Covid Italia, oggi 12.448 contagi e 85 morti: ok del Cdm a decreto Super Green Pass in vigore dal 6 dicembre – Fanpage

Super Green Pass da subito in zona bianca, validità ridotta a 9 mesi e restrizioni uguali per tutti in zona rossa: sono queste le prime indiscrezioni che emergono dalla Cabina di Regia del Governo. Intanto è iniziato a Palazzo Chigi il Consiglio dei Ministri chiamato a decidere proprio sulle nuove norme. Allo studio anche l’obbligo vaccinale per alcune categorie, dal personale sanitario agli insegnanti. Intanto aumentano i morti per Covid in Italia, nell’ultimo bollettino 83 decessi a fronte di 10.047 contagi. Da oggi è possibile prenotare la 3 dose di vaccino dopo 5 mesi dal richiamo, tra oggi e domani Ema deciderà su vaccino per bambini da 5 a 11 anni. Agenas, in 8 regioni e province autonome cresce occupazione nei reparti. Alla Camera sette deputati positivi.

Nel mondo 258.830.653  contagi e 5.166.649 morti. In Israele via ieri alla vaccinazione per i bambini dai 5 agli 11 anni. Nel Regno Unito il 25% della popolazione ha fatto la terza dose: “Natale sarà sereno, no a piano B”. Ancora impennata di contagi in Germania, in Austria terzo giorno di lockdown generalizzato per vaccinati e non. Gli Usa sconsigliano viaggi in Germania e Danimarca.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

ATTIVA GLI AGGIORNAMENTI

7 minuti fa

Rasi: “Super Green pass fermerà il virus”

“Quello che si vuole fare con il Super Green Pass è poter identificare una comunità a minor rischio possibile, contro una comunità a maggior rischio reale. Quindi questi continui aggiustamenti del Green Pass vanno in questa direzione, seguendo i grandi numeri e si sa che con i grandi numeri alla fine bisogna tirare una linea. Questa linea non sarà la più giusta, probabilmente, ma sarà sicuramente quella che ridurrà ulteriormente la circolazione virale”. Così il professor Guido Rasi, ex capo dell’agenzia europea del farmaco Ema, direttore scientifico Consulcesi e consulente del commissario per l’emergenza Francesco Figliuolo, sulle nuove misure varate dal governo per il contenimento dell’emergenza Covid-19.

13 minuti fa

Super Green Pass, sindacati trasporti: “Temiamo criticità”

Pianificare i controlli del Super Green pass sui mezzi di trasporto pubblico locale in modo da “non penalizzare i tempi del servizio” e tutelare i lavoratori da eventuali aggressioni. È la richiesta che arriva dai sindacati del settore di Roma e Lazio dopo la nuova stretta, che potrebbe portare, temono, “criticità”.

23 minuti fa

Costa: “Nuove misure per non vanificare i risultati raggiunti”

“Le nuove misure decise nel Consiglio dei Ministri di oggi rappresentano un segnale significativo per gli oltre 45 milioni di concittadini che hanno aderito alla campagna vaccinale. La scelta del Governo di prevedere un green pass rafforzato esclusivamente per vaccinati e guariti va nella direzione di anticipare e non inseguire la recrudescenza della pandemia e conferma che lo strumento fondamentale per sconfiggere il virus è il vaccino. In questo modo non si vanificano i sacrifici dei nostri concittadini e il lavoro fatto in questi mesi. Altra novità di rilievo è senza dubbio l’estensione a militari, forze dell’ordine e personale scolastico dell’obbligo di vaccinazione, provvedimento di cui ho sempre sostenuto la necessità”. È quanto dichiara in una nota il Sottosegretario di Stato alla Salute Andrea Costa.

Draghi: “Per i vaccinati spero sia un Natale normale”

“Per i vaccinati spero sia un Natale normale”. Lo ha detto il premier Mario Draghi in conferenza stampa spiegando che se si mettono restrizioni, se prosegue la campagna vaccinale è perché “un Natale normale è quello che vogliamo riconquistare per tutti”.

Speranza: “Nei prossimi giorni nuove regole su viaggi Ue”

“Con tutta probabilità nei prossimi giorni ci sarà un aggiornamento delle regole di viaggio dell’Unione Europea. Noi leggeremo con grandissima attenzione gli esiti di questo confronto europeo e poi valuteremo se adeguare le nostre misure. Voglio ricordare che le misure vigenti nel nostro Paese sono misure comunque piuttosto robuste e tra quelle più significative tra i Paesi europei e del mondo”. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, rispondendo a una domanda in conferenza stampa a Palazzo Chigi in merito agli arrivi anche in vista delle festività.

Draghi ha ricevuto la terza dose di vaccino Covid

Il premier Mario Draghi ha dichiarato di aver ricevuto la terza dose del vaccino Covid in conferenza stampa a Palazzo Chigi.

