Covid Italia, oggi 9.503 contagi e 92 morti: Super Green Pass, scaricati 1,3 mln certificati. Obbligo vaccino a New York per lavoratori: ultime news e bollettino – Fanpage

Oltre 1,3 milioni di Super Green Pass scaricati nelle ultime 24 ore in Italia, entra in vigore oggi il nuovo decreto. Il bollettino con i contagi di oggi: 9.503 casi e 92 morti. Da oggi Green Pass base obbligatorio su mezzi pubblici, Regioni chiedono moratoria per studenti. Vaccini, aumentano le somministrazioni di prime e terze dosi. A Napoli due amiche no vax muoiono a distanza di pochi giorni. Primo caso di variante Omicron in Sardegna. Almeno 4 regioni a rischio zona gialla entro Natale

New York impone l’obbligo vaccinale dal 27 dicembre per tutti i lavoratori, variante Omicron in almeno 15 Stati USA. Israele valuta quarta dose di vaccino per immunodepressi, oltre 1200 morti per Covid in Russia nelle ultime 24 ore. Fauci: “Dati Omicron incoraggianti, meno grave del previsto”.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

ATTIVA GLI AGGIORNAMENTI

9 minuti fa

Villani: “Bimbi serbatoio virus come no vax, serve vaccinarli”

“I bambini sono un serbatoio del virus insieme ai no vax. Dobbiamo vaccinarli” contro il covid “perché dall’esperienza del nostro ospedale abbiamo avuto la sfortuna e il dolore di doverci confrontare con casi molto complessi e gravi. Per cui la vaccinazione è importante per questo, non possiamo sapere da prima chi è il bambino che va incontro a una forma letale o grave, quindi vanno protetti. La vaccinazione è un diritto dei bambini esattamente come gli adulti”. Così Alberto Villani, direttore del Dipartimento di emergenza del Bambino Gesù di Roma, oggi in Regione Lazio a margine della presentazione della campagna di comunicazione per la vaccinazione pediatrica in collaborazione con l’ospedale pediatrico capitolino.

16 minuti fa

Covid Italia, oggi 9.503 contagi e 92 morti: il bollettino del 6 dicembre

Sono 9.503 i nuovi contagi da coronavirus in Italia e 92 i morti covid nelle ultime 24 ore secondo quanto emerso dal bollettino di oggi, lunedì 6 dicembre. Nell’ultima giornata sono stati effettuati 301.560 test, tra tamponi molecolari e antigenici, con il tasso di positività che si attesta al 3,2% (+0,3%)

21 minuti fa

Come si ottiene il Super Green Pass

Dal 6 dicembre entra in vigore il Super Green Pass, che si può ottenere con vaccinazione o guarigione dal Covid. Vediamo chi deve scaricarlo e come può fare.

44 minuti fa

Cosa ha detto Fabrizio Pregliasco a Fanpage.it sulla situazione Covid in Italia

M5S: “Con estensione certificazione e vaccini evitate chiusure”

“I numeri di questi giorni indicano con chiarezza che gli italiani hanno compreso che la strategia adottata dal Governo per fronteggiare la nuova ondata di Covid è quella giusta: ieri si è registrato il più alto numero di Green Pass scaricati, oltre un milione e trecentomila, e oggi, nel primo giorno di entrata in vigore della certificazione Covid rafforzata, la stragrande maggioranza delle persone sta dimostrando di condividere questa misura, che ha dimostrato di essere uno strumento imprescindibile per la tutela della salute e la tenuta dell’economia”. Così in una nota le deputate e i deputati del MoVimento 5 stelle in commissione Affari sociali.

Sileri: “Vacanze di Natale? Il mio consiglio è restare in Italia”

New York, scatta obbligo vaccinale per tutti i lavoratori

A New York scatta l’obbligo vaccinale per tutti i lavoratori del settore privato. Le decisione è stata annunciata dal sindaco uscente Bill de Blasio
ed è la prima nel suo genere negli Stati Uniti. Entrerà in vigore dal 27 dicembre. “Vogliamo così evitare una nuova ondata
di contagi, a partire da quelli legati alla variante Omicron”, ha spiegato de Blasio.

