Covid Italia: contagi in risalita. Bollettino con tutti i dati sul Coronavirus – QUOTIDIANO NAZIONALE

Roma, 25 gennaio 2022 – Crescono, come previsto i contagi Covid in Italia nel bollettino del ministero della Salute (qui quello aggiornato a oggi 26 gennaio). Una conseguenza del netto aumento dei tamponi effettuati, quasi il triplo rispetto a ieri, quando ha pesato l’effetto weekend. I nuovi casi sono 186mila, meno rispetto a martedì scorso, quando si era raggiunto il record da inizio pandemia. Scende, dunque, la curva epidemica. Male, però, sul fronte dei morti: sono 468 le vittime registrate oggi, di cui più cento relative a riconteggi delle Regioni. Crescono anche i ricoveri in area medica e tornano ad aumentare i pazienti in terapia intensiva. Da segnalare che, per il secondo giorno consecutivo, i guariti sono più dei nuovi contagi per cui diminuiscono gli attualmente positivi. “I contagi stanno calando”, ha detto all’AGI il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri. “L’ondata dura 40-60 giorni”. La proroga allo stato di emergenza che scade il 31 marzo? “Non ci sarà”.

I dati Covid del 25 gennaio: mappa dei contagi in Italia

Nuove regole per i viaggi in Europa: Green pass e stretta sui tamponi

Tampone salivare Covid, come funziona e che attendibilità ha

Usa, sotto variante Omicron BA2. Francia, + 500.000 casi al giorno

Sommario

Figliuolo: “Siamo arrivati al plateau”. Cosa significa

È ancora in calo la curva epidemica in Italia. I nuovi casi sono 186.740, contro i 77.696 di ieri (influenzati dai pochi tamponi) e soprattutto i 228.179 di martedì scorso, record di sempre. Con 1.397.245 tamponi effettuati, 800mila più di ieri, il tasso di positività scende dal 15% al 13,4%. In salita i decessi, 468 (ieri 352), nuovo record della quarta ondata, su cui pesano diverse decine di casi pregressi registrati solo oggi. Il totale delle vittime dall’inizio della pandemia sale a 144.343. Tornano a crescere le terapie intensive, sono 9 in più di ieri (con 130 ingressi del giorno) e 1.694 in tutto, e aumentano i ricoveri ordinari che 20.027 (+165). La regione con il maggior numero di casi odierni è la Lombardia (+28.372), seguita da Veneto (+24.312), Piemonte (+18.656), Lazio (+17.165) e Campania (+16.380). I casi totali sono 10.212.621. I guariti delle ultime 24 ore sono 231.500, record di sempre, per cui gli attualmente positivi calano per il secondo giorno di fila (2.689.166, -20.691). Di questi 2.667.445 sono in isolamento domiciliare.

Il bollettino del 24 gennaio: calano gli attualmente positivi 

Con 253.197 sono 28.372 i nuovi positivi al Coronavirus registrati in Lombardia, con una percentuale dell’11,2%. Cala leggermente il numero dei ricoverati, che sono 264 in terapia intensiva (uno meno di ieri) e 3.411 negli altri reparti, quindi cinque in meno. Sono invece 70 i decessi che portano il totale delle vittime a 36.684 da inizio pandemia. Per quanto riguarda le province, a Milano sono stati segnalati 7.832 casi di cui 3.028 in città, a Bergamo 2.686, a Brescia 4.714. a Como 1.461, a Cremona 1.103, a Lecco 880, a Lodi 512, a Mantova 1.635, a Monza 2.589, a Pavia 1.701, a Sondrio 426 e a Varese 2.041.

Sono tornati a crescere i contagi Covid in Veneto (+24.312) dopo il solito rallentamento osservato ieri a causa della minor attività di contact tracing. Pesante balzo anche delle vittime, 53 in un solo giorno, per un totale di 13.008 decessi. Gli attualmente positivi in isolamento sono in calo, 271.553 (- 11.941). Dati negativi anche dagli ospedali, dove risalgono i numeri sia dei ricoveri in area medica, 1.830 (+125), che in terapia intensiva, 194 (+7).

La Regione Piemonte ha comunicato 18.656 nuovi casi, pari al 14,9% di 125.106 tamponi eseguiti di cui 112.190 antigenici. Degli 18.656 nuovi casi gli asintomatici sono 16.066 (86,1%). Sono 23, 6 di oggi, i decessi registrati: il totale delle vittime sale quindi a 12.504. Scende la pressione sugli ospedali: i ricoverati in terapia intensiva sono 144 (-9 rispetto a ieri), mente i pazienti in degenza sono 2.115 (-25). Le persone in isolamento domiciliare sono 167.505. 

“Oggi nel Lazio, su 23.478 tamponi molecolari e 128.844 tamponi antigenici per un totale di 153.322 tamponi, si registrano 17.165 casi positivi (+9.543). Sono 31 i decessi, 2.065 i ricoverati (+18), 206 le terapie intensive (+4) e 10.256 i nuovi guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 11,1%. I casi a Roma città sono a quota 8.452″. Lo ha comunicato in una nota l’Assessore alla Sanità, Alessio D’Amato.

Sono 16.380 i nuovi casi di Covid emersi ieri in Campania dall’analisi di 110.674 test. Nel bollettino odierno sono inseriti 38 decessi, 20 avvenuti nelle ultime 48 ore e 18 avvenuti in precedenza, ma registrati ieri. Sono 102 (+2) i ricoverati in terapia intensiva e 1.394 (+3) i pazienti nei reparti di degenza.