Speranza: “Terza dose per over 18 dal 1 dicembre”

Super Green Pass, il premier Draghi in conferenza stampa sul nuovo decreto

“Situazione italiana oggi è sotto controllo, abbiamo tra i numeri migliori d’Europa grazie alla campagna vaccinale che è stata una successo notevole”, ha detto il premier Mario Draghi durante la conferenza stampa indetta dopo l’approvazione del Cdm al nuovo decreto che introduce il cosiddetto Super Green Pass.

Quali sono le province italiane con più casi Covid oggi

Quali sono le province italiane in cui è stato registrato oggi il maggior numero di casi Covid: impennata a Roma, Milano e Napoli. Ma attenzione anche a Padova, Bolzano e Trieste.

Milano, il prefetto scrive a Beppe Sala: invito uso mascherina all’aperto

Una lettera al sindaco Giuseppe Sala e a tutti i sindaci dell’hinterland è stata inviata dal prefetto di Milano Renato Saccone per invitarli a prevedere con eventuali ordinanze l’uso della mascherina anche in luoghi all’aperto dove ci sono particolari affollamenti, come i mercatini di Natale. La lettera è stata inviata al termine del comitato per l’ordine pubblico con l’obiettivo di far restare la Lombardia in zona bianca, nonostante l’aumento dei contagi.

Super Green Pass, via libero del Governo: cosa prevede il nuovo decreto

Ok unanime del Consiglio dei ministri al nuovo decreto legge che introduce il green pass solo per vaccinati e guariti dal Covid. La stretta arriva in vista del Natale e soprattutto con gli occhi puntati sull’aumento dei contagi e delle ospedalizzazioni delle ultime settimane. Perciò si è deciso di creare un doppio binario tra chi è immunizzato e chi invece sceglie di ottenere la certificazione verde con il tampone che rimarrà in essere solo in ambito lavorativo e per l’utilizzo dei mezzi di trasporto a lunga percorrenza. Il Super green pass sarà valido anche in zona bianca, a partire dal 6 dicembre, e durerà nella fascia più chiara fino al 15 gennaio.

Bollettino Coronavirus: oggi 12.448 contagi e 85 morti

Nelle ultime 24 ore in Italia sono stati diagnosticati 12.448 nuovi casi di Coronavirus secondo il bollettino di oggi, mercoledì 24 novembre I test effettuati tra tamponi antigenici e molecolari nell’ultima giornata sono stati 562.505. Si registrano ulteriori 85 morti per Covid. La Regione con il più alto numero di nuovi contagi su base giornaliera è la Lombardia.

Ok unanime Cdm a decreto su Super green pass

Il Consiglio dei ministri, a quanto si apprende, ha dato il via libera al decreto che rafforza le misure anti Covid con il Super Green pass. Il provvedimento e’ stato varato all’unanimità

Aumentano i contagi in Gran Bretagna, 43.676 nuovi casi

Nel Regno Unito continuano ad aumentare i casi di Covid: nelle ultime 24 ore sono stati registrati 43.676 contagi, in crescita rispetto ai 42.484 del giorno precedente. In tutto negli ultimi sette giorni sono risultati positivi in 303.071, l’11,1% in più rispetto alla settimana precedente.

In Germania il 69% è favorevole a vaccino obbligatorio

Cresce il numero dei cittadini tedeschi che si dice favorevole all’obbligo di vaccinazione contro il Coronavirus: secondo un sondaggio Yougov i cui dati sono stati divulgati oggi, il 69% del campione appoggia questa misura, contro il 23% che respinge tale ipotesi. Due settimane fa a favore era il 44% del campione, contro il 27% di contrari. Il 26 dicembre, a pochi giorni dall’inizio delle somministrazioni, il 56% voleva che la scelta di vaccinarsi restasse libera, contro il 33% era favorevole all’obbligo.

Covid, bollettino Valle D’Aosta: 36 nuovi casi in 24 ore

Nessun decesso e 36 nuovi casi positivi al Covid 19 in Valle D’Aosta. Da inizio epidemia, pertanto, le persone contagiate dal virus salgono a 12.855. I positivi attuali sono 466 di cui 453 in isolamento domiciliare 11 ricoverati in ospedale, 2 in terapia intensiva. Il totale complessivo dei guariti è di 11.911, + 13 rispetto a ieri. I casi complessivamente testati sono 96.187, i tamponi fino ad oggi effettuati 273.620. I decessi di persone risultate positive al Covid da inizio emergenza ad oggi in Valle d’Aosta sono 478.

In Italia ci sono ancora quasi 9 milioni di persone non vaccinate

Sono quasi 9 milioni le persone non ancora vaccinate in Italia. Nello specifico sono 8.519.914 i non vaccinati, tra cui ci sono anche le persone che non si possono vaccinare visto il loro quadro clinico e quelle che hanno fatto la prima dose, ma non hanno completato il ciclo vaccinale. Intanto il governo sta accelerando sulle terze dosi per affrontare la quarta ondata di contagi che sta colpendo tutta Europa. L’Italia fino a questo momento sembra essere stata meno colpita rispetto ad altri Stati, come la Germania o l’Austria: un dato che, secondo l’esecutivo e diversi esperti del mondo scientifico, è da riferire proprio all’alto tasso di vaccinazione nel nostro Paese.