Covid Abruzzo, 89 nuovi casi 

 Sono 89 (di età compresa tra 2 e 80 anni) i nuovi casi positivi al Covid registrati oggi in Abruzzo, che portano il totale dall’inizio dell’emergenza a 89228. Il bilancio dei pazienti deceduti non registra nuovi casi e resta fermo a 2599. Centoventi pazienti (+5 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica; 8 (+1 rispetto a ieri) in terapia intensiva. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 1199 tamponi molecolari (1597484 in totale dall’inizio dell’emergenza) e 6126 test antigenici (1377669). Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 1.21 per cento.

Argentina autorizza uso di monodose Sputnik Light

Il vaccino contro il coronavirus Sputnik Light (costituito dal primo componente dello Sputnik V) applicato in dose singola e sviluppato in Russia dal Centro di ricerca Gamaleya, è stato autorizzato per uso di emergenza dal ministero della Salute argentino. La decisione, scrive l’agenzia di stampa Telam, è stata presa sulla base delle raccomandazioni dell’Amministrazione nazionale dei medicinali, degli alimenti e delle tecnologie mediche (Anmat), secondo cui questo vaccino “si presenta come uno strumento terapeutico sicuro ed efficace per abbassare la mortalità nel nostro Paese, ridurre la morbilità e diminuire la trasmissibilità del Covid-19 prodotta dal virus SARS-Cov-2”.

Si ammala di Covid e rifiuta le cure: quarantenne trovato morto in casa a Padova

Si era ammalato di Covid, le sue condizioni stavano peggiorando, ma continuava a rifiutare le cure del 118 e il ricovero in ospedale. Lo hanno trovato morto in casa sua, alla Guizza, Padova, nella mattinata di oggi, 6 dicembre.  Sono stati i vicini di casa a dare l’allarme, da un po’ non lo sentivano più tossire: i soccorritori sono arrivati e hanno trovato Marco Grasso, 46 anni, riverso a terra. A riportarlo è La Tribuna di Treviso.

“Le future pandemie potrebbero essere più letali”: l’allarme della ricercatrice che ha scoperto AstraZeneca

Sarah Gilbert

Sarah Gilbert

Secondo la professoressa Sarah Gilbert che ha scoperto il vaccino AstraZeneca contro il Coronavirus, la pandemia non è ancora finita e la prossima potrebbe essere ancora più letale.

Controllo Green Pass, aggiornata l’app Verifica C19 per esercenti

L’App Verifica C19 è stata aggiornata per permettere il controllo del Super Green Pass e del Green Pass base. Gli esercenti non dovranno quindi scaricare una nuova app ma solo aggiornare quella già in dotazione. La novità è stata resa necessaria dal decreto approvato dal governo dieci giorni fa.

Da 400 a 1000 euro di multa per chi non ha Green Pass rafforzato e base

Nella giornata di oggi 6 dicembre entra in vigore il nuovo decreto che distingue tra Green Pass base e rafforzato (esclusivamente per vaccinati e guariti). Quello base è obbligatorio per chi lavora e per chi sale sui mezzi pubblici. Chi non disporrà della certificazione verde sui mezzi e nei luoghi che prevedono l’obbligo andrà incontro a sanzioni. Chi entrerà in luoghi come ristoranti, bar al chiuso e discoteche senza certificazione verde rafforzata dovrà pagare da 400 fino a 1000 euro di multa. Lo stesso vale in caso di accesso senza pass ad eventi sportivi, feste, spettacoli e cerimonie pubbliche. Multe da 400 a 1000 euro anche per chi accede senza Green Pass base al trasporto pubblico locale, aerei, treni ad alta velocità, palestre, piscine e alberghi.

Israele, Comitato vaccini si riunirà per discutere su quarta dose

In Israele il Comitato consultivo sui vaccini del ministero della Salute si incontrerà in settimana per discutere l’opportunità di una quarta dose di vaccino contro il Covid. Se il provvedimento dovesse essere assunto, Israele sarebbe il primo Paese a consentire il nuovo richiamo del vaccino. Il piano in esame offrirebbe un richiamo solo alle persone ad alto rischio.