In Toscana sono 13.810 i nuovi casi accertati nelle ultime 24 ore a fronte di 17.815 tamponi molecolari e 76.814 tamponi antigenici rapidi. Gli attualmente positivi sono oggi 178.553, -0,7% rispetto a ieri. Tra questi i ricoverati sono 1.486 (8 in più rispetto a ieri), di cui 125 in terapia intensiva (stabili). Si registrano 27 decessi: 20 uomini e 7 donne con un’età media di 81,9 anni.

In Emilia-Romagna nelle ultime 24 ore sono state individuate 13.561 nuove positività, sulla base di oltre 90mila tamponi processati. Sostanzialmente stabili i ricoveri: in terapia intensiva ci sono 150 pazienti (+2 rispetto a ieri, 94 dei quali non vaccinati), mentre negli altri reparti Covid i degenti sono 2.594 (-31). Si contano però ancora 38 morti: fra loro ci sono anche tre uomini sotto i 60 anni. I casi attivi hanno raggiunto quota 383.976: si tratta di oltre l’8,5% dell’intera popolazione, praticamente quasi un residente in regione su 11 è attualmente positivo. Il 99,3% dei casi attivi, però, è in isolamento domiciliare.

Passa dall’8,8% di ieri al 13,39% il tasso di positività in Puglia dove dei 95.198 test processati 12.751 hanno dato esito positivo. La gran parte dei nuovi casi è stata accertata in provincia di Bari (+3.847); seguono le province di Foggia, Lecce, Taranto, Bat e Brindisi. I morti registrati nelle ultime 24 ore sono 18 e fanno salire a 7.153 il totale dei decessi da inizio pandemia. Gli attualmente positivi sono 121.543: di questi 714 (-3) sono ricoverati in area non critica e 67 in terapia intensiva. 

Sono 7.806 i nuovi casi di Covid individuati nelle ultime 24 ore nelle Marche. In totale sono stati processati 31.330 tamponi: 20.034 nel percorso diagnostico e 11.296 nel percorso guariti. Picco di morti dell’ultima ondata: sono 11 le persone decedute nell’ultimo giorno. Crescono leggermente i ricoveri che sono 354 (+4): 59 (+5) in terapia intensiva, 76 (+1) in semi-intensiva e 219 (-2) nei reparti ordinari. 

I nuovi contagiati al Covid in Sicilia raddoppiano rispetto a ieri. Sono 7.516 a fronte di 41.955 tamponi processati per un tasso di positività del 17,9%. Nel bollettino odierno sono inseriti 71 decessi, numero appesantito da un riconteggio di morti avvenute nei giorni scorsi. I guariti sono 1.935 e gli attualmente positivi salgono a 220.293 (+5.510). I ricoverati nei reparti ordinari sono 1.464 (+3), mente i pazienti in terapia intensiva sono 158 (-6, con 13 nuovi ingressi). In isolamento domiciliare ci sono 218.671 persone.

In Liguria sono stati registrati 7.169 nuovi positivi al Coronavirus e 32 decessi (alcuni risalenti ai giorni scorsi). Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 45.057 tamponi tra molecolari (5.695) e antigenici rapidi (39.362). Al momento sono 802 i pazienti ricoverati in ospedale, 28 più di ieri, di cui 39 in terapia intensiva. Sono 61.264, invece, le persone attualmente positive, 532 meno di ieri. 

Sono 4.627 i nuovi positivi scoperti oggi in Abruzzo, l’11,78% di 6.837 tamponi molecolari e 32.427 test antigenici. Il bilancio dei deceduti registra 7 casi e sale a 2.765. Gli attualmente positivi sono 96.991: 417 pazienti (-2 rispetto a ieri) sono ricoverati in area medica, 38 (+1) in terapia intensiva, mentre gli altri 96.536 (+4.331 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare.

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 8.478 tamponi molecolari sono stati rilevati 955 nuovi contagi, con una percentuale di positività dell’11,26%. Sono inoltre 23.667 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 3.653 casi (15,43%). Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 42 (+3), mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti sono 473 (+9). Nelle ultime 24 ore si registrano i decessi di 18 persone, tra i 71 e i 92 anni. 

Nelle ultime 24 ore in Trentino si registrano 2.740 nuovi positivi, su quasi 17.000 tamponi, e altri 2 decessi. Dei tamponi processati 723 sono molecolari e 16.231 antigenici. Le fasce di età più interessate dai nuovi contagi sono quelle comprese tra i 40 e 59 anni (858 casi) e tra i 19 e i 39 anni (750 casi). I casi attivi nella provincia sono 25.541. Tra questi i pazienti ricoverati sono 170 (+1), di cui 23 in rianimazione (-1).

Diminuiscono gli attualmente positivi al Covid in Umbria, ora 24.610, 289 in meno di ieri. Nell’ultimo giorno sono stati registrati 2.384 nuovi positivi, 2.665 guariti e altri 8 morti. Sono stati analizzati 3.345 tamponi e 18.120 tamponi per un tasso di positività in calo all’11.1%. Sostanzialmente stabile il quadro dei ricoverati in ospedale, 201 (+2), di cui 7 (-1) in terapia intensiva. 

Quindici vittime e 1.256 contagiati in Calabria. Balzo di ricoveri, 4 morti e 1.433 nuovi casi in Sardegna. Un decesso e 369 contagi in Molise. In Basilicata 1.378 nuovi positivi e una vittima. In Valle D’Aosta si registrano 480 casi. 

La PA di Bolzano comunica che a causa di problemi tecnico-informatici segnalati oggi non sono disponibili i dati. 

Sorgente articolo:
Covid Italia: contagi in risalita. Bollettino con tutti i dati sul Coronavirus – QUOTIDIANO NAZIONALE

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Consulenza realizzazione Applicazioni Web
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999988 Posiziona il tuo sito nelle prime pagine dei motori di ricerca
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Free Web Hosting
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Ugo Fiasconaro