Sileri, nessun Green Pass o obbligo vaccino per i bambini

“Sul vaccino ai bambini è verosimile che la decisione venga anticipata di uno o 2 giorni rispetto a quello che s’era detto, cioè il 29 novembre, insomma è imminente, direi che ai primi di dicembre sarà disponibile il vaccino per la fascia d’età tra i 5 e gli 11 anni. E per loro non è previsto Green Pass o obbligo”, a dirlo è il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri.

Sardegna, bollettino Covid: 206 contagi e un morto

Sono 206, rispetto ai 75 di ieri, i nuovi contagi da Covid-19 registrati oggi in Sardegna. Il tasso di positività sale all’1,5% visto che sono 3.283 le persone testate. Nelle ultime 24 ore anche un nuovo decesso: una donna di 69 anni, residente nella provincia di Nuoro. Mentre resta stabile il numero dei pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva, 13, calano quelli in area medica,
43 (5 in meno rispetto all’ultima rilevazione). Sono, invece, 2.386 i casi di isolamento domiciliare (156 in più).

Super Green Pass, Toti: “Dopo tanti sacrifici non possiamo permetterci ulteriori stop e incertezze”

“Dopo tanti sacrifici per ripartire non possiamo permetterci ulteriori stop e incertezze”, a dirlo è il governatore della regione Liguria Giovanni Toti che in un post su Facebook si è detto soddisfatto delle nuove norme su Green Pass in discussione al governo. “Per primi, nei giorni scorsi, avevamo chiesto al Governo di intervenire e diversificare il Green pass tra vaccinati e non vaccinati, così come avevamo auspicato l’introduzione dell’obbligo della terza dose per alcune categorie – si legge nel posto – stiamo ascoltando le decisioni prese dall’Esecutivo e sono soddisfatto che ancora una volta le Regioni, che vivono da due anni in prima linea la lotta al Covid, siano state ascoltate. Speriamo che tutto questo basti a garantire un Natale sereno per le nostre famiglie e la nostra economia”.

Nuove misure anti Covid e Super Green Pass, al via Cdm a Palazzo Chigi

È iniziato a Palazzo Chigi il Consiglio dei ministri chiamato a decidere delle nuove misure anti-Covid per contrastare la quarta ondata: in discussione ci sono l’adozione del super green pass – che taglia fuori i no vax – già in area bianca, e l’obbligo vaccinale da estendere a forze dell’ordine e personale scolastico

Covid, ad Aosta scatta obbligo mascherina all’aperto

Il sindaco di Aosta Gianni Nuti ha annunciato un’ordinanza per rendere l’obbligatoria la mascherina anche all’aperto per tutti i fine settimana fino alla fine delle vacanze natalizie. “Vogliamo dare un segno di mobilitazione e cercare di contenere i contagi, soprattutto pensando a momenti come lo scorso sabato quando la città ricordava i giorni della Fiera di Sant’Orso”, ha detto durante il Consiglio comunale.

Super Green Pass, sottosegretario ministero Interni: “Intensificheremo i controlli”

“Con introduzione del Super Green Pass, è intenzione del Viminale intensificare i controlli”, così su Twitter Carlo Sibilia, Sottosegretario al Ministero dell’Interno. “Come per le manifestazioni, avranno un ruolo fondamentale i prefetti e i Comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza pubblica. Dobbiamo collaborare tutti insieme ed evitare nuove chiusure”, ha concluso.

Cavaleri (Ema): “Ragionevole richiamo vaccino prima di 6 mesi”

Raccomandando un periodo di almeno sei mesi tra il completamento del ciclo vaccinale e il richiamo “ci basiamo sulle evidenze e studi che sono stati fatti, ma questo non vuol dire che nella situazione attuale non possa essere legittimo e ragionevole accorciare il periodo”, così il responsabile della task force vaccini anti-Covid dell’Ema Marco Cavaleri rispondendo ai giornalisti sulle raccomandazioni per l’utilizzo della dose di richiamo per i vaccini anti-Covid.

Putin: “Ho fatto vaccino nasale oltre alla terza dose”

“Esattamente sei mesi dopo l’inoculazione i miei anticorpi sono scesi e gli specialisti hanno raccomandato una procedura di rivaccinazione, che è quello che ho fatto un paio di giorni fa”, ha detto il presidente russo Vladimir Putin spiegando di aver testato personalmente un vaccino intranasale contro il coronavirus. “All’inizio l’ho fatto come iniezione poi, dopo una conversazione con Denis Logunov, vice direttore di ricerca del Centro nazionale di ricerca di epidemiologia e microbiologia Gamaleya, lui è venuto e mi ha fatto personalmente la seconda metà di questa procedura, cioè questa polvere intranasale”, ha concluso.

