano), mentre la scorsa settimana era 0,87. Lo ha detto Marco Cristofori, del nucleo epidemiologico della Regione nella conferenza stampa settimanale di aggiornamento sull’andamento della pandemia. In Umbria i nuovi positivi sono 30, con il totale che arriva a 56.619. Gli attualmente positivi sono 1.125.

Lazio

Sono 8.142 gli attualmente positivi al coronavirus nel Lazio, di cui 543 ricoverati, 108 in terapia intensiva e 7.491 in isolamento domiciliare. Dall’inizio dell’epidemia i guariti sono 327.563, i morti 8.242 su un totale di 343.947 casi esaminati: è quantp comunica il bollettino aggiornato della Regione Lazio.

Abruzzo

Sono 38 i nuovi casi di contagio registrati  in Abruzzo e risultati dai 4.807 test effettuati (3.221 tamponi molecolari e 1.586 test antigenici), con il totale dei contagi che da inizio emergenza sale a 74.399.  Il bilancio dei pazienti deceduti registra 1 nuovo caso e sale a 2.499. Il tasso di positività è pari allo 0.8 per cento.

Molise

In Molise 6 nuovi casi portano gli attualmente positivi a quota 90  eil totale dei contagiati da inizio pandemia a 13.625.

Campania

Sono 209 i nuovi positivi in Campania, di cui 48 sintomatici, su 8.883 tamponi molecolari processati. Lo comunica l’unità di crisi regionale. Sono 27 i deceduti, di cui sei nelle ultime 48 ore, e 753 i guariti. Dall’inizio dell’emergenza Covid ad oggi in Campania sono morte 7.315 persone risultate positive al Covid, mentre il totale dei guariti ammonta a 353.440. In terapia intensiva sono ricoverati 43 pazienti, mentre 482 sono i posti letto di degenza occupati.

Basilicata

In Basilicata su 845 tamponi molecolari processati solo 37 sono risultati positivi al Covid 19, mentre sono state registrate le guarigioni di 129 persone. Aieri erano 243.333 i lucani che avevano ricevuto la prima dose del vaccino (44,0 per cento) e 128.640 quelli che avevano ricevuto anche la seconda dose (23,3 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 371.973 su 553.254 residenti.

Puglia

Dopo l’aumento di ieri, oggi sono di nuovo in calo i nuovi casi di Covid 19 in Puglia a fronte però di una lieve diminuzione dei test. Su 6.405 tamponi, sono stati rilevati 123 contagi. Ieri erano 185 casi su 6.996 test. Sono stati registrati 8 decessi. Salgono a 230.425 i pazienti guariti. I casi attualmente positivi sono 14.877. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia dall’inizio dell’emergenza è di 251.880.

Calabria

In Calabria, ad oggi, il totale dei tamponi eseguiti raggiunge la crifa di 891.656 (+2.138). Le persone risultate positive al coronavirus sono 67.950 (+78 rispetto a ieri).  Il bollettino, inoltre, registra -284 attualmente positivi, -279 in isolamento, -4 ricoverati e, infine, -1 terapie intensive.  Sei i deceduti per un totale di 1.202 mortida inizio emergenza.

Sicilia

Sono 284 i nuovi casi di Covid 19 registrati oggi in Sicilia su 13.803 tamponi esaminati. Solo tre i morti e 242 i pazienti dimessi o guariti. In tutto nell’isola sono 7.361 gli attuali positivi – 39 in meno rispetto a ieri – e di questi 362 sono ricoverati in regime ordinario, 38 in terapia intensiva e 6.961 in isolamento domiciliare. 

Sardegna

Sono 56.956 casi di positività al Covid-19 accertati in totale in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 19 nuovi casi. In totale sono stati eseguiti 1.330.921 tamponi, per un incremento complessivo di 3.932 test rispetto al dato precedente. Non si registrano nuovi decessi (1.481 in tutto). Sono invece 87 (-7) le persone attualmente ricoverate in ospedale in area medica, mentre sono 5 (-1) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento
domiciliare sono 12.041 e i guariti sono complessivamente 43.342 (+90). Sul territorio, complessivamente accertati 56.956 casi positivi.

