Quanto conoscono Torino i candidati alle primarie del Pd? I promossi e bocciati – Video – La Stampa

Tredici domande su alcune curiosità di Torino per vedere se i quattro candidati a sindaco che si fronteggeranno questo weekend per le primarie del centrosinistra sono preparati. A rispondere Enzo Lavolta, Stefano Lo Russo, Igor Boni e Francesco Tresso. La prima domanda è la data in cui venne fondata la città, e secondo un recente studio il compleanno di Torino dovrebbe essere il 30 gennaio 9 a. C.. Il significato della parola “Mai cuntent”, si tratta di un detto popolare che descrive l’atteggiamento dei piemontesi che non sarebbero mai contenti. Chi è l’architetto che ha costruito la chiesa Gran Madre di Dio. Il progetto fu opera di Ferdinando Bonsignore che diede alla chiesa forme e proporzioni ispirate dichiaratamente a quelle del Pantheon di Roma. L’anno della fondazione della Fiat, che è il 1899. Dove si trova la fetta di polenta che non si mangia, si tratta del famoso edificio in via Giulia di Barolo 9, progettato da Alessandro Antonelli e che ha come particolarità le sue forme trapezoidale-triangolare molto strette (16mX5mX54cm). Quando è stato costruito il borgo medievale e perché, l’anno è il 1884 epoca in cui a Torino ci fu l’esposizione generale italiana artistica e industriale, a differenza di molti che si confondono con l’esposizione successiva cioè quella del 1911. Cosa vuol dire cerea, è il tipico saluto piemontese. La data in cui Torino divenne la prima capitale italiana è il 1861 fino al 1864 quando venne poi spostata a Firenze. Tra i film che Dario argento ha girato a Torino ci sono “Profondo Rosso”, “Il gatto a nove code”, “Quattro mosche di velluto grigio”, “Non ho sonno”, “Ti piace Hitchcock”. In un’altra domanda c’è il perché il Toro sia il simbolo della città, secondo alcuni si tratta di una leggenda popolare che narra le imprese del toro dal pelo rosso che liberò la città da un drago. Anche se stando a un’altra teoria pare che la storia sull’origine del toro arrivi dal medioevo vista la moltitudine di analfabeti, per associare ad un determinato simbolo una persona o una qualsiasi entità. Per rendere più semplice il riconoscimento, solitamente, viene scelto una figura che ricorda il nome, nel caso di Torino, per assonanza il Toro che viene definita appunto figura parlante. Uno degli attori che scelse questa città per andarci a vivere fu Marcello Mastroianni che abitò in via Nicola Fabrizi dal 1928 al 1933. Le circoscrizioni torinesi sono 8.
Interviste di Francesca Lai

Sorgente articolo:
Quanto conoscono Torino i candidati alle primarie del Pd? I promossi e bocciati – Video – La Stampa

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloud Realtime
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999985 Ugo Fiasconaro