Pregliasco su Super Green Pass: “Fare presto per limitare colpo di coda della pandemia”

“Bene il Super Green pass già dalla zona bianca, ma bisogna fare presto per ridurre il rischio di andamento esponenziale della curva dei contagi”, a dirlo a Fanpage.it è Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università di Milano che ha così commentato le indiscrezioni emerse al termine della Cabina di regia, appena conclusasi. Il provvedimento, che verrà discusso nel pomeriggio in Consiglio dei Ministri e che dovrebbe partire dal 6 dicembre in tutte le Regioni con restrizioni solo per non vaccinati, qualunque sia la fascia di colore di appartenenza, viene definito dall’esperto “importante”.

Di Maio: “Non possiamo permetterci nuovo lockdown”

“L’Italia è un modello per tutto il mondo: 45 milioni di persone hanno completato il ciclo vaccinale, oltre l’86% delle persone è vaccinata. Solo grazie agli italiani che hanno completato il ciclo vaccinale ci e’ possibile lasciare aperto gli impianti economici, far correre l’economia. Servono misure più rigide per lasciare aperto il Paese e far camminare l’economia e soprattutto rispettare quei 45 milioni di italiano che si sono vaccinati, bene, si assumano queste misure perché non credo che ci possiamo permettere un altro lockdown”, a dirlo è il ministro degli Esteri Luigi Di Maio dopo la risalita dei contagi registrata negli ultimi giorni e in vista delle nuove misure di contenimento in discussione al governo.

Obbligo vaccinale per docenti e forze dell’ordine da metà dicembre: tutte le novità

Il governo ha deciso di estendere l’obbligo vaccinale, già introdotto nei mesi scorsi con il primo ciclo per il personale sanitario e per le Rsa, anche ad altre categorie. L’idea è quella di immunizzare le categorie di lavoratori normalmente a contatto con il pubblico: il vaccino diventerà quindi obbligatorio per il personale scolastico – nelle scuole si osserva maggiormente la risalita dei casi, visto che la fascia under 12 non è ancora inclusa nella platea vaccinabile – e per le forze dell’ordine, tutto il comparto difesa e sicurezza. L’obbligo, contenuto nel decreto sul Super Green pass, potrebbe scattare dal prossimo 15 dicembre. E sempre dal 15 dicembre dovrebbe partire anche l’obbligo di terza dose per medici, ospiti e personale delle Rsa, per i quali era già obbligatorio il vaccino per prima e seconda dose.

Antonelli (Policlinico Gemelli di Roma): “In intensiva 20% vaccinati con altre malattie”

“Fino a tre settimane fa, in terapia intensiva avevamo il 95% di non vaccinati e il 5% di vaccinati: ora la percentuale di vaccinati ricoverati in intensiva è salita Al 20%. Sono tutte persone con altre malattie o condizioni preesistenti, ovvero con una debolezza intrinseca e che, nonostante il vaccino, non riescono a essere del tutto protette dalle conseguenze del virus. In questi casi, l’infezione fa da detonatore facendo precipitare la situazione di un equilibrio precario”, così Massimo Antonelli, direttore dell’Istituto di Anestesia e Rianimazione del Policlinico Gemelli di Roma.

Super Green Pass: alle 18 conferenza stampa di Draghi, Speranza e Gelmini

Dopo il Consiglio dei Ministri di oggi il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, terrà una conferenza stampa insieme ai ministri della Salute Speranza e degli Affari regionali Gelmini, presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio (orario stimato ore 18.00). Lo rende noto Palazzo Chigi.

Il Green Pass verrà richiesto anche negli hotel

Il super Green Pass verrà richiesto anche dalle strutture alberghiere. Ai turisti che soggiornano verrà quindi chiesto di mostrare il passaporto vaccinale, misura che finora non era prevista. Lo apprende l’Adnkronos da fonti presenti alla cabina di regia tra il premier Mario Draghi e i capidelegazione delle forze di maggioranza sulle nuove misure anti-Covid.

Ecdc: “Si somministrino dosi di richiamo a tutti gli over 18”

Chiudere il “divario immunitario, offrire dosi di richiamo a tutti gli adulti e reintrodurre misure non farmaceutiche”. Questi gli interventi richiesti dalla direttrice del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie Andrea Amman in una nota che accompagna il parere aggiornato dell’Agenzia Ue sulla situazione epidemiologica del Covid in Europa. Senza questi interventi, avverte Ammon, l’impatto della variante Delta in dicembre e gennaio sarà particolarmente pesante. La priorità, sottolinea l’Ecdc, è completare il ciclo vaccinale di chi non è ancora immunizzato. “Abbiamo a disposizione vaccini sicuri ed efficaci – si legge nella nota firmata da Ammon – e fino a quando una parte più ampia della popolazione ammissibile non sarà immunizzata, gli interventi non farmaceutici devono continuare a far parte della nostra routine quotidiana”. “I Paesi – aggiunge la direttrice dell’Ecd – dovrebbero anche prendere in considerazione una dose di richiamo per tutti gli adulti di età pari o superiore a 18 anni, con priorità per le persone di età superiore ai 40 anni. La dose di richiamo è raccomandata non prima di sei mesi dopo aver completato il primo ciclo”.

