Elezione Presidente della Repubblica, prende quota il nome di un napoletano nella corsa al Quirinale? – NapoliToday

Con l’avvicinarsi del fatidico lunedì 24 gennaio, quando il Parlamento in seduta comune, con la partecipazione dei delegati regionali, si riunirà per il primo scrutinio dell’Elezione del Presidente della Repubblica Italiana, cresce l’attesa per scoprire il nome del possibile successore di Sergio Mattarella. 

Nella rosa dei ‘quirinabili’ più quotati, aggiornata agli ultimi giorni e alle ultime ore, ci sono Silvio Berlusconi, Mario Draghi, Elisabetta Casellati, Marcello Pera, Letizia Moratti, Franco Frattini, Marta Cartabia, Andrea Riccardi, Pier Ferdinando Casini, Paolo Maddalena ma anche il napoletano Filippo Patroni Griffi.

Magistrato, 66 anni, una vera e propria risorsa dello Stato senza appartenenze politiche, Patroni Griffi ha ricoperto ruoli molti incarichi importanti nel corso della sua brillante carriera.

Dopo essere stato magistrato ordinario e referendario del Tar e Consigliere di Stato, ha ricoperto a lungo l’incarico di Capo dell’ufficio legislativo del Dipartimento della Funzione Pubblica. È stato inoltre Capo di gabinetto del Ministro per le Riforme Istituzionali Giuliano Amato nel primo governo D’Alema, capo del Dipartimento Affari Giuridici e Legislativi della Presidenza del Consiglio nel secondo Governo Prodi e Capo di gabinetto della Funzione Pubblica con il ministro Renato Brunetta nel quarto governo Berlusconi. 

Patroni Griffi è stato poi Ministro per la Pubblica Amministrazione e la semplificazione con delega alle riforme istituzionali nel governo Monti e successivamente Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri nel governo Letta. 

Da maggio 2021 è presidente di ACA-Europe, associazione che raggruppa le Alte Corti Amministrative europee. Nel dicembre scorso è stato eletto giudice della Corte Costituzionale.

I riconoscimenti

Lunga la lista delle onorificenze e riconoscimenti ricevuti da Filippo Patroni Griffi. Nel dicembre del 1991 è stato nominato Commendatore dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana. Nel giugno del 2005 è arrivata la nomina a Grande Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana. Nel novembre 2013 è stato, invece, nominato Cavaliere di gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana. 

Napoli la città italiana con il maggior numero di Presidenti della Repubblica

Napoli, per distacco, resta la città italiana che ha avuto il maggior numero di Presidenti della Repubblica nella storia. Ben tre capi dello Stato su dodici hanno avuto i natali nel capoluogo campano: Enrico De Nicola, Giovanni Leone e Giorgio Napolitano. 

Sorgente articolo:
Elezione Presidente della Repubblica, prende quota il nome di un napoletano nella corsa al Quirinale? – NapoliToday

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloudrealtime
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Consulenza realizzazione Applicazioni Web
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Pubblicizza sito