Ricoveri in terapia intensiva e in area medica, i dati Regione per Regione

Si avvicinano le festività natalizie e l’Italia inizia a passare in zona gialla. Entro le vacanze i territori nella prima fascia di restrizione potrebbero essere molti di più. Ad indicare il fattore di rischio, i dati di ricoveri e occupazione delle terapie intensive. Si tratta di due fattori importanti perché descrivono lo stato di salute delle strutture sanitarie sul territorio. La situazione Regione per Regione è indicata dai dati Agenas sui ricoveri. I numeri vengono aggiornati quotidianamente:

  • Abruzzo: 4% terapia intensiva, 9% area medica
  • Basilicata: 0% terapia intensiva, 4% area medica
  • Calabria: 10% terapia intensiva, 15% area medica
  • Campania: 4% terapia intensiva, 9% area medica
  • Emilia Romagna: 9% terapia intensiva, 9% area medica
  • Friuli Venezia Giulia: 16% terapia intensiva, 23% area medica
  • Lazio: 10% terapia intensiva, 11% area medica
  • Liguria: 10% terapia intensiva, 10% area medica
  • Lombardia: 8% terapia intensiva, 14% area medica
  • Marche: 12% terapia intensiva, 10% area medica
  • Molise: 3% terapia intensiva, 7% area medica
  • Provincia autonoma di Bolzano: 14% terapia intensiva, 19% area medica
  • Provincia autonoma di Trento: 9% terapia intensiva, 11% area medica
  • Piemonte: 6% terapia intensiva, 8% area medica
  • Puglia: 4% terapia intensiva, 5% area medica
  • Sardegna: 6% terapia intensiva, 5% area medica
  • Sicilia: 5% terapia intensiva, 8% area medica
  • Toscana: 9% terapia intensiva, 5% area medica
  • Umbria: 8% terapia intensiva, 6% area medica
  • Valle d’Aosta: 3% terapia intensiva, 21% area medica
  • Veneto: 12% terapia intensiva, 10% area medica

Russia, rilevati i primi due casi di variante Omicron nel Paese

Sono stati rilevati in Russia i primi due casi di variante Omicron del nuovo coronavirus. Lo ha annunciato Rospotrebnadzor, ente federale russo per la Protezione dei diritti dei consumatori e il benessere umano. I due contagiati erano di rientro dal Sudafrica. L’ente ha assicurato che tutti i cittadini che rientrano in Russia dal Sudafrica e Paesi limitrofi vengono testati alla frontiera al momento dell’arrivo. Tutti vengono esaminati e collocati in centri di osservazione istituiti appositamente per arginare la diffusione della variante Omicron.

Terza dose, Burioni: “Quanto dura la protezione? Troppo presto per dirlo”

Quanto durerà la protezione garantita dal vaccino anti-Covid dopo la terza dose? Secondo il virologo Roberto Burioni, si sa ancora troppo poco sulla protezione offerta dalla terza dose. Durante la puntata della trasmissione “Che Tempo che fa” andata in onda ieri sera su Rai 3, l’esperto ha sottolineato che la terza dose resta imprescindibile per “solidificare la protezione contro la malattia grave e per ristabilire la protezione contro l’infezione”. “Se le persone non si contagiano, non si diffonde il virus. Quanto durerà la protezione della terza dose non lo sappiamo. Chi lo dice tira a indovinare. Noi ci basiamo sui dati e osserviamo. La scienza ci dà un’indicazione precisa per il presente: questo è un vaccino sicuro ed efficace che solo in Europa ha salvato mezzo milione di persone dalla morte”.

Belgio, contagi record e violenza durante i cortei contro le restrizioni a Bruxelles

Bruxelles è il teatro dello scontro tra forze dell’ordine e manifestanti contro le restrizioni anti-Covid in Belgio. Due agenti e quattro manifestanti feriti sono stati ricoverati in ospedale dopo le proteste di ieri 5 dicembre. Altre 20 persone sono state arrestate. Circa 8mila persone sono scese in strada contro le misure restrittive e la tensione è aumentata quando un gruppo di manifestanti ha tentato di forzare i blocchi della polizia per dirigersi verso i palazzi dell’Unione Europea. Nel Paese continuano ad aumentare i contagi e il primo ministro belga Alexander de Croo ha deciso di anticipare le vacanze scolastiche di Natale, imponendo le mascherine anche ai bimbi dai sei anni in su. L’oggetto principale delle proteste è il pass vaccinale imposto ad alcune categorie. Il Belgio ha registrato negli ultimi 7 giorni una media di 17.800 infezioni giornaliere e 44 decessi. Grave anche la situazione degli ospedali: sono in 800 i ricoverati in terapia intensiva.