Cabina di regia: “In zona rossa limitazioni per tutti”

Non cambieranno le regole in zona rossa, quindi le limitazioni agli spostamenti e le chiusure scatteranno per tutti, anche se vaccinati. È quanto emerge dalla cabina di regia sul Covid a Palazzo Chigi.

Il Green Pass durerà 9 mesi e non più 12

Burioni: “Insensato far entrare al lavoro, in metropolitana e a scuola chi non è vaccinato”

“Fare portare la mascherina all’aperto a chi ha fatto la terza dose e allo stesso tempo consentire l’ingresso in metropolitana, a scuola, al lavoro etc. a chi non è vaccinato ha davvero poco senso dal punto di vista medico”. A scriverlo in un tweet il professor Roberto Burioni.

Spagna, incidenza dei contagi tre volte superiore tra i non vaccinati

L’incidenza settimanale dei casi di Covid tra persone non vaccinate in Spagna è quasi tre volte più alta rispetto a quella tra chi si è vaccinato: lo rende noto una nuova statistica pubblicata dal Ministero della Sanità. Secondo questi dati, l’incidenza media registrata tra il 20 settembre e il 14 novembre tra le persone vaccinate è di 23 casi ogni 100mila abitanti, mentre tra i non vaccinati è di 64,5 casi. Nel Paese iberico ha completato un ciclo di vaccinazione l’89,2% della popolazione over 12. Tra le persone di età compresa tra i 60 e gli 80 anni, il rischio di morire per il Covid è 25 volte superiore tra le persone non vaccinate, aggiunge il Ministero della Sanità spagnolo.

Cambia il sistema a colori, le chiusure verranno decise localmente: cosa emerge dalla Cabina di regia

Un nuovo incontro tra governo e Regioni è previsto tra un’ora, alle 13.30: si dovrà fare il punto sulla stretta alle misure anti Covid da portare in Consiglio dei ministri nel pomeriggio. Intanto, dalla cabina di Regia, oltre al via libera al Super Green Pass già in zona bianca, emergono altre novità. Si valuta di modificare il sistema delle Regioni a colori e decidere invece localmente sulle chiusure e sulle restrizioni per fermare i contagi. Si parla poi anche dell’ipotesi di introdurre il Green Pass anche sul trasporto pubblico regionale e interregionale.

Cabina di regia: “Super Green Pass da subito anche in zona bianca”

Stando a indiscrezioni che trapelano dalla cabina di regia il cosiddetto “Super Green Pass” dovrebbe entrare in vigore da subito e già dalla zona bianca.

Slovacchia, la presidente: “Lockdown indispensabile”. Nel paese solo il 47% di vaccinati

La Slovacchia sta affrontando la peggiore situazione pandemica del Covid-19: gli ospedali sono al collasso e il numero dei contagiati sta crescendo. Secondo la presidente Zuzana Caputova, un lockdown è a questo punto indispensabile. “Stiamo perdendo la lotta al Covid, siamo i peggiori nel mondo in termini di nuovi contagiati per un milione di abitanti. Dobbiamo limitare la mobilità, abbiamo bisogno di un lockdown. Tale misura, raccomandata dagli esperti, deve
colpire tutti”, ha detto Caputova dopo una visita ad un ospedale di Bratislava. Nella Slovacchia su oltre 5 milioni di abitanti il numero dei nuovi casi del coronavirus ha superato ieri 10 mila. Negli ospedali sono ricoverate 3.200 persone. La percentuale dei vaccinati è fra le più basse d’Europa, al 47,33%.

L’Ordine di Foggia ha sospeso 20 medici No Vax

Il Consiglio direttivo dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della provincia di Foggia ha sospeso 20 iscritti che non si sono sottoposti all’obbligo vaccinale anti Covid. Questi non avranno più il “diritto di svolgere prestazioni o mansioni implicanti contatti interpersonali”. Lo rende noto lo stesso Ordine foggiano dopo aver preso atto dell’adozione da parte della ASL Foggia degli atti di accertamento relativi al mancato assolvimento dell’obbligo vaccinale. Il provvedimento – è detto in una nota – “manterrà la sua efficacia fino all’assolvimento dell’obbligo vaccinale o, in mancanza, fino al completamento della campagna vaccinale ovvero fino alla durata del periodo emergenziale dichiarato dalle Autorità a causa della pandemia”.