Buona risposta della popolazione italiana al piano vaccinale: il 95% dei vaccinati ha seguito la schedula vaccinale per la seconda dose, e a partire dal 15° giorno di somministrazione della prima dose si è osservata una riduzione progressiva del rischiodi infezioni, di ricovero e di decesso. Dopo sette settimane si è stimata una riduzione di circa l’80% per rischio di infezione, il 90% per il rischio di ricovero e il 95% per il rischio di decesso. Si legge nel sesto Rapporto prodotto congiuntamente dall’Istituto nazionale di statistica (Istat) e dall’Istituto Superiore di Sanita’ (Iss). Alla data del 7 giugno 2021 in Italia sono state somministrate 38.178.684 dosi di vaccino anti Covid, con un totale di 13.028.350 persone che hanno ricevuto due dosi di vaccino (24,01 % della popolazione over 12). L’82,2% della popolazione over 80 risulta aver completato la vaccinazione.

Contagi in calo da 12 settimane, un crollo dei ricoveri dell’84% in due mesi e decessi che nell’ultima settimana si attestano in media a 67 al giorno. Sono i numeri del nuovo monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe. Nella settimana 2-8 giugno 2021, rispetto alla precedente, si rileva una diminuzione del -31,8% di nuovi casi (15.288 rispetto a 22.412) e del -34,9% dei decessi (469 rispetto 720). In calo del -24,3% anche i ricoveri con sintomi (4.685 rispetto a 6.192) e del -30,4% delle terapie intensive (688 rispetto a 989). “Continua – afferma Renata Gili, responsabile Ricerca sui Servizi Sanitari Gimbe – il progressivo svuotamento degli ospedali. Dal picco del 6 aprile i posti letto occupati in area medica sono scesi da 29.337 a 4.685 (-84%) e quelli in terapia intensiva da 3.743 a 688 (-81,6%). Meno ripida invece la discesa della curva relativa alle persone in isolamento domiciliare, che dal picco del 28 marzo si sono ridotte da 540.855 a 176.353 (-67,4%). “Da 12 settimane consecutive – rileva Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione – il trend dei nuovi casi si conferma in discesa, sia per la ridotta circolazione del virus come dimostra la riduzione del rapporto positivi/casi testati, sia per la costante diminuzione dell’attività di testing che da un lato sottostima il numero dei nuovi casi e dall’altro ribadisce la rinuncia al tracciamento dei contatti, proprio ora che la ridotta incidenza dei casi ne permetterebbe la ripresa”. Nelle ultime 4 settimane il numero di persone testate settimanalmente si è ridotto, infatti, del 28,3%, scendendo da 2.614.808 a 1.875.575 con “notevoli e ingiustificate differenze regionali”: da 239 persone testate al giorno per 100.000 abitanti del Lazio a 64 persone per 100.000 abitanti della Puglia.

Stando al database della Johns Hopkins University, fino a questa mattina la pandemia da Covid-19 ha provocato a livello planetario almeno 174.327.080 contagi e 3.755.614 morti. Allo stesso tempo, la Jhu rileva che sul pianeta sono state già somministrate 2.212.661.914 dosi di vaccino. A livello di singoli paesi, gli Stati Uniti restano di gran lunga la nazione più colpita con 598.764 morti su 33.414.025 contagi totali. Sul fronte delle infezioni la classifica (limitatamente alle 16 nazioni che hanno oltrepassato i due milioni di casi, 12 delle quali sono ormai sopra i tre milioni) dopo gli Usa prosegue con l’India (29,18), che è stata travolta dalla pandemia e registra un nuovo record di morti, quindi con il Brasile (17,12), la Francia (5,78) che precede la Turchia (5.30) davanti alla Russia (5,15). Troviamo quindi la Gran Bretagna (4,55), l’Italia (4,23), l’Argentina (4,03), la Germania (3,71), la Spagna (3,71), la Colombia (3,63), l’Iran (2,99), la Polonia (2,87), il Messico (2,44), e l’Ucraina (2,27). Sollievo invece in Austria dove oggi, dopo oltre otto mesi, non sono stati registrati decessi collegati al Covid 19. Non accadeva dal 27 settembre 2020. 

Stati Uniti e Europa stanno premendo sulla Cina perché venga avviata una nuova, seria e trasparente indagine sulle origini della pandemia. L’ipotesi del virus sfuggito a un laboratorio non è tramontata e comunque i dubbi sulle cause della repentina  etravolgente diffusione dei contagi da Sars-CoV-2 non sono ancora stati chiariti.

Sorgente articolo:
Bollettino Covid Italia e Lombardia: 2.079 casi e 88 morti – IL GIORNO

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Primo su google
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Small Business CRM