Veneto, 1.709 nuovi casi e 2 decessi nelle ultime 24 ore

In Veneto nelle ultime 24 ore sono stati rilevati 1.709 nuovi casi e 2 decessi. Sono stati eseguiti 13.718 tamponi molecolari e 24.673 test antigenici secondo i dati diffusi dal bollettino regionale del Veneto. Sono in totale 700 i pazienti positivi ricoverati nei reparti ordinari e 122 in intensiva.

Variante Omicron in Italia, primo caso in Sardegna

Primo caso di variante Omicron in Sardegna. Lo ha confermato l’assessore alla Sanità regionale Mario Nieddu: il sequenziamento ha confermato che il rugbista sardo 29enne tornato da un torneo disputato in Sudafrica è stato contagiato dalla variante.

Controllo del Green Pass sui mezzi pubblici, pochi accertamenti a Napoli

Sono partiti i controlli del Green Pass sui mezzi pubblici: da oggi chi viaggia in treno, autobus o metro dovrà esibire il proprio certificato. I controlli saranno a campione. In Campania riguardano le centinaia di migliaia di persone che si sposteranno tra città e provincia per lavoro, studio o svago. In molti casi però in questa prima giornata di rodaggio i controlli sono stati molto pochi o del tutto assenti. Su funicolari, autobus e Linea 1 della metropolitana di Napoli non è stato richiesto alcun Green Pass. L’assenza dei controlli è dovuta alla carenza di forze dell’ordine nelle zone di maggior traffico. Solo in tarda mattinata hanno iniziato ad arrivare i primi agenti, quando ormai buona parte del traffico cittadino si era diradato.

Green Pass e Super Green Pass: le Faq del Governo sulle nuove regole

Entra in vigore il Super Green Pass. Da oggi scatta la distinzione su doppio binario prevista dal governo. Cosa si può fare con il Green Pass rafforzato e con quello base? Il governo ha pubblicato nella giornata di ieri sul suo sito le tabelle delle Faq per chiarire dove è necessario il Super Green Pass, dove quello di base e dove non è necessaria alcuna certificazione. Sui mezzi di trasporto ad esempio servirà almeno il Green Pass base: il discorso vale per treni, aerei, pullman, autobus locali e metro. Tutto questo indipendentemente dalle fasce di restrizione in vigore. Per il trasporto privato (es: taxi e Ncc) non servirà certificazione. In zona arancione chi non ha la certificazione verde non potrà uscire dal comune di residenza con la propria automobile. Gli impianti sciistici restano aperte a chi ha almeno il Green Pass base (tranne in zona arancione, dove servirà quello rafforzato).

Per scuola e lavoro servirà almeno la certificazione verde base per l’ufficio, come da regolamento fino ad oggi, a prescindere dal colore della fascia di restrizione. A scuola si potrà entrare invece senza certificazione verde. L’università richiederà quella di base. Sul trasporto pubblico non è necessaria certificazione per i minori di 12 anni. Nelle strutture sanitarie i visitatori potranno entrare solo esibendo almeno la certificazione di base. Su bar e ristoranti invece tanto dipenderà dalla fascia di restrizione: in zona bianca e gialla si potrà consumare al banco senza Green Pass, mentre in zona arancione servirà la certificazione rinforzata. Qui l’elenco completo

Due amiche no-vax contraggono il Covid: muoiono a pochi giorni di distanza l’una dall’altra

Sono morte a pochi giorni di distanza le due amiche no-vax che hanno contratto il Covid nella sua forma più grave. le due sono state stroncate da una polmonite bilaterale. Le due amiche avevano provato a curarsi da sole in casa, ma non è bastato: Francesca, la prima delle due, si è aggravata subito a causa del diabete. Subito dopo è toccato a Cinzia, ricoverata al Cotugno di Napoli.

Vaccini, Gimbe: “In 2 settimane 390mila nuovi vaccinati”

Sono 390mila le persone che si sono vaccinate nelle ultime due settimane secondo Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe. Lo ha dichiarato a “L’Italia s’è desta” su Radio Cusano Campus. “Questo direttamente o indirettamente dimostra che il zoccolo duro di non vaccinati può essere scalfito. Ovvio che, se si dovesse mantenere l’incremento vaccinale, nel giro di due mesi saranno rimasti solo gli irriducibili a non vaccinarsi. Dubito che possa mantenersi però un incremento simile da oggi in avanti, anche se è difficile fare previsioni.