Toscana, l’epidemia peggiora: aumentano i contagi anche se diminuiscono i tamponi

I nuovi casi registrati in Toscana sono 391 su 28.195 test di cui 8.905 tamponi molecolari e 19.290 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 1,39% (4,7% sulle prime diagnosi). Lo riferisce il presidente della Regione, Eugenio Giani. Rispetto a ieri c’è un rialzo dei nuovi casi (erano stati 370) su quasi 10.000 esami totali effettuati in meno (erano stati 38.780 test di cui 8.627 tamponi molecolari e 30.153 test rapidi), pertanto il tasso dei nuovi positivi sale di quasi mezzo punto (ieri era stato di 0,95%).

Terza dose vaccino Covid, da oggi le prenotazioni: come fare regione per regione

A partire da oggi in tutta Italia gli over 40 possono prenotare la terza dose di vaccino anti Covid con Pfizer o Moderna dopo cinque mesi dalla  conclusione del primo ciclo vaccinale. Ecco come fare, regione per regione.

Zaia: “Contrario all’obbligo vaccinale, non è praticabile”

“Non sono per l’obbligo vaccinale perché non è praticabile: abbiamo i bimbi che hanno l’obbligo vaccinale e queste vaccinazioni non sono praticate da tutti. Nessuna campagna vaccinale al mondo ha il 100% di adesioni, ma se ci pensiamo e torniamo sul Covid, c’è già un obbligo vaccinale per i sanitari. A voi risulta che i sanitari si siano vaccinati nonostante l’obbligo vaccinale? No. Piuttosto fanno ricorso, piuttosto si fanno sospendere dal lavoro, ma non si vaccinano”. A dirlo il presidente della regione Veneto Luca Zaia a Rtl 102.5.”Cosa significa obbligo vaccinale? Qualcuno dovrebbe spiegare a me che dovrò organizzare le vaccinazioni come si applica – aggiunge -. Se sono d’accordo a prevedere l’obbligo di Green Pass anche per i trasporti pubblici? Se permetti a qualcuno di andare a lavorare con il tampone, per la proprietà transitiva deve andare in qualche modo a lavorare. Anche il Super Green Pass e l’eventuale utilizzo del tampone o meno, è tutto collegato a una serie di ragionamenti che devono concatenarsi l’un con l’altro: è inutile garantire il tampone al posto di lavoro se poi nel trasporto pubblico non lo garantisce. Green Pass con tampone e vaccino per il trasporto pubblico? Ce lo deve dire la comunità scientifica. In questo Paese si fa tanta confusione: il tampone quanto deve durare? Ce lo dice la comunità scientifica in base ai dati che ha, di certo non io che non sono un medico”.

Russia, altri 33.558 nuovi casi di Covid-19 e 1.240 decessi

In Russia nelle ultime 24 ore sono stati registrati 33.558 nuovi casi di Covid-19 e 1.240 decessi provocati dalla malattia: lo riferiscono le agenzie di stampa Interfax e Tass citando i dati del centro operativo nazionale anti-coronavirus. Secondo la Tass, il numero di nuovi casi in un giorno è il più basso registrato nel Paese dallo scorso 16 ottobre. Sia il 19 sia il 20 novembre il centro operativo anti-coronavirus ha registrato 1.254 decessi provocati dalla malattia nelle 24 ore precedenti: il numero più alto rilevato in un giorno nel Paese dall’inizio dell’epidemia. Stando ai dati ufficiali, in Russia dall’inizio dell’epidemia sono stati registrati 9.434.393 casi di Covid-19 e 267.819 decessi provocati dalla malattia.

Veneto, 1.931 nuovi contagi e 4 morti

In Veneto sono 1.931 i nuovi contagi da SarsCov2 registrati nelle ultime 24 ore, che portano il totale a 505.234. Vi sono anche 4 morti, con il totale a 11.922. I dati emergono dal bollettino regionale. L’incidenza dei casi su 90.592 test effettuati (23.285 molecolari e 67.307 rapidi) è del 2,1%. Gli attuali positivi sono 23.825, 1.173 in più rispetto a ieri. Sul fronte clinico, i numeri crescono con 431 ricoveri in area non critica (+19) e 78 (+1) in terapia intensiva.

Alle 11 la cabina di regia sul Super Green Pass, nel pomeriggio il Cdm

Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha convocato per le 11 la cabina di regia che dovrà valutare le nuove misure per fronteggiare la quarta ondata di Covid. Il Consiglio dei ministri dovrebbe tenersi nel pomeriggio alle 15,30.

Veneto, leader No Vax ricoverato in terapia intensiva

Lorenzo Damiano, leader No Vax veneto e membro del movimento ‘Norimberga 2′ con cui si era candidato alle ultime elezioni per il sindaco di Conegliano, in provincia di Treviso, ha contratto il Covid ed è ricoverato in terapia sub intensiva all’ospedale di Vittorio Veneto. Il contagio del 56enne, spiegano i giornali locali, sarebbe avvenuto durante un pellegrinaggio a inizio novembre a Medjiugorje, a inizio novembre. Nel suo attivismo antivaccinista, Damiano aveva mescolato posizioni anti-sistema, invocando una “Norimberga 2” contro i promotori delle vaccinazioni, con una sorta di fondamentalismo religioso e
i consueti slogan contro la “dittatura sanitaria”, no Green Pass, libertà vaccinale e terapie mediche domiciliari. Alle ultime comunali la sua sigla aveva ottenuto il 2,78%.

