Spari al Trullo: l’uomo gambizzato è già noto alle forze dell’ordine. Il punto sulle indagini – RomaToday

E’ già noto alla giustizia per reati contro il patrimonio e inerenti gli stupefacenti ed è residente al Trullo il 43enne gambizzato poco dopo le 13:00 di oggi, giovedì 25 novembre, in via Montelupo Fiorentino. Ricoverato all’ospedale San Camillo, la vittima non è in pericolo di vita e sarà ascoltato appena possibile dagli agenti del XI Distretto di polizia del Commissariato San Paolo. 

Ma cosa è successo nella piccola strada residenziale del Municipio Arvalia? Chi ha sparato all’uomo? E soprattutto perché? Sono queste le domande a cui stanno cercando di trovare delle risposte gli investigatori. Gli spari sono stati segnalati al 112 da un uomo residente nella strada dove si è consumato l’agguato, a cui hanno fatto seguito altre chiamate al Numero Unico per le Emergenze. “Si stanno sparando al Trullo“, la richiesta d’intervento con l’arrivo poi sul posto della polizia. 

In via Montelupo Fiorentino gli agenti non hanno però trovato nessuno e nemmeno delle macchie di sangue, ma sei bossoli esplosi secondo quanto si apprende da un’arma semiautomatica. Un giallo che ha trovato una prima risposta un’ora dopo la prima richiesta d’intervento alle forze dell’ordine quando al pronto soccorso dell’ospedale San Camillo si è presentato un 43enne romano ferito con dei proiettili alle gambe.

Da qui un primo tassello, con gli investigatori del già Commissariato San Paolo impegnati nella ricostruzione della dinamica e soprattutto nella ricerca del o dei responsabili che hanno fatto fuoco. Via Montelupo Fiorentino è stata poi chiusa temporaneamente al traffico per consentire agli uomini della polizia scientifica di trovare elementi utili alle indagini. Gli inquirenti stanno indagano sul passato dell’uomo ed al momento non escludono nessuna ipotesi, dal regolamento di conti alla pista passionale, senza escludere, visti i precedenti dell’uomo, la pista della droga. 

Spari al Trullo contro un’auto 

Proprio al Trullo, in via di Vigna Ceccarelli, a poche centinaia di metri da dove oggi è stato gambizzato il 43enne, il 13 ottobre del 2020 fu teatro di un altro agguato nei confronti di un uomo, allora 47enne, affiancato mentre si trovava in viaggio sulla sua auto da uno scooterista che poi esplose due colpi di pistola che si conficcarono sulla portiera lato passeggero della macchina.

A chiamare il 112 in quel caso fu la stessa vittima che poi raccontò agli investigatori di non aver mai ricevuto minacce e soprattutto di non conoscere l’identità del suo aggressore. Colpi di arma da fuoco che anche in quel caso vennero esplosi in pieno giorno. Oggi un altro agguato, sempre alla luce del sole, sul quale la polizia sta cercando risposte. 
 

Sorgente articolo:
Spari al Trullo: l’uomo gambizzato è già noto alle forze dell’ordine. Il punto sulle indagini – RomaToday

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Il tuo sito web Personalizzato
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloud Realtime
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Video Conferenze per B2B