Covid, Germania record: quasi 76mila contagi. Gb: i casi continuano ad aumentare – Quotidiano.net

Roma, 25 novembre 2021 – Dopo il drammatico annuncio del ministro tedesco di qualche giorno fa – “a fine inverno tutti vaccinati, guariti o morti” -, si aggrava il bilancio delle vittime di Covid in Germania, che sono arrivate a superare le 10mila unità dall’inizio della pandemia. La più grande economia europea sta combattendo una nuova ondata di casi di Coronavirus e ha registrato 351 morti solo nelle ultime 24 ore, portando il bilancio delle vittime totale a 100.119, secondo i dati del Robert Koch Institute. Mentre le infezioni raggiungono un livello record – per la prima volta è stata superata la soglia dei 70mila casi giornalieri, con 75.961 nuove infezioni – e le unità di terapia intensiva si riempiono, la crisi sanitaria sta ponendo una sfida immediata al nuovo governo di coalizione destinato a prendere il posto del gabinetto di Angela Merkel.

Preoccupa nuova variante Covid tra Sudafrica e Botswana: ha 32 mutazioni

Covid, la mappa Ecdc

Il ministro tedesco: “A fine inverno tutti vaccinati, guariti o morti”

Gli altri Paesi

Italia: i dati Covid del 25 novembre 2021

La mappa Ecdc: i colori delle Regioni

Ma nel resto d’Europa la situazione non sembra più leggera. In Francia il ministro della Salute, Olivier Véran, ha annunciato una serie di misure destinate a contrastare la nuova ondata di contagi da Coronavirus. Torna obbligatoria la mascherina nei luoghi pubblici. L’obbligo sarà in vigore a partire da domani, ha detto, anche in quei luoghi in cui bisogna mostrare il pass sanitario. Inoltre, “i prefetti potranno rendere obbligatorie le mascherine anche in determinati eventi all’esterno, come per esempio i mercatini di Natale o le fiere dell’antiquariato. A partire dal 15 gennaio, il Green pass in Francia non sarà più valido senza la dose di richiamo. Questa data è ridotta al 15 dicembre per gli over 65. La vita diventerà anche un po’ più complicata per i non vaccinati. Da lunedì la validità dei test negativi, obbligatori per beneficiare del Green pass e accedere ai luoghi pubblici, passa a 24 ore, contro le 72 attuali. Inoltre, i test rimarranno a pagamento.

Austria, lockdown sino al 12 dicembre, corsa ai vaccini

In Gran Bretagna i casi di Covid continuano a crescere: nelle ultime 24 ore ne sono stati registrati 47.240, in aumento rispetto ai 43.676 del giorno precedente. I decessi sono stati 147, praticamente lo stesso numero di quelli di ieri (149). In aumento anche il tasso settimanale dei contagi, cresciuto del 9,5% sul periodo precedente, mentre il tasso di mortalità è diminuito del 14,8%.

Come annunciato, in Slovacchia parte oggi il lockdown di due settimane. Il vice premier Richard Sulik, dopo una riunione di governo, ha annunciato che da oggi e per due settimane la popolazione potrà uscire solo per andare al lavoro e per gli altri servizi essenziali. Nessuna deroga è prevista per i vaccinati, contrariamente a quanto previsto in un primo momento, ha detto Sulik. Le scuole resteranno aperte e gli studenti verranno sottoposti regolarmente a tampone, così come da lunedì sarà obbligatorio il tampone per chi si reca al lavoro. Ieri in Slovacchia sono stati registrati 10.315 contagi da Covid, un numero record, su una popolazione di 5,5 milioni di abitanti.

Stato di emergenza per 30 giorni in Repubblica Ceca per l’aumento dei casi di Covid-19: a partire da domani, il governo ha imposto nuove restrizioni tra cui la chiusura di tutti i mercatini di Natale e il divieto di bere alcol in luoghi pubblici e consumare cibo nei centri commerciali. Gli eventi sportivi e culturali dovranno rispettare la capienza massima di mille persone; pub, ristoranti e discoteche devono chiudere dalle 22 alle 5. La Repubblica Ceca ha registrato 18.004 nuove infezioni mercoledì, dopo il record di 25.877 nuovi casi il giorno prima. Gli ospedali nell’Est del Paese sono vicini alla saturazione e alcuni hanno iniziato a trasferire i pazienti in altre aree. “La situazione peggiorerà nelle prossime settimane, con un picco previsto intorno a Natale”, ha detto ai giornalisti Vojtech. Positivo anche il presidente Milos Zeman, nuovamente ricoverato in ospedale alcune ore dopo essere stato dimesso. 

Anche in Olanda situazione drammatica. Alcuni ospedali hanno deciso di interrompere i trattamenti di chemioterapia e i trapianti di organo per liberare letti in terapia intensiva a pazienti Covid. Lo ha reso noto la Dutch Hospital Association for Critical Care, spiegando che i pazienti con Coronavirus ricoverati in ospedale hanno raggiunto livelli record da maggio. E che tra poco più di una settimana le terapie intensive saranno al completo, se non si riesce a contenere il contagio. Diversi pazienti olandesi sono già stati trasferiti negli ospedali tedeschi. Domani è atteso in Olanda l’annuncio di nuove misure restrittive. “Ci sono ospedali in diverse regioni che stanno ridimensionando le cure”, ha detto un portavoce dell’Associazione ospedaliera. ”Stiamo parlando di cure che richiedono un letto. Ciò significa che molti appuntamenti vengono cancellati”, ha aggiunto.

Sorgente articolo:
Covid, Germania record: quasi 76mila contagi. Gb: i casi continuano ad aumentare – Quotidiano.net

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Webinar Online
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloud Real Time
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Pubblicità via Email
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Fiasconaro