Piacenza, anziana festeggia i 102 anni con la terza dose di vaccino

Rosa, una donna piacentina, ha festeggiato il 102esimo compleanno con la terza dose di vaccino anticovid. Nei giorni scorsi l’anziana si è recata all’hub vaccinale di Piacenza accompagnata dal figlio e a medici ed infermieri che, colpiti dalla sua tempra, le hanno chiesto quale fosse il segreto della sua longevità, lei ha risposto con un sorriso. “Non so. mi vogliono tutti bene: sarà per questo?”. Alla fine, come si legge nel post pubblicato su Facebook dal Ausl, Rosa ha salutato i sanitari del centro vaccinale dicendo: “Ci vediamo il prossimo anno per il richiamo”.

Palù dice che non si esclude l’obbligo vaccinale Covid per i bambini tra 5-11 anni

Record di contagi in Ungheria: 12.637 in 24 ore

Il premier ungherese, Viktor Orban, durante il suo intervento al Parlamento europeo

Il premier ungherese, Viktor Orban, durante il suo intervento al Parlamento europeo

L’Ungheria ha registrato oggi un numero record di nuovi casi giornalieri di Covid. Nelle ultime 24 ore, infatti, il Paese ha confermato 12.637 contagi. La media su sette giorni è ora di 9.435, in aumento rispetto ai 7.369 di una settimana fa, secondo l’agenzia Reuters. Il tasso di vaccinazione dell’Ungheria è inferiore alla media dell’Unione Europea, con il 60% della popolazione che ha ricevuto finora una sola dose.

L’OMS: “L’uso della mascherina può scongiurare 160 mila morti in Europa entro marzo”

“Oggi solo il 48% dei residenti nella regione indossa una mascherina quando esce di casa”. Lo rivela l’Oms Europa, in una nota in cui lancia l’allarme per il rischio che a marzo 2022 possano esserci oltre 2 milioni di decessi per Covid-19. Gli esperti dell’Organizzazione mondiale della sanità ricordano come un recente studio abbia stabilito che “l’uso della mascherina riduce l’incidenza di Covid del 53%”. Quindi, se a oggi “si raggiungesse una copertura dell’uso delle mascherine del 95% della popolazione, si stima che entro il primo marzo 2022 si potrebbero prevenire oltre 160mila decessi”, sottolinea l’agenzia.

Israele dimostra che la terza dose di vaccino Covid funziona e salva vite

Palù (Aifa): “EMA potrebbe decidere tra oggi e domani sui vaccini ai bambini dai 5 agli 11 anni”

Giorgio Palù (AIfa)

Giorgio Palù (AIfa)

Sul vaccino anti-Covid per la fascia 5-11 anni “l’Ema potrebbe anticipare una decisione già tra oggi e domani”. Lo ha detto il presidente dell’Aifa, Giorgio Palù, ospite di ‘Buongiorno’ su SkyTg24. In seguito alla decisione dell’Ema, “può arrivare una decisione dell’Aifa entro 24 ore” e su quando potrebbero partire le vaccinazioni anti-Covid in Italia nei bambini 5-11, Palù ha sottolineato “possibile anche da lunedì”.

Alto Adige, 20 comuni da oggi in zona rossa: coprifuoco alle 20 e locali chiusi alle 18

A partire dalla mezzanotte di oggi in Alto Adige sono scattate le nuove misure anti-contagio e 20 Comuni sono entrati in ‘zona rossa’ per i troppi casi di Covid-19. Nella provincia più settentrionale d’Italia – dove ormai da circa tre settimane sono tanti i casi giornalieri di coronavirus e bassa è la percentuale di persone immunizzate – la nuova ordinanza prevede nuove misure restrittive. Nella provincia di Bolzano l’incidenza settimanale attualmente risulta paragonabile a quella di Germania o Svizzera con importanti variazioni tra i singoli Comuni. Il dato è di 430 casi per 100 mila abitanti nella media settimanale. Nei Comuni laddove un’alta incidenza si affianca ad un basso tasso vaccinale è stato imposto il coprifuoco dalle ore 20 alle 5 del mattino con uscita solo per motivi di lavoro, sanitari o comunque di emergenza, e la chiusura dei locali alle 18. I territori comunali in ‘zona rossa’ – ci resteranno per i prossimi 14 giorni – sono due della turistica Val Gardena, Ortisei e Santa Cristina, piu’ Rodengo, San Pancrazio, Caines, Vandoies, Ultimo, Martello, Castelbello-Ciardes, Naz-Sciaves, Senales, Plaus, Castelrotto, Marlengo, Laion, Postal, Moso in Passiria, Funes, Rasun Anterselva e Rio di Pusteria.

