Draghi: «Devo tanto a mia moglie, la mia vita è una storia bella che si incentra su di lei» – Corriere della Sera

di Valentina Santarpia

Il racconto privato durante un incontro con gli studenti della scuola Dante Alighieri di Sommacampagna, nel veronese

«La persona che devo ringraziare negli ultimi quaranta cinquant’anni è mia moglie, per la capacità di capire i momenti… Per la famiglia, i figli…Mi vengono in mente le fesserie che avrei fatto se non ci fosse stata lei»: un inedito Mario Draghi ha parlato della sua vita privata agli studenti della scuola Dante Alighieri di Sommacampagna, nel veronese, chiedendo un applauso per la sua compagna di vita: sono sposati da 48 anni.

Il presidente del Consiglio era stato accolto da canti, anche rap, e poesie dagli alunni dell’istituto scolastico. I ragazzi hanno donato al premier una rosa per la moglie Serena -«perché dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna» – e una raccolta di disegni realizzati per lui.

Ed è stato proprio il clima amichevole e confidenziale che ha spinto Draghi, notoriamente riservatissimo, a raccontare qualcosa di sé e del suo percorso di crescita umano e professionale: «Devo qualcosa a qualcuno nella mia vita per quello che sono diventato? Io devo moltissimo ai miei genitori, soprattutto dal punto di vista psicologico e formativo, per l’amore per il lavoro che mi hanno insegnato e il rispetto delle regole e una coscienza di quello che sei». Il premier ha ricordato poi di aver «avuto degli insegnamenti straordinari a scuola, all’università e negli studi fatti in America e in Italia. La gente non capisce quanti insegnanti bravi ci sono. Sono quelle persone che non solo si sacrificano ma si divertano a stare» con i ragazzi, «sono quelli che danno i primi messaggi della vita, aiutano a trovare la consapevolezza di voi stessi», ha detto il premier. Infine, la dichiarazione per la moglie: «Devo tanto a lei, la mia vita è una storia bella che si incentra su di lei».

Serena Cappello, moglie di Mario Draghi, è nata il 28 luglio 1947 a Padova ed è di origini nobili: discende da Bianca Cappello, la sposa del Granduca di Toscana Francesco de’ Medici. Laureata in letteratura inglese all’università di Vicenza, ha conosciuto il premier quando entrambi avevano 19 anni, sulla riviera del Brenta, nell’estate del ’66, attraverso amici in comune. Da allora non si sono più lasciati. Sposi dal 1973, hanno avuto i i figli Federica e Giacomo Draghi.

La signora Cappello ha voce in capitolo nelle scelte del marito, ed è lo stesso Draghi ad averlo suggerito in più occasioni. Al termine del mandato come presidente della Bce, nel 2019, a chi gli chiedeva quale sarebbe stato il suo futuro, rispondeva: «Chiedete a mia moglie. Spero almeno che lei lo sappia». E riguardo all’eventuale partecipazione alla corsa per la prossima presidenza della Repubblica, nel 2022, disse: «Davvero non so. L’ho detto molte volte. Chiedete a mia moglie, ne sa più di me».

20 maggio 2022 (modifica il 20 maggio 2022 | 10:59)

Sorgente articolo:
Draghi: «Devo tanto a mia moglie, la mia vita è una storia bella che si incentra su di lei» – Corriere della Sera

User ID Campaign ID Link
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999978 Fiasconaro
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999997 Webinar Online
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999995 Automazione di campagne Email
d9a95efa0a2845057476957a427b0499 l-99999986 Cloud Real Time