Scuola, più che raddoppiati contagi e quarantene tra gli studenti: ritorno in Dad per 900 classi in Lombardia – Corriere Milano

di Sara Bettoni

Il report di Regione Lombardia: 15 mila alunni in quarantena al 21 novembre (due settimane fa erano 6.600). Sale il tasso di incidenza dei casi, soprattutto nella fascia 6-10 anni. Numeri più contenuti tra i ragazzi vaccinati

Contagi in aumento tra i banchi di scuola (come comportarsi? La guida). Secondo l’ultimo report di Regione Lombardia al 21 novembre si contavano 902 classi e 15.305 studenti in quarantena a causa del Covid, oltre a 1.150 operatori scolastici. «La ripresa dei contagi nelle ultime settimane di osservazione — si legge nel documento — ha determinato un aumento degli alunni posti in quarantena in tutti i gradi di scuola, con un impatto meno evidente nella scuola secondaria di secondo grado popolata da alunni in età vaccinabile» (qui la guida per le famiglie).

Il bilancio dei contagi

Nell’ultimo monitoraggio del 7 novembre le classi in quarantena erano 370, pari a 6.681 alunni. Nel confronto con le precedenti settimane si deve tenere conto anche del nuovo protocollo elaborato dall’Istituto Superiore di Sanità, dal ministero della Salute, da quello dell’Istruzione e dalle Regioni, che riduce parzialmente le quarantene. In base alle regole in vigore dal 3 novembre gli studenti della primaria e delle secondarie si sottopongono a un tampone appena ricevono la notifica dalla scuola e a un secondo test dopo 5 giorni. L’intera classe va in quarantena solo se risultano più di due positivi.

I contagi alla primaria

La crescita dei contagi è più forte tra gli alunni della primaria. Si contano in tutta la Lombardia oltre 6.100 alunni dai 6 ai 10 anni in didattica a distanza, contro i 2.233 di due settimane fa. I numeri sono quasi triplicati. In netto aumento anche l’incidenza, ovvero il tasso di contagi settimanali ogni 100 mila abitanti di questa fascia d’età. Si passa da 79 casi al 7 novembre a 157 nella settimana dall’8 al 14 fino ai 276 del periodo 15-21 novembre.

Le altre fasce d’età

«La nona e la decima settimana di rilevazione (08-21 novembre) mostrano un andamento dei contagi in crescita importante su tutte la fasce d’età — ricorda il report di Regione —, crescita relativamente più modesta nella fascia d’età 14-18 anni (fascia d’età soggetta a vaccinazione anti Covid-19)». Tra gli studenti delle superiori si sono registrati nell’ultima settimana 74 casi ogni 100 mila abitanti. Un valore più basso si ha solo tra i piccolini fino a 2 anni, che ovviamente hanno meno contatti sociali rispetto ai ragazzi. Per gli alunni dai 3 ai 13 anni l’incidenza è superiore ai 100 casi ogni 100 mila abitanti.

Il vaccino anti-Covid per i bambini

Come le altre Regioni, la Lombardia si prepara ad aprire le vaccinazioni ai bambini dai 5 agli 11 anni. È appena arrivata l’approvazione del vaccino per i più piccoli da parte dell’Agenzia europea del farmaco, ora si attendono gli altri necessari passaggi. Oltre all’aspetto organizzativo, si lavora anche a una comunicazione specifica per le famiglie. Nella diretta social promossa dalla Regione il 29 novembre sarà presente anche una pediatra, Marina Picca, per rispondere ai dubbi e alle domande delle mamme e dei papà. E in futuro verrà organizzato un incontro tra gli esperti e i pediatri del territorio.

Se vuoi restare aggiornato sulle notizie di Milano e della Lombardia iscriviti gratis alla newsletter di Corriere Milano. Arriva ogni sabato nella tua casella di posta alle 7 del mattino. Basta cliccare qui.

25 novembre 2021 (modifica il 25 novembre 2021 | 15:11)

Sorgente articolo:
Scuola, più che raddoppiati contagi e quarantene tra gli studenti: ritorno in Dad per 900 classi in Lombardia – Corriere Milano

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Gestione Contatti
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Webinar Prova Gratuita
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Ugo Fiasconaro