Green Pass su bus e metro, primo multato a Roma

Gli agenti della polizia locale di Roma hanno multato la prima persona sprovvista di Green Pass durante i controlli per i passeggeri di bus e metro. L’uomo è stato sanzionato alla fermata dei bus di piazzale Flaminio. “Non ho la certificazione verde perché volevo vaccinarmi nei prossimi giorni” ha spiegato l’uomo agli agenti.

Due anticorpi monoclonali sperimentali neutralizzano la variante Omicron in laboratorio

Gli anticorpi monoclonali sperimentali VIR-7831 e VIR-7832 hanno mostrato grande efficacia in laboratorio contro le mutazioni chiave della variante Omicron, il nuovo ceppo del Coronavirus Sars-CoV-2 rilevato per la prima volta in Sudafrica. Il fatto che i due anticorpi monoclonali mostrino capacità di neutralizzare la variante di preoccupazione è una buona notizia perché significherebbe disporre di un’arma per trattare i pazienti colpiti dalla Omicron, ma anche perché suggerisce che almeno in parte le immunoglobuline neutralizzanti prodotte naturalmente dall’organismo possono combattere il lignaggio mutato. Ad ottenere il risultato, il team di ricerca internazionale composto dagli scienziati di Vir Biotechnology di San Francisco, della Humabs Biomed SA di Bellinzona, in Svizzera, e del colosso GlaxoSmithKline

Obbligo vaccinale, l’immunologa Viola: “Unica soluzione per rendere il virus epidemia stagionale”

In un articolo scritto per La Stampa, la professoressa Antonella Viola si è schierata per l’obbligo vaccinale. La docente di patologia generale a Padova ha spiegato che l’obbligo è l’unico modo per battere il virus. “Come possiamo utilizzare l’esperienza del presente e del passato per immaginare il futuro? Utilizzando la logica e le conoscenze possiamo immaginare che il virus resterà con noi continuando a cambiare, ma il nostro sistema immunitario non sarà più inerme. Attraverso la vaccinazione estesa a tutta la popolazione mondiale, l’infezione sarà gestibile come un’epidemia stagionale dovuta all’influenza. Per raggiungere il traguardo dobbiamo vaccinare tutti. Per questo in Europa molti valutano l’introduzione dell’obbligo. Tutta Europa dovrebbe muoversi in questa direzione”.

Francia, oggi Consiglio di difesa sanitario per decretare nuove misure restrittive

Quesa mattina all’Eliseo si riunisce il nuovo Consiglio di difesa sanitario nell’ambito della crisi dovuta al Covid-19. Al termine dell’incontro potrebbero essere annunciate nuove restrizioni per i francesi. Secondo l’emittente televisiva Lci, tra le misure decise potrebbe esserci il ritorno della mascherina obbligatoria all’aperto, smartworking e un’anticipazione delle vacanze scolastiche di fine anno. Limite anche sul numero di persone previste all’interno dei locali. Salgono intanto a 25 i casi di variante Omicron registrati nel Paese.

Super Green Pass, Costa: “Fase nuova per incremento dei vaccini e sventare lockdown”

“Da oggi inizia una nuova fase con l’introduzione del Super Green Pass. Volevamo puntare a un incremento sul fronte della campagna vaccinale. Dobbiamo registrare il dato positivo che nell’ultima settimana ha portato a un forte incremento di prime dosi. Credo sia giusto dare l’opportunità agli italiani di continuare a svolgere tutte le attività e restringere un po’ le libertà di chi decide di non vaccinarsi”. Lo ha detto Andrea Costa, sottosegretario alla Salute, ai microfoni di SkyTg24

Friuli Venezia Giulia in gialla, Fedriga: “Per Natale molte altre regioni in questa fascia”

