Dati Covid oggi in Italia: contagi, morti e ricoveri. Bollettino 26 gennaio dalle Regioni – QUOTIDIANO NAZIONALE

Roma, 26 gennaio 2022 – Sono altri 400 i morti Covid comunicati nel bollettino di oggi del ministero della Salute sul Coronavirus in Italia. Bene, invece, sul fronte dei contagi, che confermano la stabilizzazione della curva settimanale, e della pressione ospedaliera. Nelle ultime 24 ore, infatti, calano sia i ricoveri ordinari sia le terapie intensive. Anche oggi, dunque, il dato peggiore è quello relativo ai decessi (in cui sono inclusi una cinquantina di riconteggi delle Regioni): il nostro Paese, come mostra il bollettino settimanale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, è al secondo posto a livello europeo, dietro solo alla Russia, per il numero di vittime registrate nell’ultima settimana.

Bollettino Covid del 26 gennaio: contagi in Italia

Come funziona il tampone salivare: è attendibile?

Sommario

Secondo quanto riferisce l’Oms anche nel mondo rallenta la crescita dei contagi. Il numero di nuovi casi di Covid nell’ultima settimana è aumentato del 5%, meno rispetto alla crescita del 20% registrata dal 10 al 16 gennaio. Il livello di rischio legato alla variante Omicron, che ormai rappresenta l’89,1% dei nuovi casi globali, “rimane molto elevato”. Lo confermano i dati registrati in Francia dove nelle ultime 24 ore è stato rilevato oltre mezzo milione di contagi, il record da inizio pandemia.

Quarantena Covid: cambiano le regole a scuola

Sono 167.206 i nuovi casi di Covid registrati in Italia nelle ultime 24 ore, in diminuzione rispetto ai 190.514 di ieri e ai 192mila di mercoledì scorso. Confermata, dunque, la stabilizzazione della curva. Sono in calo anche i tamponi, 1.097.287, 400mila in meno di ieri, per cui risale al 15,2% il tasso di positività. Il bollettino del ministero della Salute segnala anche 426 morti (56 riconteggi), per un totale di 144.770 vittime da inizio pandemia. Buone notizie sul fronte ospedaliero: i ricoveri ordinari scendono a 20.001 (-36), mentre le terapie intensive sono 1.665 (-26, con 123 nuovi ingressi). La regione con il maggior numero di nuovi casi è sempre la Lombardia con 27.808, seguita da Veneto (19.820), Emilia Romagna (19.028), Lazio (14.987) e Piemonte (14.207). I casi totali da inizio pandemia sono 10.383.561. I nuovi guariti sono 139.421 e gli attualmente positivi salgono a 2.716.581 (+27.319), di cui 2.694.915 in isolamento domiciliare.

Il bollettino di ieri 25 gennaio: tutti i dati

Scendono di qualche migliaio, rispetto a ieri, i contagi Covid in Veneto, 19.820 nelle ultime 24 ore. Sempre alto il numero delle vittime, 32 contro le 53 (con recuperi) di ieri per un totale di 13.044 decessi dall’inizio della crisi sanitaria.  Sul fronte ospedaliero si segnalano 1.854 (+24) pazienti in area medica  e 189 (-5) ricoverati  in terapia intensiva.

Sono poco più di 19mila (+19.028) i nuovi casi di Coronavirus in Emilia-Romagna su 73mila tamponi. Si contano oggi 53 decessi, fra cui anche due uomini di 46 anni, i più giovani. In totale le vittime salgono a 14.902. I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive sono 152 (due in più da ieri), 90 dei quali non vaccinati. Per quanto riguarda gli altri reparti Covid, i degenti sono 2.577 (-17 rispetto a ieri). I casi attivi, cioè i malati effettivi, sono 396.015 (+12.053), il 99,3% dei quali in isolamento domiciliare.

Oggi nel Lazio “su 24.122 tamponi molecolari e 75.229 tamponi antigenici per un totale di 99.351 tamponi, si registrano 14.987 casi positivi (-2.178). Sono 18 i decessi (-13), 2.102 i ricoverati (+37), 205 le terapie intensive (-1) e 10.167 i nuovi guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 15%. I casi a Roma città sono a quota 7.968″. Lo ha comunicato l’assessore alla Sanità, Alessio D’Amato.

Nelle ultime 24 ore in Piemonte si registrano 14.207 nuovi casi, pari al 15,0% di 94.497 tamponi eseguiti, di cui 82.755 antigenici, e 12 decessi. Il totale delle vittime sale a 12.516 dall’inizio della pandemia. Dei 14.207 nuovi casi gli asintomatici sono 12.137 (85,4%). I ricoverati in terapia intensiva sono 139 (-5 rispetto a ieri), mentre i pazienti nei reparti ordinari salgono a 2.119 (+4 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 164.660.

