Covid Italia oggi: i dati del 14 gennaio. Ricoveri ancora su. Bollettino e contagi – QUOTIDIANO NAZIONALE

Roma, 14 gennaio 2022 – Nel bollettino Covid di oggi del ministero della Salute crescono leggermente i contagi in Italia, che però rimangono per il terzo giorno consecutivo sotto i 200mila. Aumentano ancora i morti: sono 360, di cui 115 in Lombardia, il nuovo record della quarta ondata nonchè il numero più alto da fine aprile. Non si ferma la salita dei ricoveri ordinari, in linea con l’incremento avuto ieri, e dopo due giorni di leggero calo tornano a salire i pazienti in terapia intensiva

Covid, la mappa dei contagi del 14 gennaio

La Dad? Ora la prescrive il dottore. Follia da contagio nelle scuole

Sommario

Quarantena e isolamento: la durata. Quando fare il tampone

Numeri in crescita sul fronte dei vaccini. Nella settimana 7-13 gennaio sono state effettuate oltre 4,5 milioni di somministrazioni, 1,5 in più rispetto alla settimana precedente con una media di oltre 650 mila somministrazioni al giorno. Lo rende noto la Struttura commissariale per l’emergenza Covid. Di queste, più di 2 milioni hanno riguardato la fascia over 50, per la quale le prime dosi sono triplicate nell’ arco dei sette giorni, passando da 39 mila a 126 mila circa. Per quanto riguarda i bambini di età compresa tra i 5 e 11 anni a un mese dall’inizio della campagna vaccinale il 74,83% non ha ricevuto finora alcuna dose.

Omicron dominante in Italia: la mappa delle varianti regione per regione

Sono 186.253 i nuovi casi di Covid in Italia nelle ultime 24 ore, in leggero aumento rispetto a ieri (184.615). Sono stati effettuati 1.132.309 tamponi, quasi 50mila meno di ieri, tant’è che il tasso di positività sale dal 15,6% al 16,4%. In aumento i decessi, 360 (ieri 316), il numero più alto di questa quarta ondata e sui livelli dell’aprile scorso. Le vittime totali sono 140.548. Tornano a salire le terapie intensive (1.679) dopo due giorni di lieve calo, 11 in più con 136 ingressi odierni, e sono sempre in aumento i ricoveri ordinari, 18.019 (+371). La regione con il maggior numero di casi si conferma la Lombardia con 33.856 contagi, seguita da Emilia Romagna (+20.346), Campania (+20.206), Veneto (18.357) e Lazio (+15.307). I casi totali salgono a 8.356.514. I dimessi/guariti delle ultime 24 ore sono 125.199, mentre gli attualmente positivi crescono di 75.310 unità e sono 2.398.828. Di questi, 2.379.130 sono in isolamento domiciliare.

Sorveglianza Covid, l’Iss: “Deve includere anche asintomatici”

Sono 20.346 i nuovi positivi al Coronaviurs individuati nelle ultime 24 ore in Emilia-Romagna su quasi 70mila tamponi. Purtroppo si contano 24 morti tra cui una 44enne in provincia di Parma e un 43enne in quella di Forlì-Cesena. I ricoverati nelle terapie intensive sono 148 (-3 rispetto a ieri), 98 non vaccinati, mentre i pazienti nei reparti Covid sono 2.312 (+54). I guariti sono 2.971, i casi attivi 276.793 (+17.351), il 99,1% del totale in isolamento a casa.

Sono 20.206 i nuovi casi di Covid emersi ieri in Campania. I test analizzati sono 100.228, di cui 59.122 antigenici e 41.106 molecolari: il tasso di positività è pari a 20,16%. Nel bollettino odierno sono inseriti 26 decessi, 20 dei quali avvenuti nelle ultime 48 ore e 6 avvenuti in precedenza, ma registrati ieri. Resta stabile il numero di pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva, 79 come ieri, mentre aumentano i ricoverati nei reparti di degenza, 1.191 (+37). 

È il boom di ricoveri ospedalieri, 125 in più in sole 24 ore, il dato saliente del bollettino di oggi della Regione Veneto. I contagi sono 18.357, sostanzialmente stabili rispetto a ieri, mentre sono 29 le vittime. Gli attualmente positivi sono 232.482 (+8.337). Pesante la pressione sugli ospedali: nei reparti medici sono ricoverati 1.727 pazienti Covid (+125), nelle terapie intensive 208 (+2).

“Oggi nel Lazio su 28.112 tamponi molecolari e 74.020 tamponi antigenici per un totale di 102.132 tamponi, si registrano 15.307 casi positivi (+5.035). Sono 25 i decessi (-9), 1.675 i ricoverati (+55), 204 le terapie intensive e 5.204 i nuovi guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 14,9%. i casi a Roma città sono a quota 8.547″. Lo ha comunicato l’Assessore alla Sanità, Alessio D’Amato.

Oggi la Regione Piemonte ha comunicato 14.609 nuovi casi, pari al 14% di 104.007 tamponi eseguiti, di cui 89.197 antigenici. Dei 14.609 nuovi casi gli asintomatici sono 10.134 (69,4%). I ricoverati in terapia intensiva sono 147 (+1 rispetto a ieri), mentre i pazienti in area medica restano 1.930. Le persone in isolamento domiciliare sono 160.774. Sono 21, quattro di oggi, i decessi.

