Bassetti: “Nel 2022 quasi certa la quarta dose. Il primo ciclo si completa con tre dosi per coprirci dalle varianti” – Il Secolo XIX

Genova – “Il primo ciclo vaccinale iniziato nel 2021 si completa con terza dose, perché senza non abbiamo il muro che ci protegge dalle varianti. Nel 2022 ci penseremo: credo arrivi quasi certamente una quarta dose, bisogna solo capire quando. Spero arrivi come richiamo annuale, da fare nelle seconda parte dell’anno insieme all’antinfluenzale. Ma se le evidenze ci dicono che la dobbiamo anticipare, la anticiperemo”. Così Matteo Bassetti, primario di Malattie infettive all’ospedale San Martino di Genova, intervenuto ad Agorà su Rai Tre. “Visto che il vaccino ci difende in modo adeguato, se ci diranno di fare una quarta dose – ha aggiunto – la faremo. D’altronde, non mi scandalizzo, visto che mi sono sempre vaccinato una volta l’anno per l’influenza e sapendo che i vaccini, a seconda del tipo, hanno un primo, un secondo, un terzo e a volte un quarto richiamo”.

Under 12

“Chi deve parlare della vaccinazione pediatrica sono i pediatri che mi pare si siano già ampiamente espressi sulla raccomandazione. La vaccinazione pediatrica è un’opportunità. Sarà compito delle famiglie con i loro pediatri, che sono gli unici che possono parlare della vaccinazione pediatrica, a decider cosa fare. Gli altri farebbero bene, me compreso, a stare zitti”. Ha aggiunto Bassetti in merito alla vaccinazione per i minori di 12 anni. 

Il Natale

“Giù le mani dal Natale. Ormai ci siamo, mancano due settimane e sarà da vivere come lo abbiamo sempre vissuto. Non mi piacerebbe iniziare a sentir dire: i nonni sì, gli zii no, forse il cugino sì. Facciamolo come lo abbiamo sempre fatto ma con alcune accortezze, tra cui evidentemente quella di vaccinarsi. Perché, ricordiamolo ai tanti detrattori, che, se anche qualcuno si contagia dopo la vaccinazione, si contagia in maniera lieve”, ha detto Matteo Bassetti. Il Super Green pass, ha aggiunto, “ha portato quasi 400.000 dosi in poco più di due settimane, non avevamo questi ritmi da mesi. Il primo obiettivo è stato raggiunto e speriamo si continui così, per avere a gennaio almeno un milione in più di vaccinati rispetto a quelli che avevamo prima della sua introduzione”.

Mascherina

“Avremo forse dovuto fare di più per insegnare ad usare le mascherine, quali usare, dove usarle, come usarle. Dopodiché la regola dell’obbligo della mascherina avremmo potuto sistemarla in un modo diverso: vuoi entrare in un centro storico affollato? Anche lì super Green pass”, ha detto Bassetti in merito all’obbligo di mascherina all’aperto imposto in alcuni comuni italiani. “Io sono molto più sicuro che in un centro storico in cui sono tutti assembrati sia molto più sicuro dove c’è gente vaccinata o guarita che non gente che usa la mascherina come vuole lui”, ha aggiunto.

Farmaco anti Covid

“Ad un farmaco anti-Covid ci stiamo arrivando, gli inglesi si apprestano ad utilizzare il molnupiravir di Merck” (Msd fuori da Usa e Canada) “e arriverà anche un nuovo farmaco della Pfizer (paxlovid), quindi avremo fondamentalmente nuovi antivirali importanti e in più questi sembrano funzionare anche contro la variante Omicron. E poi sono molto promettenti e ci dicono che la ricerca va sempre avanti”. Così Matteo Bassetti commentando i risultati di uno studio italiano che ha fatto un importante passo in avanti verso lo sviluppo di un farmaco capace di bloccare qualsiasi coronavirus.

Successivamente Bassetti è intervenuto ancora su Facebook. “Manteniamo – ha scritto – il rapido turnover (circa 5 giorni di ricovero) del nostro reparto, anche grazie all’utilizzo massivo degli anticorpi monoclonali, con solo nell’ultima settimana oltre 50 trattamenti. Chi ignorantemente nega il beneficio dei vaccini, venga a fare un giro qui in reparto”. 

“Su 14 ricoverati – ha aggiunto – 6 hanno il tampone positivo ma non hanno il Covid, sono portatori asintomatici del virus ricoverati per problemi medici. Degli 8 con la polmonite Covid 5 sono non vaccinati, tutti maschi tra i 50 e i 75 anni, 2 non avevano completato il ciclo vaccinale e solo 1 è vaccinato ma con un tumore del sangue in evoluzione. C’è ancora qualcuno che vuole parlare contro i vaccini dopo questi dati?”. “Saranno sempre gli stessi che hanno stufato italiani – ha concluso Bassetti – Speriamo se ne rendano conto”.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 3,99€/mese per 3 mesi

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Sorgente articolo:
Bassetti: “Nel 2022 quasi certa la quarta dose. Il primo ciclo si completa con tre dosi per coprirci dalle varianti” – Il Secolo XIX

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Il tuo sito web Personalizzato
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Pubblicizza sito
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Fiasconaro