Trieste: focolaio tra i no green pass, nuovo record di contagi in città – Corriere della Sera

di Claudio Del Frate

In città registrati 155 contagi (su 243 dell’intera regione), 46 tra i partecipanti alle manifestazioni. L’epidemiologo: «È solo la punta dell’iceberg»

È in rapido peggioramento la situazione Covid a Trieste, teatro da settimane di proteste contro il green pass. La regione Friuli Venezia Giulia ha reso noto oggi che su 243 nuovi contagi registrati oggi, ben 155 riguardano il capoluogo; i sospetti che l’accelerazione nella circolazione del virus sia legata proprio alle manifestazioni di protesta comincia a farsi concreta; anzi i medici hanno individuato un focolaio scaturito proprio tra i partecipanti alle proteste. Trieste, ancor prima di questa impennata, era già la città d’Italia con la peggiore incidenza di contagi ogni 100.000 abitanti, ben 137 contro una media nazionale inferiore a 50.

L’aggiornamento sull’epidemia comunicato dal vice governatore Riccardo Riccardi parla dei 155 casi di Trieste a cui si aggiungono i 57 della provincia di Udine (la cui provincia ha però il doppio degli abitanti, i 27 di Gorizia e i 18 di Pordenone. Già nei giorni scorsi l’assessorato regionale alla sanità aveva detto di seguire da vicino proprio quanto stava accadendo a Trieste, considerato il «focus» più preoccupante .

Come detto, a spingere all’insù i nuovi contagi potrebbe essere un focolaio generatosi proprio durante i presidi no green pass, dove la gran parte dei partecipanti non indossava mascherina o dichiarava di non essersi vaccinata: tra di loro sono già 46 le persone che hanno contratto il Covid. Lo ha confermato l‘epidemiologo Fabio Barbone, che guida la task force per l’emergenza Covid in Friuli Venezia Giulia . Tra le persone infette, otto sono portuali, di cui sette di Trieste e uno di Monfalcone (Gorizia). Meno di dieci i casi secondari (vale a dire familiari dei malati a cui è stata trasmessa la malattia). Una persona, al momento, è stata ricoverata.

«Si tratta del focolaio più importante in regione – continua Barbone -, che siamo riusciti a individuare dopo un processo di contact tracing abbastanza complesso da parte del dipartimento di Prevenzione di Trieste e Gorizia: continuiamo a farlo, sempre che le persone partecipino e condividano questa informazione». «Questi dati – prosegue l’epidemiologo – per me sono solo la punta dell’iceberg. Attendiamo ancora di scoprire il numero di casi a Udine e Pordenone. Tali contagi sono frutto di contatti stretti, a meno di un metro. A contribuire canti e urla».

27 ottobre 2021 (modifica il 27 ottobre 2021 | 21:20)

Sorgente articolo:
Trieste: focolaio tra i no green pass, nuovo record di contagi in città – Corriere della Sera

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloud Realtime
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Il tuo Sito Web Personalizzato
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Ugo Fiasconaro