Covid, contagi in diminuzione: in provincia di Cremona il virus frena – La Provincia di Cremona e Crema

CREMONA – Il picco dei contagi in Lombardia è stato raggiunto il 10 gennaio, secondo le analisi del matematico Giovanni Sebastiani dell’Istituto per le Applicazioni del Calcolo ‘Mauro Picone’ del Cnr – Consiglio Nazionale delle Ricerche. Le conclusioni dell’esperto trovano un inequivocabile corrispettivo nella curva decrescente dei positivi in provincia di Cremona negli ultimi sette giorni. Martedì 11 sono stati rilevati 1.611 nuovi casi, dato molto vicino a quello del giorno più nero, sabato 8 gennaio, quando i positivi nelle 24 ore erano stati addirittura 1.720. Da quel momento la decelerazione si è fatta evidente: +1.395 il 12 gennaio, +1.178 il giorno successivo e poi ancora giù, fino al +939 di sabato 15. Un numero finalmente a tre cifre. I 253 contagi comunicati oggi da Regione Lombardia – in un lunedì che, da copione, porta in dote solo un terzo dei tamponi effettuati abitualmente – acquistano un senso se raffrontati ai 324 dello scorso lunedì. Praticamente un quarto in meno. Il raffronto su base settimanale chiarisce ulteriormente i contorni della decrescita: la settimana scorsa i positivi sono stati 7.637, quella precedente ben 8.488. Cremona, non a caso, figura nella lista delle 28 province italiane che hanno raggiunto e superato il fatidico picco.

L’analisi di respiro nazionale condotta da Sebastiani dimostra che accelera la curva dei decessi, ma non quella degli ingressi nelle terapie intensive, probabilmente a causa delle diverse manifestazioni cliniche della variante Omicron. I dati aggiornati al 16 gennaio permettono di confermare e di localizzare con precisione al 6 gennaio il picco del valor medio della percentuale dei positivi ai test molecolari. «Come avviene di norma – spiega Sebastiani – c’è un’accelerazione della curva dei decessi, che segue con ritardo quella dei positivi avvenuta nelle ultime settimane del 2021. Stranamente non si osserva un andamento analogo per la curva degli ingressi in terapia intensiva, che al contrario sembra frenare la crescita. Questa anomalia potrebbe essere spiegata con le diverse manifestazioni cliniche della Omicron, presumibilmente prevalente in Italia al momento. La minor frequenza di polmoniti nella Omicron comporterebbe una minore probabilità di ricovero in terapia intensiva, senza però una conseguente riduzione dei decessi di soggetti fragili, a causa dei valori più alti dell’incidenza in combinazione con una vaccinazione con solo due dosi».

Sorgente articolo:
Covid, contagi in diminuzione: in provincia di Cremona il virus frena – La Provincia di Cremona e Crema

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Videochiamate per le Aziende
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloud Realtime
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Automazione di campagne Email