“Dallo scorso lunedì il Friuli Venezia Giulia è in zona gialla. Grazie alle disposizioni proposte dalle Regioni, chi è vaccinato o ha superato la malattia non vedrà nulla cambiare. Di fatto questa platea di persone potrà accedere alle attività, questa è la grande differenza rispetto all’anno scorso quando tutto chiudeva per tutti”. Lo ha detto a Libero Massimiliano Fedriga, presidente della Regione Friuli Venezia Giulia. “Ci si può ammalare anche da vaccinati, ma è un fatto che nella mia regione i non vaccinati sono meno del 15% e occupano più del 65% dei posti letto in ospedale. Questo vuol dire che se la Regione fosse interamente immunizzata, oggi non ci sarebbe la zona gialla. L’anno scorso di questi tempi eravamo in arancione con ristoranti e palestre chiuse”. Secondo Fedriga, la quarta ondata è bassa rispetto allo scorso anno per quanto riguarda le ospedalizzazioni e i decessi. “Resta comunque probabile che per Natale molte altre Regioni saranno in giallo”, ha detto. Sul turismo invernale, invece, sottolinea che “i vaccini hanno reso possibile l’apertura di alberghi e impianti sciistici per vaccinati e guariti anche in arancione”. “Questo mette in sicurezza le attività economiche. In zona rossa valgono al momento le regole dell’anno scorso con il lockdown e il fermo delle attività. Bisogna continuare con i vaccini per evitare che si fermi l’Italia”.

Natale in famiglia, Galli: “Mantenere prudenza, mascherine anche in casa e niente abbracci”

“In famiglia a Natale bisognerà stare attenti: quando bambini e ragazzi incontreranno i nonni più fragili ed esposti al virus, anche se vaccinati, dovranno tenere la mascherina. Esiste una quota di vaccinati che per varie ragioni non ha risposto adeguatamente al vaccino e che rischia di più quando il virus circola”. Lo ha spiegato l’infettivologo Massimo Galli che in un’intervista al Mattino ha raccomandato prudenza durante le feste. Secondo il professore dell’ospedale Sacco di Milano, durante le feste sarebbe opportuno “usare le mascherine finché si può e distanziarsi a tavola”. Importante secondo l’infettivologo anche arieggiare le stanze ed evitare gli abbracci. “Ricordiamoci che siamo ancora in pandemia e dobbiamo stare attenti nonostante il vaccino” ha specificato. “I vaccini attenuano le conseguenze e ci permettono di fare una vita quasi normale, ci proteggono realmente ma per venirne veramente a capo dobbiamo vaccinare tutto il mondo”.

Super Green Pass, scatta il nuovo certificato rafforzato: è record di download

Nuovo record di Green Pass scaricati nella giornata di oggi lunedì 6 dicembre con l’entrata in vigore del Super Green Pass. Sono esattamente 1.310.001 tra quelli base e quelli rafforzati. Le misura sul certificato verde rafforzato ottenibile solo tramite vaccinazione o avvenuta guarigione sarà in vigore fino al 15 gennaio. A spingere i download soprattutto le nuove vaccinazioni. Sono stati 968.069 i certificati scaricati ieri per avvenuta vaccinazione e 5.369 per guarigione dal Covid.

Variante Omicron in Sudafrica, il presidente Ramaphosa: “Tasso di infezioni mai visto prima”

Il Sudafrica sta vivendo un aumento della curva dei contagi “mai visto” fino a questo momento a causa della variante Omicron. Lo ha detto il presidente Cyril Ramaphosa evidenziando come la variante Omicron stia spingendo il paese verso una violentissima quarta ondata di contagi. Ramaphosa ha affermato che la variante Omicron sembra essere quella attualmente più diffusa nella maggior parte delle zone del Sudafrica. “Stiamo vivendo un tasso di infezioni che non abbiamo mai visto dall’inizio della pandemia – ha aggiunto -. Nell’ultima settimana il numero dei contagi giornalieri è aumentato di cinque volte. Non conosciamo ancora l’impatto della variante sui ricoveri ospedalieri, ma abbiamo preparato gli ospedali ad ammettere più pazienti e stiamo studiando come garantire rapidamente farmaci per il trattamento della malattia”. Ramaphosa ha fatto sapere che presto si terrà una riunione del Consiglio nazionale per la gestione del Covid per fare il punto sullo stato della pandemia.