Francia, incidenza alle stelle tra i bambini: chiuse seimila classi

Nel giro di una settimana, il tasso di incidenza dei contagi da Coronavirus tra i bambini di età compresa tra i 6 e i 10 anni si è moltiplicato per 2,5 in Francia ed è attualmente a 340 casi per 100mila abitanti, contro una media nazionale per gli adulti ferma a 191. Lo riporta la stampa francese, ricordando che l’8 novembre era a 80. Superiore alla media generale anche il tasso dei contagi tra i ragazzi tra gli 11 e i 14 anni, con 208 casi. Ieri il ministro dell’Istruzione, Jean-Michel Blanquer, ha reso noto che seimila classi sono state chiuse a causa dei contagi. I medici insistono sulla necessità di vaccinare i più piccoli: “Dobbiamo porci il problema: è anche un modo per evitare che i piccoli trasmettano il virus a persone più fragili, come ad esempio i nonni o a persone a loro vicine, affette da malattie gravi”, afferma Jean-Michel Molina, capo del reparto malattie infettive dell’Ospedale Saint-Louis, che fa parte del consorzio pubblico degli ospedali universitari dell’area di Parigi, citato da Bfmtv.

Alle 11 la cabina di regia per decidere le nuove misure anti Covid

È stata fissata per le 11 di questa mattina la cabina di regia tra il Presidente del Consiglio Mario Draghi e le forze di maggioranza per decidere delle nuove misure anti-Covid per contrastare la quarta ondata. Già in giornata, probabilmente nel primo pomeriggio, dovrebbe tenersi il Consiglio dei ministri per varare le norme con cui il governo punta ad arginare la corsa del virus.

Germania, 66.884 nuovi casi e 335 morti. Incidenza record

In Germania nelle ultime 24 ore sono stati 66.884 i nuovi casi di contagio registrati dalle autorità sanitarie, per un’incidenza settimanale per 100mila abitanti che fa registrare il nuovo picco di 404,5 casi. I decessi attribuiti al Covid-19 nello stesso lasso di tempo sono stati 335, per un totale da inizio pandemia di 99.768.

In Italia l’84,12% della popolazione ha completato il ciclo vaccinale

In Italia sono state somministrate 93.929.973 dosi di vaccino, il 92,4% del totale di quelle consegnate, pari finora a 101.693.473 (nel dettaglio 71.421.239 Pfizer/BioNTech, 16.881.527 Moderna, 11.544.595 Vaxzevria-AstraZeneca e 1.846.112 Janssen). È quanto si legge nel report del commissario straordinario per l’emergenza sanitaria aggiornato alle 06.11 di oggi. Sono state somministrate 763.690 dosi addizionali pari all’85,31% della popolazione potenzialmente oggetto di tali somministrazioni ed effettuati 3.909.087 richiami (booster) al 29,10% della popolazione potenzialmente oggetto di dose booster che ha ultimato il ciclo vaccinale da almeno sei mesi. Le persone che hanno avuto almeno una prima dose sono 46.928.704, l’86,89% della popolazione over 12, mentre quelle che hanno completato il ciclo vaccinale sono 45.435.706, pari all’84,12% della popolazione over 12.

Le notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, mercoledì 24 novembre

Sono stati 10.047 ieri i nuovi casi di Covid-19 registrati in Italia mentre i decessi 83. Il totale delle infezioni nel nostro Paese dall’inizio della pandemia sale così a 4.942.135 mentre i morti totali dall’inizio dell’emergenza Covid-19 in Italia sono 133.330. Nell’ultima giornata sono stati eseguiti 689.280 test, tra tamponi molecolari e antigenici, con il tasso di positività che si attesta all’1,5%. Gli attualmente positivi salgono a quota 154.510. I guariti totali sono 4.654.295 (+6.965 ). La regione con più casi giornalieri è la Lombardia. Questa la situazione Regione per Regione:

    • Lombardia: +1.668
    • Veneto: +1.632
    • Campania: +750
    • Emilia Romagna: +850
    • Lazio: +1456
    • Piemonte: +639
    • Sicilia:+505
    • Toscana: +370
    • Puglia: +249
    • Friuli-Venezia Giulia: +414
    • Marche: +264
    • Liguria: +350
    • Calabria: +163
    • Abruzzo: +115
    • P.A Bolzano: +252
    • Sardegna: +76
    • Umbria: +68
    • P.A Trento: +101
    • Basilicata: +37
    • Molise: +1
    • Valle d’Aosta: +68

Nel mondo i contagi accertati sono 258.830.653, i decessi 5.166.649. Le dosi di vaccino somministrate sono 7.450.367.219, in larga parte nei paesi a reddito alto.

91 CONDIVISIONI

Sorgente articolo:
Covid Italia, oggi 12.448 contagi e 85 morti: ok del Cdm a decreto Super Green Pass in vigore dal 6 dicembre – Fanpage

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Il tuo sito web Personalizzato
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Primo su google
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Gestione Lead