Quirinale, il centrodestra candida il pregiudicato. Mattarella saluta i giornalisti ed evoca il successore – Il Fatto Quotidiano

20:54

Meloni al vertice: “B. sciolga riserva se ha i voti”

Foto Cecilia Fabiano/ LaPresse

Sì a Silvio Berlusconi come candidato al Colle ma dobbiamo verificare fino all’ultimo i ‘numeri’ che mancano in Parlamento… Durante il vertice del centrodestra Giorgia Meloni, apprende l’Adnkronos, avrebbe dato la disponibilità di Fratelli d’Italia a sostenere l’ex cavaliere nella corsa quirinalizia ma spetterà a lui l’ultima parola e sciogliere la riserva dopo aver controllato se ha i voti sufficienti per essere eletto. In particolare, Meloni avrebbe sottolineato il dato politico dell’unità della coalizione nell’affrontare la partita del Colle ricordando che per la prima volta, mentre prima a dare le carte era la sinistra, ora tocca al centrodestra esprimere un candidato e lo abbiamo fatto indicando Berlusconi. Si tratta, adesso, avrebbe fatto presente insieme a Ignazio La Russa, di capire quanti saranno i grandi elettori pronti a sostenere il Cav.

20:42

Salvini: “Serve scelta veloce con noi compatti”

“Silvio Berlusconi è stato eletto tre volte per fare il presidente del Consiglio, non si capisce perché non debba avere il diritto di proporsi. Da qui ad avere la maggioranza in Parlamento si vedrà ma, a differenza della sinistra, non mi siedo dicendo questo non mi piace e non lo voglio”. Lo ha detto Matteo Salvini a Isoradio a proposito del Quirinale. “L’importante è arrivare a una scelta veloce con centrodestra compatto e unito”, ha sottolineato tra l’altro il leader della Lega.

19:53

Mattarella saluta i giornalisti ed evoca il suo successore – la giornata

Proprio mentre il centrodestra decideva di ufficializzare la candidatura del pregiudicato Silvio Berlusconi e spaccare così qualsiasi possibilità di dialogo tra gli schieramenti, Sergio Mattarella ha deciso di salutare i quirinalisti accreditati al Colle e di Rai Quirinale. “Vi ringrazio per la professionalità con la quale mi avete seguito in questi sette anni. Sono sicuro che anche con il mio successore ci sarà la stessa professionalità”. Si è trattato, fanno sapere dal Quirinale, di un breve incontro informale alla fine del suo mandato, di un saluto ai giornalisti che lo hanno seguito più da vicino in questi sette anni da presidente della Repubblica. Un momento informale, scollegato a qualsiasi evento di attualità, ma che nel clima generale di trattative e strategie non passa inosservato. Proprio Mattarella è infatti evocato nel campo progressista come una delle possibili candidature: il suo bis, seppur opzione che il capo dello Stato ha respinto in tutti i modi, è un’ipotesi che metterebbe d’accordo molti esponenti del fronte Pd-M5s-Leu. Ecco perché la decisione di Mattarella di congedarsi con la stampa e parlare apertamente di un “successore”, non può che essere interpretata come l’ennesimo messaggio mandato a chi vorrebbe chiedergli di restare al Colle.

19:45

La nota a margine del vertice di centrodestra contro il proporzionale. Brugnaro non firma

“A margine dell’incontro del centrodestra”, si legge nella nota diffusa dopo qualche ora in aggiunta, “sulla imminente elezione del Capo dello Stato, Silvio Berlusconi, Matteo Salvini, Giorgia Meloni, Lorenzo Cesa, Maurizio Lupi, confermano a nome dei loro partiti di essere impegnati, in vista delle future elezioni politiche, a non modificare l’attuale legge elettorale in senso proporzionale”. Un comunicato sottoscritto da tutti tranne dal leader di Coraggio Italia Luigi Brugnaro.

17:01

Il centrodestra ha scelto il candidato: “Berlusconi è la figura adatta per la candidatura al Colle”

“Il centrodestra, che rappresenta la maggioranza relativa nell’assemblea chiamata a eleggere il nuovo capo dello Stato, ha il diritto e il dovere di proporre la candidatura al massimo vertice delle istituzioni. I leader della coalizione hanno convenuto che Silvio Berlusconi sia la figura adatta a ricoprire in questo frangente difficile l’alta carica con l’autorevolezza e l’esperienza che il Paese merita e che gli italiani si attendono. Gli chiedono pertanto di sciogliere in senso favorevole la riserva fin qui mantenuta”. E’ quanto si legge in una nota congiunta delle forze di centrodestra al termine del vertice svolto a Roma.

15:19

La direzione Pd sarà da remoto: la relazione di Letta in diretta streaming

Si svolgerà domani, sabato 15 gennaio, interamente da remoto, la riunione congiunta della Direzione nazionale e dei gruppi parlamentari del Pd. All’ordine del giorno l’analisi della situazione politica e l’elezione del Presidente della Repubblica. I lavori inizieranno alle ore 10. La relazione del segretario Enrico Letta e il dibattito saranno trasmessi in streaming sulla pagina Facebook e sul canale Youtube del Pd e su Radio Immagina. Lo riporta una nota.

15:06

Al via il vertice del centrodestra: ci sono i leader di tutti i partiti della coalizione

È iniziato poco dopo le 14 a Villa Grande il vertice del centrodestra. Nella dimora di Silvio Berlusconi, Matteo Salvini, Giorgia Meloni. Arrivati sull’Appia anche il coordinatore di Forza Italia, Antonio Tajani, il segretario Udc Lorenzo Cesa, il presidente Antonio De Poli, l’ex sottosegretario alla presidenza del consiglio Gianni Letta, Maurizio Lupi (Nci) e Luigi Brugnaro di Cambiamo.

Sorgente articolo:
Quirinale, il centrodestra candida il pregiudicato. Mattarella saluta i giornalisti ed evoca il successore – Il Fatto Quotidiano

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Campagne Email
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Parole chiavi nelle ricerche
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Video Corsi Online