Vaccino, in Italia somministrate 98,7 milioni di dosi

Sono 98.729.849 le dosi di vaccino anti-Covid somministrate in Italia. Si tratta del 93,9% del totale di quelle consegnate. Questo è quanto si legge nel report del Commissario straordinario per l’emergenza sanitaria aggiornato alle ore 06.40. Le dosi consegate finore al nostro Paese sono state 105.111.519

Quarta dose, Abrignani (Cts): “Non esiste una regola dei vaccini, non è detto che si farà”

L’immunologo del Comitato tecnico scientifico Sergio Abrignani non è convinto che in un prossimo futuro possa servire una quarta dose di vaccino anti-Covid. In un’intervista con Corriere della Sera specifica che per il momento “non ci sono evidenze scientifiche che facciano pensare alla necessità di una quarta dose”. “Non esiste una regola in questo senso nella storia dei vaccini – specifica -. Adesso è importante portare avanti la campagna vaccinale per il richiamo, poi penseremo al dopo. La maggior parte delle vaccinazioni contro le malattie infettive prevenibili prevedono due dosi a distanza ravvicinata e una terza distanziata dopo 6-12 mesi- Le prime due inducono la risposta immunitaria, il richiamo rafforza la memoria dell’organismo”.

Usa, la variante Omicron diagnosticata in oltre un terzo degli Stati

La nuova variante Omicron del Coronavirus, isolata per la prima volta in Sudafrica, è stata diagnosticata in almeno un terzo degli Stati Uniti. La variante Delta resta però la più diffusa secondo quanto dichiarato dalle autorità statunitensi. L’infettivologo di riferimento della Casa Bianca Anthony Fauci ha confermato che la variante Omicron non sembra per il momento legata a sintomatologia grave, ma ha comunque invitato alla prudenza perché “troppo presto per trarre conclusioni”. Ad oggi 15 Stati Usa hanno confermato almeno un caso della nuova variante.

Il Giappone anticipa la terza dose di vaccino anti-Covid “ove possibile”

Il Giappone ridurrà l’attuale intervallo tra seconda e terza dose di vaccino anti-Covid. L’attesa tra una dose e l’altra, infatti, è di otto mesi. Per contrastare la variante Omicron il Giappone ha annunciato richiami al più presto “ove possibile” senza aspettare gli otto mesi inizialmente decretati. Lo ha anticipato il vicesegretario di gabinetto Seiji Kihara parlando a Fuji Tv. L’intervallo sarà infatti portato a 6 mesi. Il governo centrale giapponese ha iniziato a somministrare le terze dosi di vaccino Pfizer nella giornata di mercoledì scorso

Le ultime notizie sul Coronavirus di oggi, lunedì 6 dicembre

Entra in vigore nella giornata odierna di lunedì 6 dicembre il Super Green Pass con durata fino al 15 gennaio 2022. L’Alto Adige invece entra nella fascia gialla di restrizioni anti-Covid da oggi insieme al Friuli Venezia Giulia. Secondo il bollettino diffuso dal ministero della Sanità, nella giornata di ieri sabato 5 dicembre sono stati rilevati in Italia 15.021 nuovi casi e altri 43 morti. Il tasso di positività si assesta al 2,9%. La regione con più casi giornalieri è la Lombardia:

  • Lombardia: +2.628
  • Veneto: +2.219
  • Campania: +1.325
  • Emilia Romagna: +1.707
  • Lazio: +1.549
  • Piemonte: +906
  • Sicilia:+870
  • Toscana: +669
  • Puglia: +248
  • Friuli-Venezia Giulia: +595
  • Marche: +474
  • Liguria: +486
  • Calabria: +228
  • Abruzzo: +196
  • P.A Bolzano: +378
  • Sardegna: +133
  • Umbria: +123
  • P.A Trento: +197
  • Basilicata: +59
  • Molise: +16
  • Valle d’Aosta: +24

Negli Usa scovata la variante Omicron in almeno 15 Stati. Israele invece valuta la somministrazione di una quarta dose di vaccino. Nel mondo la quarta ondata continua a fare paura: in Russia sono stati rilevati nelle ultime 24 ore 32.602 nuovi casi di Coronavirus e altri 1.206 morti .

129 CONDIVISIONI

Sorgente articolo:
Covid Italia, oggi 9.503 contagi e 92 morti: Super Green Pass, scaricati 1,3 mln certificati. Obbligo vaccino a New York per lavoratori: ultime news e bollettino – Fanpage

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloud Realtime
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Servizi B2B di Video Conferenza
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Parola chiave nella ricerca