Sono 12.854 i nuovi positivi al Covid rilevati oggi in Campania da 90.530 test esaminati. Il tasso di incidenza resta sostanzialmente stabile al 14%. Il bollettino odierno segnala 43 vittime, di cui 32 decedute nelle ultime 48 ore e 11 risalenti ai giorni precedenti, ma registrate solo oggi. È stabile l’occupazione dei posti letto nelle intensive (102, +0) mentre calano i ricoverati in degenza (1.380, -14).

In Toscana sono 10.535 i casi positivi rilevati nelle ultime 24 ore a fronte di 16.499 tamponi molecolari e 49.270 tamponi antigenici rapidi. Gli attualmente positivi sono 176.918, -0,9% rispetto a ieri. Tra questi i ricoverati sono 1.491 (5 in più rispetto a ieri), di cui 122 in terapia intensiva (3 in meno). Oggi si registrano 42 nuovi decessi: 22 uomini e 20 donne con un’età media di 84,4 anni.

Nelle ultime 24 ore in Puglia si registrano 8.759 nuovi casi, scoperti dall’analisi di 65.736 tamponi eseguiti (incidenza del 13,3%), e 15 morti. Sono 122.990 persone attualmente positive: tra queste 685 sono ricoverate in area non critica (ieri 714) e 61 in terapia intensiva (ieri 67). I contagi sono così distribuiti: in provincia di Bari 2.717; in provincia di Bat 923; in provincia di Brindisi 802; in provincia di Foggia 1.446; in provincia di Lecce 1.618, in provincia di Taranto 1.148.

Sono 6.196 i nuovi casi di Covid individuati nelle Marche. La provincia più colpita è Ancona (+1.636), seguita da Pesaro-Urbino (+1.437), Macerata (+1.325), Ascoli Piceno (+828) e Fermo (+697). In totale sono stati processati 19.039 tamponi: 15.628 nel percorso diagnostico e 3.411 nel percorso guariti. Le fasce di età nelle quali è stato registrato il maggior numero di positivi sono 25-44 anni (1.716) e 45-59 anni (1.371).

Sono 5.708 i nuovi casi di positivita’ al coronavirus in Liguria, a fronte di 6.173 tamponi molecolari e 25.086 antigenici rapidi effettuati nelle ultime 24 ore. Sul fronte ricoveri, negli ospedali liguri ci sono 783 pazienti covid, 19 in meno di ieri. Di questi, 40 sono in terapia intensiva: 25 di loro non sono vaccinati. Il report registra 9 nuovi decessi, avvenuti tra il 21 e il 24 gennaio: le vittime del virus, da inizio emergenza salgono dunque a 4.838.

Sono 3.551 i nuovi positivi al Covid emersi in Abruzzo, l’11,89% di 8.500 tamponi molecolari e 21.344 test antigenici. Il bilancio dei deceduti registra 12 casi e sale a 2.777. Gli attualmente positivi sono 100.153: 408 pazienti (-9 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in area medica, 41 (+3 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 99.704 (+3168 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare.

Ancora un decesso in Alto Adige: il totale delle vittime della pandemia sale a 1.344 dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Resta sempre elevato il numero dei nuovi casi positivi che sono 2.575 a fronte di 1.739 tamponi molecolari e 13.041 test antigenici. Si registra un calo deciso del numero dei ricoverati nei normali reparti ospedalieri (106, -12), mentre crescono di un’unità i pazienti in terapia intensiva (15). Altre 77 persone (dato aggiornato al 24 gennaio) sono assistite nelle strutture private convenzionate.

Quattro ricoverati Covid in meno negli ospedali dell’Umbria nell’ultimo giorno mentre restano stabili a sette i posti occupati nelle terapie intensive. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 3 decessi2.156 nuovi positivi. Sono stati analizzati 3.845 tamponi e 12.357 test antigenici per un tasso di positività del 13,3%. Con 2.296 guariti, gli attualmente positivi scendono a 24.467 (-143). 

In Calabria si registrano 1.569 nuovi contagi e 10 vittime. Il bollettino della Regione Sardegna segnala 1.461 casi di positività e 10 morti. In Molise 457 casi. Due decessi 378 nuovi positivi in Valle D’Aosta. Due vittime anche in Basilicata, dove i contagi sono 1.010. 

Sorgente articolo:
Dati Covid oggi in Italia: contagi, morti e ricoveri. Bollettino 26 gennaio dalle Regioni – QUOTIDIANO NAZIONALE

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Free Web Hosting
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999987 Consulenza realizzazione Applicazioni Web
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Ugo Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999980 Fiasconaro