Sono 11.859 i nuovi casi di Covid individuati in Toscana a fronte di 22.670 tamponi molecolari e 48.425 tamponi antigenici rapidi. Gli attualmente positivi sono 185.878, +2,7% rispetto a ieri. Tra questi i ricoverati sono 1.315 (19 in più rispetto a ieri), di cui 126 in terapia intensiva (3 in più). Nele ultime 24 ore si registrano 24 vittime: 12 uomini e 12 donne con un’età media di 83,3 anni.

Oggi in Puglia il bollettino regionale riporta un picco di nuovi casi, 24.406, ma si tratta dei contagi calcolati con le nuove regole nazionali, che tengono conto anche dei “test antigenici effettuati in farmacia o nei laboratori privati della rete regionale, resi equivalenti ai tamponi molecolari, senza necessità di conferma”, spiega la Regione. I nuovi casi diagnosticati in Puglia nelle ultime 24 ore con test molecolare o antigenico sono 9.757. A cui si aggiungono 14.647 casi diagnosticati dal primo gennaio 2022 secondo le nuove regole entrate in vigore. Indipendente dalle nuove norme è il numero dei decessi, 8 nelle ultime 24 ore, e quello dei ricoveri: 530 persone sono ricoverate in area non critica (ieri 495) e 56 in terapia intensiva (ieri 53). I 24.406 nuovi casi sono stati riscontrati su un totale di 75.448 test, il che fa schizzare la positività al 32,3%.

Sono 5.438 i nuovi positivi al Coronavirus rilevati in Liguria da 6.316 tamponi molecolari e 25.189 tamponi antigenici rapidi. Negli ospedali ci sono 734 pazienti, 18 in più di ieri, di cui 43 sono in terapia intensiva (33 non vaccinati.) Il report registra anche 21 decessi avvenuti tra il 3 gennaio e ieri: le vittime del virus, da inizio emergenza, salgono a 4.715. 

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati individuati 4.584 nuovi positivi: nel dettaglio su 11.605 tamponi molecolari sono stati rilevati 1.769 contagi, con una percentuale di positività del 15,24%. Sono inoltre 19.526 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 2.815 casi (14,42%). Nelle ultime 24 ore si registrano anche 12 decessi. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 44 mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti sono 369.

Da oggi la Regione Marche recepisce nel computo dei contagi la disposizione nazionale che ha dato via libera nei giorni scorsi alla validità del solo tampone antigenico rapido (senza conferma del molecolare) per diagnosticare positività. Per questo rispetto a ieri (1.995 positivi), si registra un’impennata di casi: sono 4.257 per un’incidenza su 100mila abitanti pari a 1.027,76 (ieri 813,04).

Sono 3.653 i contagi rilevati in Calabria nelle ultime 24 ore su 12.383 tamponi eseguiti. Rispetto a ieri sale, dal 22,92% al 29,50%, il rapporto tra tamponi fatti e tamponi positivi. Si registrano anche 8 decessi (1.708 da inizio pandemia). I pazienti ricoverati sono 446 di cui 415 in area medica (+16 rispetto a ieri) e 32 in terapia intensiva (-2 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi sono 34.676 (+2.183).

Sono 3.570 i nuovi positivi al Covid rilevati oggi in Abruzzo, il 12% di 7.225 tamponi molecolari e 22.454 test antigenici. Il bilancio dei deceduti registra 8 casi e sale a 2.689 da inizio pandemia. Gli attualmente positivi sono 62.927 (+2.180 rispetto a ieri): 350 (+1) pazienti sono ricoverati in ospedale in area medica, 41 (+4) in terapia intensiva, mentre gli altri 62.536 in isolamento domiciliare.

Con oltre duemila nuovi casi, in Alto Adige sale l’incidenza, ora a 2.833. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 2.471 positivi e due vittime (1.327 in totale). Peggiora la situazione negli ospedali: sono otto ricoveri in più, sette nei reparti (dove ci sono 81 pazienti) e uno in terapia intensiva (17). In quarantena ci sono oltre 22 mila persone.

In Umbria nell’ultimo giorno scendono i ricoverati Covid, 216, dieci in meno, e gli attualmente positivi (34.919, -125), mentre restano stabili i posti occupati nelle terapie intensive, 12. Si registrano altri 8 morti. Sono stati certificati 2.125 nuovi positivi. Sono stati analizzati 3.754 tamponi e 12.348 test antigenici, con un tasso di positività sul totale del 13,1%.

Nuovo aumento dei contagi in Sardegna, dove nelle ultime 24 ore si registrano 1.549 casi di Covid. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 19.867 tamponi per un tasso di positività del 7,8%. In calo i ricoveri: i pazienti nei reparti di terapia intensiva sono 26 (-2), quelli in area medica 227 (-4). In isolamento domicilare ci sono 18.934 persone. Si registrano tre decessi: un uomo e due donne con un’età media di 81 anni.

Un decesso e 921 nuovi positivi in Basilicata; 562 casi in Molise. In Valle D’Aosta 587 contagi e una vittima.

Sorgente articolo:
Covid Italia oggi: i dati del 14 gennaio. Ricoveri ancora su. Bollettino e contagi – QUOTIDIANO NAZIONALE

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Pubblicizza sito
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Campagne Email
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Il tuo sito web Personalizzato