Aggressioni in Duomo: «L’ho strappata al branco. Mi sono rotto un dito» – La Provincia di Cremona e Crema

CREMONA – «Mi sono rotto un dito, all’inizio non me ne sono accorto, cercavo solo di strapparla da lì. Però non è colpa degli stranieri. Non tutti sono così, non tutti sono uguali». Zakaria, 18 anni, ragazzo italo-marocchino residente in provincia di Cremona, è uno dei giovani che con il suo intervento ha salvato una preda dal branco in azione la notte di Capodanno in piazza del Duomo, a Milano, quando molte giovani sono state accerchiate da un gruppo di giovani nordafricani e toccate nelle parti intime. Ne dà notizia il Corriere della Sera.

Le indagini della Squadra mobile hanno già portato a due fermi. Quello di Abdallah Bouguedra, 21enne torinese di origini marocchine, ex studente universitario, ora manovale che prima di essere fermato, ha postato sui social le fotografie scattate la notte di Capodanno, foto decisive per il suo riconoscimento. E quello del 18enne italo-egiziano Abdelrahman Ibrahim, domiciliato a Milano. Entrambi interrogati ieri, restano in carcere.

Due giorni fa i magistrati hanno ascoltato in videoconferenza quattro vittime (tre provenienti dalla Toscana) che intorno all’una di notte hanno subito le molestie all’ingresso della Galleria Vittorio Emanuele.

Nel pezzo del Corsera a firma di Cesare Giuzzi e Giuseppe Guastella, si parla del video realizzato in piazza da Chiara, una ragazza di Cesenatico. «Ho pensato che ci fosse una rissa, così ho preso il telefono e ho fatto partire il video. Solo quando ho stoppato, mi sono resa conto di quello che stava accadendo». Chiara è tra i primi a soccorre la ragazza di 19 anni vittima di molestie da parte di una quarantina di giovani tra piazza del Duomo e via Mercanti. «Non la conoscevo – racconta Chiara -. Mi sono subito gettata nella mischia e ho spinto i ragazzi via. Era per terra, senza vestiti. Dopo 15 secondi sono intervenuti i poliziotti che l’hanno portata poco più in là. Siamo rimaste in contatto, pian pano si sta riprendendo».

Racconta il Corsera che la vittima era con una coetanea, «sfuggita all’aggressione solo grazie all’intervento di Zakaria», il ragazzo italo-marocchino residente nel Cremonese, «che ha cercato di allontanare il branco, non riuscendo ad aiutare la seconda amica che è rimasta a terra in balia degli aggressori».

Intanto, continua la ricerca delle prede in piazza Duomo. Oltre alle nove vittime già accertate dagli investigatori per tre distinti episodi di violenza, quella notte si sarebbero consumate varie molestie che hanno colpito più ragazze in mezzo alla folla che festeggiava il nuovo anno. Infatti, un’altra giovane si è già presentata alla Procura di Milano, denunciando di essere stata anche lei accerchiata da un gruppo di giovani nordafricani e di essere stata molestata.

Sorgente articolo:
Aggressioni in Duomo: «L’ho strappata al branco. Mi sono rotto un dito» – La Provincia di Cremona e Crema

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Posiziona il tuo sito nelle prime pagine dei motori di ricerca
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Video Corsi Online
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloud Real Time
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Ugo Fiasconaro