Pagare 600 euro un cameriere è giusto? La gaffe di Salvini sul lavoro – Today.it

“Va fatta una riflessione sul reddito di cittadinanza” dice il leader della Lega Matteo Salvini che l’altroieri in tv ha rilanciato il cliché degli stagionali che rifiutano il lavoro per oziare sul divano. E sì perché, argomenta l’ex ministro, “molti imprenditori da nord a sud lamentano il fatto che si sentono dire troppi no da coloro ai quali propongono un posto di lavoro per la stagione estiva”. Non è che esiste anche un tema di salari bassi? Macché . “Ci sono dei contratti, non ci sono gli imprenditori sfruttatori”. No, no. Sono proprio i lavoratori (specie gli stagionali) ad essere dei pelandroni. “Molto semplicemente – dice il segretario della Lega – se tu prendi 600 euro per stare a casa a guardare la televisione e ti offrono 600 euro per andare a fare il cameriere la soluzione la lascio intuire…”. 

Una gaffe? Una voce dal sen fuggita? Se volessimo ridurre tutto a una questione di tifoserie diremmo che Salvini ha tutto il diritto di stare dalla parte degli imprenditori, come del resto sarebbe anche normale per il segretario di un partito di destra. Ma non si può tacere il fatto che dalle sue parole traspare una concezione del lavoro abbastanza umiliante. Com’è possibile pensare che 600 euro (sia pure per un part time) siano uno stipendio accettabile? E poi: vogliamo davvero raccontarci la favoletta che i contratti collettivi vengono rispettati alla lettera? La mentalità del resto è molto in voga (e non da oggi): “Poco è meglio di niente”. Solo che a furia di “nobilitare” il lavoro che a sua volta nobilita l’uomo abbiamo creato generazioni di lavoratori precari e sottopagati. Senza riuscire minimamente a fermare l’inarrestabile declino del Paese.

Poi certo, il “reddito di cittadinanza” può essere cambiato, spacchettato, ridotto, finanche abolito. Il problema si chiama lavoro. Che va pagato il giusto. Lo dimostra il caso Sammontana che ha appena assunto 352 operai stagionali dopo che negli uffici dell’azienda sono arrivate 2.500 richieste di lavoro. Come sarà mai possibile? Il motivo lo ha ben sintetizzato il segretario generale della Cgil di Lucca Rossano Rossi. “Perché è un’azienda seria: riconosce i diritti ai suoi lavoratori e, ogni mese, dà ai suoi dipendenti uno stipendio medio che consente loro di vivere in modo dignitoso”. Quanto a Salvini forse gli converrebbe tornare nel mondo reale: perché 600 euro in qualche città non bastano neanche a pagare l’affitto. 

Sorgente articolo:
Pagare 600 euro un cameriere è giusto? La gaffe di Salvini sul lavoro – Today.it

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Gestione Contatti
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Video Conferenze per B2B
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Il tuo Sito Web Personalizzato
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Ugo Fiasconaro